Zero3 nel mirino del Codacons

Secondo l'associazione, TRE non evidenzia sufficientemente le condizioni dell'offerta. L'operatore: siamo in regola

Milano - Nel bailamme di questi giorni, in cui all'abolizione dei costi di ricarica hanno fatto seguito le nuove offerte degli operatori mobili, con il prevedibile strascico di critiche (costruttive e distruttive), finiscono nel mirino del Codacons i manifesti della campagna pubblicitaria dell'offerta Zero3, proposta per l'appunto da TRE

"All'interno di tali manifesti - osserva una nota dell'associazione - appaiono tre ragazze e a caratteri cubitali le caratteristiche della promozione, in base alla quale chi aderirà all'offerta spenderà 0 euro per il canone, 0 euro per chiamate e videochiamate e 0 euro per il videofonino". "Con caratteri assai più piccoli e meno visibili - evidenzia il Codacons - specie per chi osserva la pubblicità lungo le strade magari transitando in automobile, vengono specificate le condizioni e i costi effettivi dell'offerta".

Sulla base di queste considerazioni, l'associazione si è attivata presentando "un esposto all'Antitrust e al Giurì di Autodisciplina pubblicitaria", sottoponendo loro tale campagna pubblicitaria per valutarne l'eventuale carattere di ingannevolezza "e, in tal caso, disporre il ritiro immediato dei manifesti in tutta Italia".
Semplice e categorica la risposta fornita a Punto Informatico da TRE, che dichiara di "aver rispettato le best practice indicate dall'Antitrust" e le altre raccomandazioni relative alle indicazioni sulle dimensione dei caratteri e sulla visibilità dei dettagli relativi alle condizioni delle offerte.

D.B.