HDTV entra nelle fotocamere Sony

Il gigante nipponico ha lanciato le sue prime fotocamere digitali con uscita video in alta definizione, dunque sfruttabile con tutti i più recenti televisori flat-panel

Tokyo - Sony ha lanciato in Nord America e Giappone le sue prime fotocamere digitali dotate di uscita HDTV, ovvero capaci di visualizzare immagini con una risoluzione massima di 1.920 x 1.080 punti: un bel salto rispetto alla risoluzione VGA (640 x 480 punti) tipica delle odierne fotocamere.

Non è un caso che Sony sia anche uno dei massimi produttori al mondo di televisori LCD, e per tale motivo è particolarmente interessata a spingere la diffusione, tra i consumatori, di dispositivi capaci di supportare le immagini in alta definizione.

"Qui in Giappone la penetrazione di HDTV sta crescendo ogni giorno ed attualmente ha raggiunto circa il 30% delle case", ha spiegato Kiyoshi Shikano, corporate senior vice president di Sony Marketing per il Giappone. "Riteniamo che sia arrivato il momento di portare HDTV anche nelle macchine fotografiche digitali, superando finalmente i limiti imposti dalle vecchie tecnologie video".
Agli utenti di televisori HDTV non farà piacere apprendere che sebbene le nuove fotocamere Cybershot supportino l'alta definizione, per usufruire effettivamente di questa funzionalità occorra acquistare un cavo component opzionale, il VMC-MHC1, dal costo di 4.935 yen (32 euro). In alternativa è possibile acquistare la più costosa docking station CSS-HD1, che include il cavo HDTV e un telecomando.

Le nuove fotocamere dotate di uscita in alta definizione sono DSC-T100, T20, W200, W90, W80, H7 e H9. La compatta di fascia più alta è rappresentata dal modello T100 che, ad un prezzo di 400 dollari, combina un sensore a 8,1 megapixel con uno zoom 5X e un display da 3 pollici. Entrambi i modelli della serie T integrano uno stabilizzatore ottico dell'immagine e supportano sensibilità fino a 3200 ISO. Di fascia prosumer i modelli H9 e H7, anch'essi basati su di un sensore da 8,1 megapixel ma dotati di uno zoom ben più potente, pari a 15x. La serie W è costituita invece da modelli ultracompatti con sensori da 8 o 7,2 megapixel, display da 2,5 pollici e chassis in metallo.

Per il momento Sony non ha fornito la data di lancio per l'Europa.
23 Commenti alla Notizia HDTV entra nelle fotocamere Sony
Ordina
  • Nell'e-shop europeo la DSC-T100 viene presentata come già acquistabile:

    http://shop.sonystyle-europe.com/SonyStyle/b2c/dee...
    non+autenticato
  • Probabilmente non ho capito qualcosa,
    ma mi ricordo perfettamente che all'ultimo
    capodanno un mio amico aveva la telecamera
    digitale JVC che registrava anche a 1920 x 1080!
    La cosa nn mi ha nemmeno stupito in quanto come
    detto da altri non c'è nessuna tecnologia
    segreta dietro... bah!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Probabilmente non ho capito qualcosa,
    > ma mi ricordo perfettamente che all'ultimo
    > capodanno un mio amico aveva la telecamera
    > digitale JVC che registrava anche a 1920 x 1080!
    > La cosa nn mi ha nemmeno stupito in quanto come
    > detto da altri non c'è nessuna tecnologia
    > segreta dietro... bah!

    forse non aveva l'uscita video ad alta definizione, dunque sfruttabile con tutti i più recenti televisori flat-panel
    non+autenticato
  • Stai ben attento, tra poco Sony "inventerà" gli spaghetti grazie a sofisticatissime (e segrete) tecnologie da essa sviluppate. Sorpresa
    non+autenticato
  • Avevo letto che la telecamera registrava in interlacciato, non quindi a formato pieno (.. che per riprese amatoriali e meno mi pare fin troppo, visto anche che ci sono poche tv full HD)!
    Inoltre perchè obbligare un cavo HDMI?
    Servfe per i contenuti protetti, adesso mi proteggono da quello che vedo io?

  • Perfettamente d'accordo, ma quanti l'hanno notato?
  • non capisco una cosa:
    ma se per fare una foto una qualsiasi fotocamera digitale ha un ccd o un cmos da N megapixels, perché per far video si deve limitare a risoluzioni infime?
    Voglio dire, il cmos / ccd che sia, funziona sia per le foto sia per i video, nel senso che invia i segnali elettrici modulati a seconda della luce che riceve, sia che ne riceva da una foto (quindi un'apertura e chiusura veloce dell'otturatore), sia che la riceva per mostrare l'immagine sullo schermo.
    Quindi qual'è il collo di bottiglia che impedisce ad una macchina fotografica di registrare video nel numero di megapx nativo del sensore? la banda dello stesso? la banda del controller della scheda flash, spesso talmente esigua da vanificare l'acquisto di memorie performanti? la complessità computazionale di comprimere efficacemente un flusso video ad altissimo bitrate, e di conseguenza il costo del chip di codifica da includere?
  • qualche mese fa mi son fatto la stessa tua domanda..
    Con la mia macchina foto posso scattare raffiche di 6 immagini al secondo per un massimo di 10 foto.quindi raggiungerei i 6fps interi oppure eventualmente (forse) un 12fps interlacciati.
    Per fare un filmato si dovrebbe arrivare a 25fps.
    La mia macchina foto fa quindi la metà.. ma a 640*480 pixel fa questi accidenti di 25fps..
    Non credo sia un problema di banda del ccd quanto un problema di codifica o di banda del lettore di schede.
    Qui mi sono venuti in mente i pmp che registrano dalla televisione.Alcuni non registrano a 720*576 25fps ma a meno pixels..e registrano su hard disk....
    Allora forse il problema è avere una codifica efficiente che non consumi tutta la batteria in pochi minuti..Per questo credo che sia un problema legato alla mancanza di un chippino dedicato alla codifica mpeg2 o qualche altro formato.
    Mi piacerebbe sapere anche a me qualcosa di più sull architettura della mia macchina foto ma le informazioni di banda ecc non sono pubbliche..
    ciao!
  • mmm non sono sicurissimo... ma i problemi penso siano fondalmente due:
    1.
    Scheda di memoria (prestazioni non sufficienti) in scrittura

    2.
    Compressione.
    Come li comprimi in MPEG 25 fotogrammi al secondo? non certo con i processori all'interno di una macchina fotograficaSorride
    MeX
    16897
  • Sicuramente è un problema di processore digitale di immagine, non supporta un frame rate sufficiente a quelle risoluzioni per codificare in mpeg o Dvx, non credo che le memorie attuali rappresentino invece un reale collo di bottiglia.
    Una cosa che invece Io mi chiedo è invece:
    Come mai fanno cosi fatica a dotare le videocamere di risoluzioni elevate tipo 8 o 10 Mpixel così comuni sulle macchine fotografiche?
    Mi spiego meglio, Vorrei una videocamera in grado di fare i filmati alla risoluzione di 720 x 540 (o superiori HDready o Full HD), con la possibilità di fare foto da 8-10 Mpixel con gli zoom tipici delle telecamere 15x - 30x sulla solita schedina SD
  • Newbie, inesperto
    MeX
    16897

  • - Scritto da: avvelenato
    > non capisco una cosa:
    > ma se per fare una foto una qualsiasi fotocamera
    > digitale ha un ccd o un cmos da N megapixels,
    > perché per far video si deve limitare a
    > risoluzioni infime?

    5 minuti di video in formato DV (l'unico che abbia senso per fare poi della postproduzione, perché il video compresso fa pena se lo devi montare/rielaborare) alla risoluzione PAL, ti portano via 1.2GB. Il mio primo HD aveva la strabiliante capacità di 20MB (si, MB... non GB) e le televisioni c'erano già da un bel po' eh...

    Acquisire video a 6Mpixel (tanto per fare un esempio) significherebbe moltiplicare per 15 volte questo spazio, e anche supponendo di comprimerlo un po' ma senza compromettene la qualità per eleaborazioni successive (un po' come succede con l'HDV), lo spazio sarebbe almeno 4 volte tanto.

    Ma se lo spazio può essere un problema solo fino ad un certo punto, devi avere anche la possibilità di registrare una tale mole di dati in tempo reale, e successivamente di elaborarla e di riprodurla: tutte cose che attualmente non si possono fare con costi accessibili.

    Ti lascio inoltre immaginare quanto costerebbe un monitor o un televisore da 6Mpixel... inoltre, come ben dovresti sapere, scalare un'immagine su uno schermo LCD significa ammazzarne la qualità, quindi avere uno schermo da 6MPixel sarebbe assolutamente inutile se tutto non fosse trasmesso a questa risoluzione.

    Non so se hai mai avuto la possibilità di vederlo dal vivo, ma ti assicuro che il full-HD (1080i) è una risoluzione più che ottima per vedere filmati: stiamo parlando una qualità pari a 5 volte quella alla quale siamo abituati... probabilmente tra 50 anni (o anche meno) lo considereremo ridicolo, ma non è affatto "infimo"
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > > non capisco una cosa:
    > > ma se per fare una foto una qualsiasi fotocamera
    > > digitale ha un ccd o un cmos da N megapixels,
    > > perché per far video si deve limitare a
    > > risoluzioni infime?
    >
    > 5 minuti di video in formato DV (l'unico che
    > abbia senso per fare poi della postproduzione,
    > perché il video compresso fa pena se lo devi
    > montare/rielaborare) alla risoluzione PAL,

    non sono del tutto d'accordo, credo che un formato nativamente compresso sia un buon compromesso per chi non ha eccessive pretese di montaggio.

    > ti
    > portano via 1.2GB. Il mio primo HD aveva la
    > strabiliante capacità di 20MB (si, MB... non GB)
    > e le televisioni c'erano già da un bel po'
    > eh...
    >

    è per questo che all'epoca si usava ancora alla grande la strumentazione analogica.

    > Acquisire video a 6Mpixel (tanto per fare un
    > esempio) significherebbe moltiplicare per 15
    > volte questo spazio, e anche supponendo di
    > comprimerlo un po' ma senza compromettene la
    > qualità per eleaborazioni successive (un po' come
    > succede con l'HDV), lo spazio sarebbe almeno 4
    > volte
    > tanto.
    >
    > Ma se lo spazio può essere un problema solo fino
    > ad un certo punto, devi avere anche la
    > possibilità di registrare una tale mole di dati
    > in tempo reale, e successivamente di elaborarla e
    > di riprodurla: tutte cose che attualmente non si
    > possono fare con costi
    > accessibili.
    >
    > Ti lascio inoltre immaginare quanto costerebbe un
    > monitor o un televisore da 6Mpixel...

    meno di uno da 9, presumo (il monitor da 20" 9MPx della ibm è stato discontinuato ma se non erro costava qualcosa come 40 mila dollari)

    > inoltre,
    > come ben dovresti sapere, scalare un'immagine su
    > uno schermo LCD significa ammazzarne la qualità,
    > quindi avere uno schermo da 6MPixel sarebbe
    > assolutamente inutile se tutto non fosse
    > trasmesso a questa
    > risoluzione.
    >
    > Non so se hai mai avuto la possibilità di vederlo
    > dal vivo, ma ti assicuro che il full-HD (1080i) è
    > una risoluzione più che ottima per vedere
    > filmati: stiamo parlando una qualità pari a 5
    > volte quella alla quale siamo abituati...
    > probabilmente tra 50 anni (o anche meno) lo
    > considereremo ridicolo, ma non è affatto
    > "infimo"

    personalmente al 1080i preferisco il 720p, l'interallacciato è una cosa che aborrisco, dovrebbero proibirla per legge. Per il resto ho provato a vedere filmati sia a 720p che a 1080p, e al di là del fatto che per scegliere l'ultima risoluzione sono dovuto passare ad un refresh di 60hz, abituato agli 85 del mio sony triniton, e al di là del fatto che con un 19" tra 720p e 1080p non si riesce a cogliere la differenza fino in fondo, direi che sicuramente è una ganzata, ma certo che se le fotocamere fossero in grado tutte di filmare in full-hd, il ccd/cmos ce l'hanno, sarebbe una bella ganzata, non riesco neanche a capire la distinzione tra fotocamera e videocamera, nel mondo digitale, plaudirei alla creazione di ibridi con vocazioni particolari (es: una fotocamera in grado di fare video decenti e una videocamera in grado di fare foto decenti), certe cose in commercio non le capisco, come le fotocamere che riescono massimo a filmare 30 secondi a 320x240, indipendentemente dalla scheda in memoria!

  • - Scritto da: avvelenato

    > > 5 minuti di video in formato DV (l'unico che
    > > abbia senso per fare poi della postproduzione,
    > > perché il video compresso fa pena se lo devi
    > > montare/rielaborare) alla risoluzione PAL,
    >
    > non sono del tutto d'accordo, credo che un
    > formato nativamente compresso sia un buon
    > compromesso per chi non ha eccessive pretese di
    > montaggio.

    non è questione di opinioni o pretese... è una questione tecnica di come si lavora per fare un montaggio

    > > Ti lascio inoltre immaginare quanto costerebbe
    > > un monitor o un televisore da 6Mpixel...
    >
    > meno di uno da 9, presumo (il monitor da 20" 9MPx
    > della ibm è stato discontinuato ma se non erro
    > costava qualcosa come 40 mila dollari)

    appunto... inutile in quanto inaccessibile

    > personalmente al 1080i preferisco il 720p,
    > l'interallacciato è una cosa che aborrisco,
    > dovrebbero proibirla per legge.

    solitamente questa cosa la dice chi ne capisce poco di video...

    > certo che se le fotocamere fossero in grado tutte
    > di filmare in full-hd, il ccd/cmos ce l'hanno,

    bastasse quello...

    > sarebbe una bella ganzata, non riesco neanche a
    > capire la distinzione tra fotocamera e
    > videocamera, nel mondo digitale,

    CVD...

    > certe cose in commercio non le capisco,
    > come le fotocamere che riescono massimo a filmare
    > 30 secondi a 320x240, indipendentemente dalla
    > scheda in memoria!

    guardacaso nessuna macchina "professionale" fa il doppio lavoro...
    non+autenticato
  • Non vorrei dire una fesseria, ma credo sia anche un problema di tempo di esposizione.
    E' da notare come un "filmato" non abbia geenralmente problemi di luce: è in grado perfettamente di riprendere una scena con poca luce, esattamente come la vedi tu realmente con gli occhi.
    Una fotocamera ha invece molti più problemi in questo senso: mi fa pensare che ciò sia dovuto alla quantità di luce minore per ogni pixel.
    Possibile?
  • - Scritto da: avvelenato
    > non capisco una cosa:
    > ma se per fare una foto una qualsiasi fotocamera
    > digitale ha un ccd o un cmos da N megapixels,
    > perché per far video si deve limitare a
    > risoluzioni
    > infime?
    > Voglio dire, il cmos / ccd che sia, funziona sia
    > per le foto sia per i video, nel senso che invia
    > i segnali elettrici modulati a seconda della luce
    > che riceve, sia che ne riceva da una foto (quindi
    > un'apertura e chiusura veloce dell'otturatore),
    asi> sia che la riceva per mostrare l'immagine sullo
    > schermo.
    > Quindi qual'è il collo di bottiglia che impedisce
    > ad una macchina fotografica di registrare video
    > nel numero di megapx nativo del sensore? la banda
    > dello stesso? la banda del controller della
    > scheda flash, spesso talmente esigua da
    > vanificare l'acquisto di memorie performanti? la
    > complessità computazionale di comprimere
    > efficacemente un flusso video ad altissimo
    > bitrate, e di conseguenza il costo del chip di
    > codifica da
    > includere?

    Ti sei chiesto cose giustissime. Io per anni ho avuto i tuoi dubbi, ora manco me le chiedo più queste cose, perchè sono solo frutto di assurde politiche commerciali di cartello imposte sul mercato!

    Tutte le ipotesi che hai fatto su difficoltà tecniche sarebbero giustissime, ma le attuali tecnologie sono in grado di superarle tranquillamente: ma vedrai a che prezzo imposto!

    E' chiaro che quella connessione "speciale", che qui da noi costerà un'assurdità e tecnicamente sarebbe sostituibile da normalissimi cavetti schermati se non ci fossero apposito controlli di certificazione HW, è posta volutamente a difesa di una pensata HW ultrabrevettata per banale che sia: sai da quanto esistono Videocamere a quel livello di definizione, ma chiaramente con divieto "politico" di connessione diretta alle attuali apparecchiature HD ready ovvero Full HD? E se no perchè hanno inventato, pardon istituito, le connessioni HDMI.

    Parlando più tecnicamente ti fugo subito qualche dubbio: ogni giorno escono sistemi sempre più spinti per immagazinare decine e decine di giga a basso consumo energetico in spazi ridottissimi su dispositivi portatili, quindi non è più un problema la quantità di dati molto elevata, pensa che persino memorie Flash di adeguata capacità avrebbero ormai costi accessibili almeno in fascia alta di prodotti consumer.
    Ma cosa costa all'industria inserire una compressione HW in DivX o XviD (qualcuno si fissa con Mpeg4 AVC, ma della stessa cosa si tratta)? Sai benissimo che un chip HW non ha problemi di elaborazione "on Fly", visto che la cosa la otteniamo normalmente in real time anche via software, con rapporti di prestazione 1:10 almeno a sfavore... e quanto credi che sia il costo aggiuntivo in SK di acquisizione TV che ti danno direttamente via HW l'uscita per registrazione su HD (HardDisk intendo) in formato DivX anzichè Mpeg2?
    Bada che non ci sarebbero problemi di editing anche lavorando su formato DivX: hai presente l'efficienza del programma gratuito Virtual Dub (mpeg2); ma anche senza aiuto del PC, una volta che hai disponibili i Chip di Codec DivX (Code/Decode), fai cosa vuoi direttamente sull'attrezzo consumer.

    E qualora ci fossero ancora problemi prestazionali, ora che CPU n.core vanno di moda, sai quanto ci vuole a demandare l'elaborazione delle 25 frames/sec. a diciamo 5 modestissimi processori ognuno con 5 frames/sec in carico? E guarda caso, il rapporto tra 1920x1080 e 720x576, cioè tra n. pixel Full HD e volgare SD, è esattamente uguale a 5, per cui a te le conclusioni...


    La verità per me è una sola: i contenuti HD, in paticolare Full HD, sono nelle intenzioni dell'industria un business colossale (vedremo poi se lo sarà davvero, e ci faremo magari qualche ghignata in merito), e secondo "loro" vanno difesi con ogni mezzo in modo che solo pagando delle assurdità gli utenti ne possano usufruire, e solo con le assurde limitazioni da loro imposte.
    Limitazioni che una volta tanto non riguardano specificatamente i diritti d'autore e simili retaggi del passato, ma essenzialmente coprono lo sfruttamento di chi sa mai quali "brevetti" legati a queste neppur nuove tecnologie; al punto che, ad esempio grazie alla connessione proprietaria (il famoso cavetto della Sony), intendono condizionare l'utilizzo di filmati e simili da noi stessi privatamente creati!


    O no?

    Bye - rockroll

    .
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 marzo 2007 04.03
    -----------------------------------------------------------
  • Continuano a trattarci da utonti paganti!

    Quali magie avrà mai il cavo per alta definizione da 32 euro rispetto a normalissimi cavetti schermati?
    Cosa avrà mai di innovativo un aumento di definizione per parlare di nuove tecnologie? Un aumento di pixel è una nova tecnologia?
    E dobbiamo aspettare che certe pensate arrivino da una società del ... cavolo come la Sony, non sappiamo noi fare altrettanto?

    Bah, tutte le scuse sono buone per aumentere i prezzi e porci dei limiti di utilizzo.

    Ma non dovevamo boicottare la Sony, dopo i casini che ha combinato?


  • - Scritto da: rockroll

    > Continuano a trattarci da utonti paganti!

    Evidentemente la cosa funziona

    > Quali magie avrà mai il cavo per alta definizione
    > da 32 euro rispetto a normalissimi cavetti
    > schermati?

    liberissimo di comprare un normalissimo cavetto schermato

    > Cosa avrà mai di innovativo un aumento di
    > definizione per parlare di nuove tecnologie? Un
    > aumento di pixel è una nova tecnologia?

    Li nuova tecnologia sta nell'aver introdotto questa possibilità in una fotocamera, così chi è poco avvezzo a tecnologie varie, può semplicemente collegare la macchina fotografica alla TV.

    > E dobbiamo aspettare che certe pensate arrivino
    > da una società del ... cavolo come la Sony, non
    > sappiamo noi fare altrettanto?

    Tu lo sai fare?

    > Bah, tutte le scuse sono buone per aumentere i
    > prezzi e porci dei limiti di utilizzo.

    E dove sarebbe il limite?

    > Ma non dovevamo boicottare la Sony, dopo i casini
    > che ha combinato?

    "dovevamo" chi?
    e cosa c'entra il boicottaggio con la news in questione?

    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: rockroll
    >
    > > Continuano a trattarci da utonti paganti!
    >
    > Evidentemente la cosa funziona (1)
    >
    > > Quali magie avrà mai il cavo per alta
    > definizione
    > > da 32 euro rispetto a normalissimi cavetti
    > > schermati?
    >
    > liberissimo di comprare un normalissimo cavetto
    > schermato (2)
    >
    > > Cosa avrà mai di innovativo un aumento di
    > > definizione per parlare di nuove tecnologie? Un
    > > aumento di pixel è una nova tecnologia?
    >
    > Li nuova tecnologia sta nell'aver introdotto
    > questa possibilità in una fotocamera (3), così chi è
    > poco avvezzo a tecnologie varie, può
    > semplicemente collegare la macchina fotografica
    > alla
    > TV.
    >
    > > E dobbiamo aspettare che certe pensate arrivino
    > > da una società del ... cavolo come la Sony, non
    > > sappiamo noi fare altrettanto?
    >
    > Tu lo sai fare? (4)
    >
    > > Bah, tutte le scuse sono buone per aumentere i
    > > prezzi e porci dei limiti di utilizzo.
    >
    > E dove sarebbe il limite? (5)
    >
    > > Ma non dovevamo boicottare la Sony, dopo i
    > casini
    > > che ha combinato?
    >
    > "dovevamo" chi? (6)
    > e cosa c'entra il boicottaggio con la news in
    > questione?
    >

    (1) Funziona non con me, però sembra che tu ci goda se altri ci cascano.

    (2) Non immagini a cosa serva oltre la sua naturale funzione quel cavetto "speciale", che quando arriverà da noi costerà ben altro? Non mi dire che anche tu fai parte di quei personaggi paganti...

    (3) Per te sono una novità fotocamere digitali con elevate definizioni? Ogni giorno ne escono con numero di pixel sempre più alto, e solo questione di prezzi, non di tecniche innovative. Il discorso può essere diverso parlando di registrazione di filmati, solo perchè, a voler essere fighetti, occorrerebbe comprimere i dati (meglio DivX o Mpeg4 che Mpeg2) tramite processore HW.

    (4) Se noi (Italia) non lo sapessimo fare staremmo freschi davvero! Personalmente non vedo difficoltà: dammi il progetto di una "normale" fotocamera in grado di fare filmati, e sai quanto ci metto a specificare le modifiche necessarie, dovessi anche prevedere più processori ognuno per una parte dei frames/sec. (e senza bisogno di connessioni proprietarie a difesa di chi sa quale pensata...)

    (5) Quello appena evidenziato in grassetto.

    (6) Ti sei perso qualche passaggio sull'argomento su questo ed altri Forum.
    .
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 07 marzo 2007 02.40
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)