L'autovelox che pizzica chi parla al cellulare

In South Yorkshire una chiamata in macchina può essere sanzionata anche via autovelox mobile

Londra - Nel South Yorkshire, d'ora in poi, l'autovelox portatile potrà essere utilizzato anche per comprovare l'utilizzo del cellulare da parte di un conducente. Una violazione che verrà sanzionata con 60 sterline e ben 3 punti delle patente.

Secondo Evening Standard si tratterebbe di un'iniziativa della polizia locale - conseguenza delle statistiche che nel 2005 hanno rilevato in 400 feriti e 13 morti il numero di "chiacchieroni patentati".

"A occhio nudo o attraverso la lente di un autovelox mobile la violazione rimane tale, quindi gli agenti operano in totale legalità", ha dichiarato Meredydd Hughes, responsabile locale dell'Association of Chief Constables. "Gli autovelox automatici, invece, possono essere utilizzati solo per la rilevazione delle infrazioni tradizionali, a meno che non cambi la normativa". Si tratta insomma di una piccola agevolazione che non obbliga la Polizia a notificare immediatamente l'infrazione.
Il Governo spera che le sanzioni più dure possano dissuadere gli automobilisti dall'utilizzo dei cellulari durante la guida, e quindi favorire l'uso dei sistemi vivavoce. I dati di Direct Line, ad esempio, confermano che un conducente su otto ignora totalmente le Leggi sull'utilizzo dei cellulari a bordo.

"Tre punti in meno sono certamente un segnale", ha aggiunto Hughes. "Dovrebbe essere considerato un avvertimento per gli automobilisti che con questa nuova norma non si scherza".

Dario d'Elia
14 Commenti alla Notizia L'autovelox che pizzica chi parla al cellulare
Ordina
  • Anche Io ho un cellulare, lo uso per lavoro.
    Vi posso assicurare che di telefonate ricevute durante viaggi ne ho ricevute veramente poche (stanno in virca 12 anni di uso del cellulare) sulle dita delle due mani).
    Quando capita, se le condizioni del traffico me lo consentono, rispondo e chiudo celermente la conversazione. In due occasioni ho accostato e mi sono fermato. Quando mi è capitato in autostrada mi sono posizionato sulla corsia più a destra è ho moderato la velocità e aumentato la distanza di sicurezza.
    Ho cioè usato il buonsenso.
    Tuttavia in giro cosa si vede?
    Gente che addirittura chiamano dal loro cellulare quando guidano!
    Gente che sta al cellulare in conversazione per delle ore (non esagero mi è capitato più volte durante interminabili code su strade e autostrade, ma chissa in quante altre occasioni capita...)
    Gente che manda SMS (e non è ferma ad un semaforo!)
    Dopotutto che cosa ci si può aspettare da persone che non tolgono mai la suoneria o mai spengono il cellulare, fossero anche in chiesa o a teatro?
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Anche Io ho un cellulare, lo uso per lavoro.
    > Vi posso assicurare che di telefonate ricevute
    > durante viaggi ne ho ricevute veramente poche
    > (stanno in virca 12 anni di uso del cellulare)
    > sulle dita delle due
    > mani).
    > Quando capita, se le condizioni del traffico me
    > lo consentono, rispondo e chiudo celermente la
    > conversazione. In due occasioni ho accostato e mi
    > sono fermato. Quando mi è capitato in autostrada
    > mi sono posizionato sulla corsia più a destra è
    > ho moderato la velocità e aumentato la distanza
    > di
    > sicurezza.
    > Ho cioè usato il buonsenso.
    > Tuttavia in giro cosa si vede?
    > Gente che addirittura chiamano dal loro cellulare
    > quando
    > guidano!
    > Gente che sta al cellulare in conversazione per
    > delle ore (non esagero mi è capitato più volte
    > durante interminabili code su strade e
    > autostrade, ma chissa in quante altre occasioni
    > capita...)
    > Gente che manda SMS (e non è ferma ad un
    > semaforo!)
    > Dopotutto che cosa ci si può aspettare da persone
    > che non tolgono mai la suoneria o mai spengono il
    > cellulare, fossero anche in chiesa o a
    > teatro?

    Meno male che qualcuno lo dice.
    A me è capitato anche di chiamare. Ho tenuto premuto il tasto 2, la chiamata in memoria è partita automaticamente, "ciao, guarda che sto arrivando, cosa facciamo, mangiamo fuori o prepariamo qualcosa? Una pizza? ok, a tra poco". E non credo di aver con questo messo a rischio la sicurezza stradale.
    Semmai molto più la gente che, vedendoti col telefonino, vuole sorpassarti a tutti i costi, anche se sulla corsia opposta sta arrivando un autotreno a 130km/h, se ne fottono, devono sorpassarti per forza!
    Un po' come quando hai una macchina piccola e tutti ti vogliono sorpassare anche se vai spedito.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 marzo 2007 14.34
    -----------------------------------------------------------
  • Anche Io ho un cellulare, lo uso per lavoro.
    Vi posso assicurare che di telefonate ricevute durante viaggi ne ho ricevute veramente poche (stanno in virca 12 anni di uso del cellulare) sulle dita delle due mani).
    Quando capita, se le condizioni del traffico me lo consentono, rispondo e chiudo celermente la conversazione. In due occasioni ho accostato e mi sono fermato. Quando mi è capitato in autostrada mi sono posizionato sulla corsia più a destra è ho moderato la velocità e aumentato la distanza di sicurezza.
    Ho cioè usato il buonsenso.
    Tuttavia in giro cosa si vede?
    Gente che addirittura chiamano dal loro cellulare quando guidano!
    Gente che sta al cellulare in conversazione per delle ore (non esagero mi è capitato più volte durante interminabili code su strade e autostrade, ma chissa in quante altre occasioni capita...)
    Gente che manda SMS (e non è ferma ad un semaforo!)
    Dopotutto che cosa ci si può aspettare da persone che non tolgono mai la suoneria o mai spengono il cellulare, fossero anche in chiesa o a teatro?
    non+autenticato
  • Sono l'unico che pensa che utilizzare moderatamente un cellulare con la mano sia più o meno uguale che utilizzarlo in viva voce?
    Ovviamente parlo di rettilinei e non di curve; ovviamente l'attenzione cala e bisogna passare sulla prima corsia e rallentare adeguatamente. Però sostengo che, come non esiste nessuna legge che impedisca di grattarsi il cocomero quando prude, staccando pericolosamente una mano dal volante (manovra tra l'altro concessa quando si cambia marcia), allo stesso modo una breve chiamata al cell non dovrebbe essere in sé cagione di particolari rischi, ovviamente a patto di rispettare sempre le basilari norme di sicurezza dettate dal buonsenso più che da questa o quella legge.
  • - Scritto da: avvelenato
    > Sono l'unico che pensa che utilizzare
    > moderatamente un cellulare con la mano sia più o
    > meno uguale che utilizzarlo in viva
    > voce?
    > Ovviamente parlo di rettilinei e non di curve;
    > ovviamente l'attenzione cala e bisogna passare
    > sulla prima corsia e rallentare adeguatamente.
    > Però sostengo che, come non esiste nessuna legge
    > che impedisca di grattarsi il cocomero quando
    > prude, staccando pericolosamente una mano dal
    > volante (manovra tra l'altro concessa quando si
    > cambia marcia), allo stesso modo una breve
    > chiamata al cell non dovrebbe essere in sé
    > cagione di particolari rischi, ovviamente a patto
    > di rispettare sempre le basilari norme di
    > sicurezza dettate dal buonsenso più che da questa
    > o quella
    > legge.

    si, penso che tu sia l'unico Sorride
    non+autenticato
  • Puoi chiarire il concetto di "moderatamente"?

    Se si usa il cellulare moderatamente si può anche accostare e parlare invece di guidare. Se lo si usa sistematicamente, come fanno in molti, allora diventa un pericoloso strumento di distrazione.
    Grattarsi i testicoli se prudono può essere altrettanto pericoloso ma probabilmente è meno frequente.
    Inoltre bisogna distinguere fra il rispondere ad una telefonata, operazione che con un vivavoce o un auricolare è molto agevole, mentre diventa più difficile se il cellulare è in tasca, e fare una telefonata.
    Per fare una telefonata, a meno che tu non abbia un sistema vocale, DEVI DISTOGLIERE lo sguardo e guindi è pericoloso.

    Per concludere quello che si dovrebbe fare è multare per guida pericolosa chi tiene oggetti in mano che non siano il volante o il cambio (cellulare, rimmel, navigatore, testicoli, ecc).
    Multare chi distoglie lo sguardo dalla strada a meno che non sia per guardare rapidamente il cruscotto (quindi no guardare il cellulare, no guardare il navigatore, no guardare la biondazza che sculetta sul marciapiede, no guardarsi i testicoli).
    Tutto il resto sono succedanei.
    A bocca storta

  • - Scritto da: RX-78-2
    > Puoi chiarire il concetto di "moderatamente"?
    >

    "ciao sono in ritardo click"
    "ciao c'è una coda terribile arrivo" click

    > Se si usa il cellulare moderatamente si può anche
    > accostare e parlare invece di guidare. Se lo si
    > usa sistematicamente, come fanno in molti, allora
    > diventa un pericoloso strumento di distrazione.
    >

    dipende. Se sei al semaforo e c'è il rosso?
    Se sei in coda e sono tutti fermi?
    la legge non valuta i casi particolari, è rigida.
    poi secondo me distrae ben poco in rettilineo, guardi la strada, freni quando c'è da frenare, acceleri quando c'è da accelerare, ecc.

    > Grattarsi i testicoli se prudono può essere
    > altrettanto pericoloso ma probabilmente è meno
    > frequente.

    dipende da quando li gratti, ma la legge non fa eccezioni

    > Inoltre bisogna distinguere fra il rispondere ad
    > una telefonata, operazione che con un vivavoce o
    > un auricolare è molto agevole, mentre diventa più
    > difficile se il cellulare è in tasca, e fare una
    > telefonata.
    > Per fare una telefonata, a meno che tu non abbia
    > un sistema vocale, DEVI DISTOGLIERE lo sguardo e
    > guindi è
    > pericoloso.
    >

    Se il numero è memorizzato con qualche scorciatoia basterà premere il tasto appropriato, senza distogliere lo sguardo, sono d'accordo che distoglierlo sia pericoloso.

    > Per concludere quello che si dovrebbe fare è
    > multare per guida pericolosa chi tiene oggetti in
    > mano che non siano il volante o il cambio
    > (cellulare, rimmel, navigatore, testicoli,
    > ecc).

    mi sembra esagerato, il volante si tiene anche con una mano sola..

    > Multare chi distoglie lo sguardo dalla strada a
    > meno che non sia per guardare rapidamente il
    > cruscotto (quindi no guardare il cellulare, no
    > guardare il navigatore, no guardare la biondazza
    > che sculetta sul marciapiede, no guardarsi i
    > testicoli).

    dipende dallo sguardo, ma in linea di massima d'accordo

    > Tutto il resto sono succedanei.
    > A bocca storta

  • Salve,
    mi chiamo Threepwood, Guybrush Threepwood e sono un Temibile Rompico... ehmm Pirata.

    Ho un hobby, o meglio, un passatempo socialmente utile.

    Per lavoro percorro su e giu' le strade della capitale (come secondo lavoro ho una piccola attivita' di assistenza/consulenza informatica) e con la mia fedele Camilla (una '600 rossa) solo l'anno scorso ho percorso 32644km (o almeno cosi' dice il mio foglio di calcolo dove annoto percorrenze e consumi).

    Ogni giorno mi capita di evitare la collisione con qualche altro automobilista beatamente impegnato in una conversazione con la mano sinistra.

    Ormai ho sviluppato un "mezzo senso" che mi permette di individuare in pochi istanti un conducente distratto, il piu' delle volte si tratta di telefonisti. Qualche volta si tratta di... altro (brr).

    In tutti questi casi, se le condizioni della strada lo consentono, sorpasso l'infame e gli rallento davanti fino a farlo fermare, come se improvvisamente ci fosse un traffico pazzesco.
    Se le condizioni non lo consentono faccio in modo che tra me e lui ci siano altri veicoli, in modo da evitare che una sua ulteriore distrazione danneggi ME.

    Su 1000 tentativi in 600 la telefonata ha termine e il tizio mi sorpassa strombazzando. In altri 399 il tizio trova un posto comodo dove fermarsi, accende le quattrofrecce e prosegue la chiacchierata da fermo e in un caso... riesco nel mio intento.
    Faccio fermare lo stro... lo strano telefonista davanti ad una macchina bianca con riga blu' allo chassis (o blu con riga bianca, o blu con riga rossa) e caratteristico segnalatore lampeggiante blu.

    Talvolta invece della macchina e' un omino in divisa, ma il risultato non cambia.

    E' dal 2001 che pratico questo sport, ho 13 vittime all'attivo, anche se per quest'anno non ho segnato nessun punto, non ancora.
    Pazienza ci vuole.

    Oggi stavo per essere speronato da una Kangoo verde, che ho evitato solo grazie a riflessi e a una buona dose di fattore C, dopo l'ho fatto rallentare e alla fine s'e' messo sulla corsia d'emergenza (ero in autostrada).

    Stasera so che incontrero' un altro guidatore imbecille e se non sara' cosi', allora domani saranno in due.

    Ormai e' una costante: un guidatore al cellulare ogni 106km percorsi, circa 300 in un anno... qualcuno dice che 13 vittime sono tantissime, io dico che in 5 anni ho incontrato circa 15000 automobilisti al cellulare e averne fermati meno di 1/1000 non mi fa sentire tranquillo.

    Non parlate al cellulare.
    >G<
  • Bello questo sport!
    Lo pratico anche io ogni tanto, sempre in sicurezza.
    Tanto di più da quando un mio amico si è trovato un bmw nel didietro guidato da una donna che non si è accorta che si era formata una coda in autostrada. Il cellulare le aveva fatto un buco nel parabrezza.

    A me mi si stringono sempre le chiappe quando vedo un'auto che deriva a destra o sinistra della corsia di marcia o che ti si piomba a culo e comincia a sfanalarti...dopo aver passato il cell sulla mano destra ovviamente.

    Il problema è trovare la pattuglia o il vigile, e che questi siano abbastanza attenti... è la volta buona che fermano me per aver ostacolato il traffico!
    non+autenticato
  • Se ne inventano ogni giorno una nuova per multare qui multare lì, inasprire sanzioni, ecc... quando basterebbero 2 cose:

    1. far rispettare A TUTTI (e non solo a quell'1 ogni 10000 che ha la sfortuna di capitare nel momento sbagliato) le leggi che già ci sono mettendo più agenti delle forze dell'ordine in giro

    2. dare/confermare il permesso di guida (patente) a chi DIMOSTRA davvero di saper guidare... non dopo una visita medica ridicola, un quiz che supererebbe anche la penna da sola, un parcheggio "a S" e 50 metri percorsi a 30 km/h su una strada deserta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)