Delphi sposa Vista e PHP

Borland ha annunciato due nuove versioni del proprio celebre ambiente di sviluppo che aggiungono la compatibilità con Windows Vista e il supporto al diffuso linguaggio di scripting PHP

Scotts Valley (USA) - A ridosso del dodicesimo compleanno del linguaggio Delphi, CodeGear - sussidiaria di Borland - ha esteso la sua venerabile linea di ambienti di sviluppo integrati (IDE) con l'intento di abbracciare il celebre linguaggio di scripting open source PHP e fornire supporto al nuovo Windows Vista.

La più grande novità è rappresentata da Delphi for PHP, che permette di utilizzare lo stesso rapid application development (RAD) di Delphi per per scrivere applicazioni web in PHP. Al cuore dell'IDE c'è VCL for PHP, una libreria open source che combina le classi di PHP 5 con un'ampia selezione (oltre una cinquantina) di componenti visuali riutilizzabili. Delphi for PHP si integra inoltre con la tecnologia AJAX e i database di MySQL, Oracle, SQL Server e InterBase.

"Delphi for PHP porta i benefici della produttività RAD a chi sviluppa in PHP, benefici di cui gli utenti Delphi hanno goduto per anni", afferma CodeGear in un comunicato. "Delphi for PHP è progettato per portare lo sviluppo in PHP ad un livello superiore rendendo più veloce e facile lo sviluppo di complesse applicazioni Web con accesso ai database".
Delphi for PHP sarà a disposizione da marzo ad un prezzo base di 249 dollari.

Disponibile il prossimo mese anche la nuova edizione 2007 di Delphi for Win32, che ora include pieno supporto a Windows Vista e alla sua interfaccia utente Aero. Come la versione per PHP, anche Delphi 2007 integra il supporto ad AJAX e, attraverso l'architettura DBX 4, ai più diffusi database sulla piazza.

Per i prezzi di Delphi 2007 for Win32 si veda questo comunicato.
50 Commenti alla Notizia Delphi sposa Vista e PHP
Ordina
  • lazarus.freepascal.org
    Lazarus è un clone di Delphi praticamente identico all'originale, ma Open Source e nativo tanto su Linux quanto su Windows. I progetti si passano e si ricompilano nativi sulle due piattaforme, quindi niente porcherie come Java e affini.
    Ha ancora dei bug, ma stanno lavorando molto velocemente e negli ultimi tempi è cresciuto molto.
    Se avete tempo, buttateci un occhio e contribuite a farlo conoscere.
    non+autenticato
  • asp.net -->programmavo in php


    poi ho imparato asp.net e mi si e' aperto un nuovo mondo

    e php l'ho buttato nel cesso.

    bye bye php tu e la tua sintassi del cazzo mischiata al codice html

    non+autenticato
  • asp.net -->certo,
    passare da un linguaggio C oriented ad uno BASIC oriented non poù che far bene...agli incapaci.

    bye bye luser
    non+autenticato
  • asp.net -->
    - Scritto da:
    > asp.net -->certo,
    > passare da un linguaggio C oriented ad uno BASIC
    > oriented non poù che far bene...agli
    > incapaci.
    >
    > bye bye luser

    Basic oriented? O santa pace, ma sai cos'è Asp.NET?
    non+autenticato
  • Mi viene quasi da piangere. In lacrime

    Uso Delphi dalla versione 2 ed è stato amore a prima vista (per forza a scuola ci hanno propinato il grandioso Turbo Pascal..)

    Da un paio d'anni lavoro anche con PHP per i sitarelli da rendere dinamici e lo trovo impagabile per questi compiti ma sinceramente (non me ne vogliano i puristi del text editor) il passaggio dall'IDE di Delphi a PHP (ne ho provati di IDE anche qui, ma non c'e' paragone) è stato a dir poco traumatico, come tornare indietro di 20 anni. Per progetti di una certa complessità l'ordine che usa un IDE (e il tempo che ti fà risparmiare) per me è veramente una manna.

    Non sò come sarà questo Delphi for PHP (magari neanche andrà bene per il CMF che uso) ma il fatto stesso che unifichi in un le parole "Delphi" e "PHP" mi rende felice A bocca aperta

    Credo che appena esce sarà anche installato nel mio piccì se non altro per premiare questi lodevoli sforzi ...
    non+autenticato
  • Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby (on Rails).

    non+autenticato
  • > Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby
    > (on Rails).

    Io ero rimasto a quando si sceglievano le soluzioni in base alle esigenze e ai requisiti, non in base alla moda, benché spesso quest'ultima sembri spesso contare parecchio.Occhiolino

  • - Scritto da: Alka
    > > Oramai il PHP è fuori moda. Si deve usare Ruby
    > > (on Rails).
    >
    > Io ero rimasto a quando si sceglievano le
    > soluzioni in base alle esigenze e ai requisiti,
    > non in base alla moda, benché spesso quest'ultima
    > sembri spesso contare parecchio.
    >Occhiolino

    Sono 20 anni che contano le mode! Ma va bene così... soprattutto se vendi strumenti! A bocca aperta
    non+autenticato
  • PHP è un linguaggio atlemnet atnto maturo che anche CodeGear ne riconsoce l'importanza dedicandogli un completo tool di sviluppo..ne riparleremo quando faranno un IDE del genere anche epr Ruby on Rails

    P.S. prova a vedere la documentazione dello Zend Framework 0.8 e vedrai le estensioni Zend-MVC e Controller che integrano le stesse funzionalità di Rails!
  • 1. PHP mi (=a me) fa schifo
    2. Io uso JSF (Java Server Faces - stessa facilità ma molta più potenza quando serve) e ASP.NET (idem come JSF)
    3. il mio post era ironico
    4. gli strumenti per Ruby ci saranno a breve (e qualcosa c'è già)
    5. Tutta sta palla dei linguaggi dinamici è solo per dire che la gente ha bisogno dello Smalltalk
    6. PHP mi fa schifo

    W Smalltalk!!!

    non+autenticato
  • tanto rimane il fatto che PHP è il più diffuso linguaggio dis cripting, e ripeto per l'ennesima volta che PHP 6 avrà namespaces e unicode. Ha già ereditarietà, classi astratte, interfacce, overloading di classi e operatori, il parser Perl per le regular expressions, la classe PDO che permette di usare con gli stessi comandi un qualsiasi database di qualunque tipo (oracle, mysql, sql server, postgre ecc) proprio come ADO...
    come si fa ancora a definire PHP un giocattolo lo sa solo chi non lo ha mai usato..se poi CodeGear decide di fare una sua IDE per PHP e non per Ruby o Smalltalk cis arà pure un buon motivo no??
  • E lo implementassero li !!!

    Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di non poter generare eseguibili linkati statici ma di doversi portar dietro i vari packages.. ma tant'e'..) e la possibilita' di generare delle WebApp in moduli di apache era grandiosa.

    Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii Innamorato

    Imbarazzato


    Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che ritengo ancora le migliori

  • - Scritto da: xWolverinex
    > E lo implementassero li !!!
    >
    > Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di
    > non poter generare eseguibili linkati statici ma
    > di doversi portar dietro i vari packages.. ma
    > tant'e'..) e la possibilita' di generare delle
    > WebApp in moduli di apache era
    > grandiosa.
    >
    > Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii Innamorato
    >
    > Imbarazzato
    >
    >
    > Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
    > entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
    > ritengo ancora le
    > migliori

    quoto tutto!
    anch'io uso il 6!
    non+autenticato
  • - Scritto da: xWolverinex
    > Onestamente Kylix mi piaceva molto (a parte di
    > non poter generare eseguibili linkati statici ma
    > di doversi portar dietro i vari packages.. ma
    > tant'e'..) e la possibilita' di generare delle
    > WebApp in moduli di apache era
    > grandiosa.
    > Kylix tornaaa traaa noiiiiiiiii Innamorato

    Purtroppo, Kylix ha subito una battuta d'arresto, dettata anche dal mercato e dal settore di nicchia in cui si inserisce il prodotto.

    Non è detto, comunque, che non ne venga ripreso lo sviluppo: CodeGear sta dimostrando di voler approdare su nuove piattaforme con l'avvento di Delphi for PHP.

    Dal punto di vista di sviluppatore Windows quale io sono, pur non lavorando con PHP, sono felice del fatto che abbiano adottato una soluzione che, comunque, sottolinea il ruolo centrale che CodeGear vuole dare alla libreria VCL.

    > Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
    > entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
    > ritengo ancora le
    > migliori

    Non sono comparabili con le ultime versioni del prodotto in termini di funzionalità offerte, e direi che ancora meno lo saranno con la prossima versione di Delphi for Win32.Occhiolino
  • "Se funziona finche basta non tocca' senno' se guasta"
    Ce l'ho stampato a caratteri cubitali dietro la postazione dove lavoro a "niente e' impossibile per chi non lo deve fare".
    Onestamente ho provato le versioni successive dei compilatori (saltando la 7 e la 8 che per C non c'erano) e mi son trovato molto male. L'unica miglioria che potrei apprezzare e' l'ide. Non me ne frega un ciufolo (per ora) di .NET. Quando mi servira' valutero' l'ipotesiSorride
  • > Onestamente ho provato le versioni successive dei
    > compilatori (saltando la 7 e la 8 che per C non
    > c'erano) e mi son trovato molto male.

    Cioé? Un minimo dettaglio tecnico, tanto per avvalorare la tesi per far sembrare che non si parli così per sport?A bocca storta
  • >
    > Per Win32 continuo ad utilizzare le versioni 6 di
    > entrambi i compilatori (Delphi - C++Builder) che
    > ritengo ancora le
    > migliori


    Sono tentato anche io di passare a D6, pero' ho un dubbio, io uso la versione 2, qui quando devo ricompilare la VCL uso il comando "componente-rebuild library" e lui la ricompila.
    Con la versione 6, come si fa?

    grazie
    non+autenticato
  • > Sono tentato anche io di passare a D6, pero' ho
    > un dubbio, io uso la versione 2, qui quando devo
    > ricompilare la VCL uso il comando
    > "componente-rebuild library" e lui la
    > ricompila.
    > Con la versione 6, come si fa?

    Passa direttamente a "Delphi 2007 for Win32".

    Quando al ricompilare la VCL... non è mai stato necessario, perché dovresti aver bisogno di una cosa del genere?

    Penso comunque che questo spazio debba essere riservato alle opinioni sull'articolo, più che hai quesiti tecnici che possono essere tranquillamente affrontati in forum di discussione o gruppi Usenet (nel caso di Delphi, "it.comp.lang.delphi").

    Ciao!Sorride
  • Kylix è nato castrato sin dall'inizio. Un interessante proof of concept che sembrava spettacolare nelle brochure e persino alla presentazione dello stesso Cantù, ma poi ha rivelato tuti i suoi limiti.
    E' inutile quindi per Borland spendere risorse per lo sviluppo di qualcosa che resta un accrocco, in particolare se Delphi 6 si installa e gira tranquillamente sotto Linux con Wine (basta non cercare di richiamare oggetti OLE e simili che sotto Linux, per nostra fortuna, non ci sono).

    Se invece volete divertirvi lavorando sotto Linux come se foste in Delphi, ma con tuti i vantaggi di un RAD nativo al 100%, scaricate Lazarus e provatelo. E' ancora una prerelease quindi è bacato e gli mancano diverse cose, ma promette molto bene. Molte librerie di componenti per Delphi possono essere portate direttamente con la semplice compilazione.
    (lazarus.freepascal.org)

    Dimenticavo, C'è anche per Windows, anch'esso nativo e open source.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)