I libri stuzzicano il social networking

Random House e HarperCollins rinnovano i rispettivi siti con motori di ricerca avanzati, e si preparano a sbarcare su MySpace

New York - Nel mondo dell'editoria si respira nuova aria di cyberspace. Random House e HarperCollins, due colossi del settore, hanno inaugurato nei loro rispettivi siti web sistemi avanzati di ricerca e strumenti per il social networking.

Random House - già scottata con gli e-book - ha deciso di scommettere sul suo nuovo servizio online denominato Insight. Si tratta di un motore di ricerca, basato su un archivio di più di 5000 titoli, le cui funzioni disponibili ricordano molto Google Book Search. Non mancano infatti i comandi per individuare voci specifiche presenti nei testi o nei titoli, e l'opzione di "preview" per le prime pagine di ogni libro. Il tutto a portata di click tramite un applicativo realizzato in Flash.

Inoltre, Insight dispone di un tool che permette agli utenti di integrare una widget del servizio direttamente sul proprio sito, e a breve su piattaforme come MySpace e LiveJournal. La widget è disponibile in due dimensioni diverse (195 x 335 pixel o 600 x 700 pixel), e dispone di stringa di ricerca, indicazione titolo e autore, anteprima copertina, comando per la lettura, pulsante di acquisto, comandi di navigazione.

Anche HarperCollins Publishers, di proprietà News Corp., ha reso disponibile non solo un motore di ricerca online simile a quello di Random House, ma anche un comodo sistema per "inserire le pagine" dei suoi libri all'interno di MySpace e altri siti.
Insomma, la cosiddetta "preview" dei libri - lanciata da Amazon nel lontano 2003 e rilanciata con clamore da Google nel 2005 - è piaciuta gli utenti/lettori e alle case editrici. La speranza, dicono gli esperti, è che l'incremento dei consumi multimediali online da parte dei giovani possa fare da catalizzatore anche al settore editoriale.

Dario d'Elia