Le CPU comunicano via laser

Una giovane società americana ha messo a punto un sistema di interconnessione ottica che promette di accelerare i computer basati su molti processori. Al posto dei tradizionali bus, la nuova tecnologia utilizza raggi laser

Camas (USA) - Se la strada verso i chip fotonici appare ancora piuttosto lunga, una start-up americana ha pensato di utilizzare la luce per eliminare i colli di bottiglia che affiggono gli odierni sistemi di calcolo multiprocessore.

Come riportato in questo articolo del Wall Street Journal Online, Lightfleet ha messo a punto un sistema che utilizza raggi laser per trasportare il flusso di dati tra un processore e l'altro e tra questi e la memoria di sistema.

Invece di far passare la luce all'interno di costose e poco flessibili fibre ottiche, la tecnologia di Lightfleet direziona i fasci laser utilizzando una serie di lenti e specchi: ciascun processore viene dotato di un trasmettitore e di un ricevitore laser che gli permettono di inviare e ricevere dati da e verso altri processori o componenti del sistema. L'azienda americana afferma che in questo modo è possibile accelerare l'elaborazione e la comunicazione dei dati anche di decine di volte rispetto ai tradizional bus cablati.
Lightfleet sostiene che la propria tecnologia è estremamente economica se comparata ad altri sistemi di comunicazione ottica, e può essere adottata in una grande varietà di sistemi ad elevate performance. La società si è già detta pronta, la prossima estate, ad introdurre sul mercato un server a 32 processori basato sulla propria tecnologia ottica. Il sistema utilizzerà dei comuni processori dual-core di Intel, ognuno dei quali comunicherà con gli altri in modo parallelo attraverso la luce. Il costo del sistema non è ancora stato svelato.
TAG: hw, attualità
8 Commenti alla Notizia Le CPU comunicano via laser
Ordina