mp3law

da Ferry Byte di Strano Network una riflessione progressiva sul formato della musica in rete più temuto dagli industriali e più amato dagli appassionati

mp3lawWeb (internet) - Premessa: questo documento nasce dalla volontà di portare una ricerchina sugli aspetti legali dell'mp3 in occasione dell'iniziativa dell'hacklab di firenze su mp3 e net_art al cpa di firenze sud sabato 22 gennaio.

Sconforto
senso di sconforto quando per un'oretta mi sono mosso in rete alla ricerca di aspetti legali sugli e mp3 e ho annaspato molto su tutti i motori di ricerca che mi trovavano (compresi quelli specializzati) "punta", poco o troppa "roba" ma soprattutto quasi pertinente mi sono "salvato" in calcio d'angolo risfogliando il materiale presente su http://www.ecn.org, http://www.rockit.it e http://www.punto-informatico.it.
beh, quello che segue è appunto il risultato di un'oretta di ricerca in rete e di un paio di orette di riassemblaggio.

Perché si parla di aspetti legali dell'mp3? Ma soprattutto cosa è l'mp3?
MP3 sta per MPEG 1 layer III. Lo standard MP3 è in poche parole un algoritmo che implementa moderne tecniche di percezione sonora dell'apparato uditivo umano per raggiungere una elevata compressione dei dati senza una percettibile perdita di qualità.
L'algoritmo layer III (MP3) è attualmente il più potente dei 3 algoritmi (layer I, layer II, layer III) inseriti nello standard MPEG e riesce a raggiungere rapporti di compressione elevatissimi senza variare la qualità del suono. l'algoritmo MP3 riesce a comprimere un brano musicale fino a 12 volte, permettendo ad esempio di inserire su un comune CD-ROM fino a 10 ore di musica in qualità CD!

MP3 è solo un formato di compressione e quindi non può essere definito "legale" o "illegale". MP3 è un algoritmo brevettato (con tutto ciò che ne consegue).

In Italia l'attenzione è esplosa dopo una curiosa iniziativa della Siae.
Cosa fa la Siae (Società Italiana degli Autori ed Editori)? la SIAE è prevista dall'art. 180 della legge sul diritto d'autore che le attribuisce in via esclusiva l'attività di intermediazione nella gestione dei diritti relativi alle opere dell'ingegno.

la SIAE offre alcuni contratti che sono indirizzati in questo senso a difendere il diritto d'autore. Ci sono diversi livelli di protezione e di usufrutto della propria opera, che dipendono dal superamento di esami specifici o dai soldi che si è disposti a spendere per registrare uno o alcuni brani in SIAE attestando così di esserne l'autore. Basta compilare un apposito modulo, allegare a scelta o la partitura del pezzo oppure un supporto musicale con la registrazione ed inserire anche la ricevuta di pagamento di 160.000 lire, prezzo per tutta la procedura di registrazione.

in questo modo il vostro brano sarà inserito negli archivi della SIAE con il vostro nome e potrà servire da prova nel caso qualcuno in seguito voglia tentare di rubarvene la paternità spacciandolo per suo.

Se invece avete intenzione di guadagnare sull'esecuzione del vostro brano musicale allora la procedura è più complessa; infatti dovete per forza essere iscritti come autori nei registri della SIAE, e questo è possibile solo mediante il superamento di alcuni esami obbligatori di carattere musicale (composizione, teoria...) oppure spendendo cifre astronomiche.

In questo modo però, oltre ad usufruire della tutela dei vostri diritti d'autore sul brano in questione (autorizzazione all'uso e alla diffusione), riceverete anche i compensi dovuti alla sua esecuzione pubblica (TV, radio, concerti...) e alla riproduzione su supporti musicali analogici o digitali (è il bollino SIAE su CD, CD-ROM, cassette...); e ora che stiamo entrando nell'era di internet, è arrivata anche la regolamentazione della SIAE relativa alla diffusione della musica protetta sulla rete. Se siete degli autori iscritti alla SIAE infatti vi vengono assicurati anche i compensi per l'ascolto o per il download dei vostri brani. In nessuno dei casi sopraelencati la SIAE vi aiuterà a scoprire i tentativi di plagio; essa si limita ad attestare che voi avete registrato quel tale brano in quel determinato giorno.
TAG: italia