Norton, magnate delle belle arti

Il tycoon del software Peter Norton ha deciso di donare una collezione di quasi mille pezzi di artisti contemporanei a musei e gallerie in tutti gli Stati Uniti

Web (internet) - Peter Norton, la "mente" dietro alcuni dei prodotti software più diffusi, si è fatto notare sui giornali in queste ore in una veste inconsueta, quella del magnate delle belle arti. Assieme alla moglie, infatti, Norton ha deciso di donare quasi mille opere di artisti contemporanei a 28 tra musei e gallerie d'arte negli Stati Uniti.

Norton, che opera in questo caso attraverso la Norton Family Foundation, ha spiegato che le opere provengono da circa 460 artisti, molti dei quali poco conosciuti dalla critica e alcuni celebrati dagli esperti soltanto negli anni '90. In totale la donazione ha un valore stimato attorno ai tre milioni di dollari e, a parte la Tate Gallery e il museo delle Arti Moderne di New York, i principali beneficiari della donazione saranno piccoli musei e gallerie d'arte "di periferia".
TAG: mercato