Telefono, la truffa dell'operatore fake

L'associazione CODICI lancia l'allarme: alcuni call center agiscono si presentano come dipendenti di un'azienda, ma propongono - e fanno stipulare - contratti di servizio per altre aziende

Roma - L'attivazione di servizi TLC non richiesti è da sempre oggetto di attenzione da parte di tutte le associazioni di consumatori. Ma oltre agli episodi già noti e subiti da moltissimi utenti, in queste settimane ne emergono di altrettanto preoccupanti, come quello riportato dal Codici

Un utente, infatti, ha denunciato di essere stata contattata da un operatore, qualificatosi come Telecom Italia, che le ha proposto, con successo, di cambiare piano tariffario. Trascorse alcune settimane, però, la stessa Telecom le inviava una comunicazione di servizio informandola che dal 15 febbraio - la data della telefonata in cui era stato concordata la variazione contrattuale - sulla sua linea era attiva una nuova utenza, con un altro gestore.

"Questa storia ha dell'incredibile - commenta Ivano Giacomelli, segretario nazionale Codici - un operatore di una società che si finge impiegato per un'altra è un modo subdolo e illecito di acquistare nuovi clienti, soprattutto quando gli utenti che vengono contattati vivono soli o hanno poca dimestichezza con gli inganni". L'associazione si è attivata, inviando un esposto alla Polizia postale per chiedere di indagare sull'accaduto, ed informando della vicenda l'altro gestore coinvolto, per avere spiegazioni.

"Di questo genere di casi ne abbiamo visti diversi - aggiunge Carmine Laurenzano, responsabile ufficio legale CODICI - soprattutto è sempre più in voga la strategia di convincere gli utenti a stipulare un accordo telefonico attraverso una registrazione vocale effettuata in maniera poco chiara e trasparente. In molti (e chissà quanti!), all'arrivo della bolletta suppletiva non fanno nulla, forse perché anziani o perché poco esperti; altri, però, denunciando l'accaduto, possono attraverso una semplice comunicazione scritta obbligare la società a non mandare più le bollette. Il Codice del Consumo, difatti, prevede che un contratto sia valido solo quando firmato in forma cartacea ed accettato in tutte le sue componenti. Diversamente, risulterà nullo in qualsiasi sede".
D.B.
19 Commenti alla Notizia Telefono, la truffa dell'operatore fake
Ordina
  • Con una firma sopra... altrimenti niente di niente !

    Ho capito che oggi è tutto digitale ed io sono il primo a desiderare un mondo online... ma qui ci sono anche i soldi di mezzo, quindi una firma ci vuole, ci vorrà sempre !
    non+autenticato
  • esiste la firma digitale che rende autentici e con validità legale anche i documenti digitali
  • "Questa storia ha dell'incredibile - commenta Ivano Giacomelli, segretario nazionale Codici - un operatore di una società che si finge impiegato per un'altra è un modo subdolo e illecito di acquistare nuovi clienti, soprattutto quando gli utenti che vengono contattati vivono soli o hanno poca dimestichezza con gli inganni"

    Sono almeno 2 anni con un incremento notevolissimo negli ultimi 4\5 mesi che accade questo, con punte di alcune MIGLIAIA a settimana. Un noto "operatore" che si distingue in modo particolare, presentandosi come Telecom, informa che se accetta l'offerta non paghera' piu' il canone. Chi vive nel mondo della Telefonia sa benissimo di chi parlo e che questo accade spessissimo. Ora mi chiedo, o NESSUNO reclama come dovrebbe, per cui chi non e' dentro non puo' rendersi conto della mole enorme di queste scorrettezze, o questo signore vive su un altro Pianeta, visto che si meraviglia tanto di questa situazione.
    E' assolutamente cosa comune, venir chiamati e dopo aver detto NO trovarsi in CPS o addirittura in ULL con altro Gestore.
    O trovarsi con l' adsl disattivata su richiesta di un altro ISP.
    Le procedure di DISATTIVAZIONE che un altro Gestore chiede a Telecom (ad es. la cessazione della linea per i passaggi a ULL) devono essere avviate DOPO che hanno ricevuto il contratto firmato, e non SUBITO, come oggi avviene.
    Se supponiamo tu accetti la proposta telefonica di un passaggio in ULL da altro gestore, ma dopo 2\3 giorni ci ripensi, le procedure di disattivazione sono gia' state avviate subito e nessuno le puo' piu' fermare.
    Quindi CONTRATTUALMENTE ti danno ragione, ossia non ti chiedono nulla, pero' non puoi piu' impedire per esempio che la cessazione non avvenga (con tutti i disagi che seguono, chi ha provato lo sa).
    Il motivo dei tanti disagi creati all'utenza da telefonisti senza nessuna etica o scrupolo morale, dipende molto da questo sistema.
    Era molto meglio com'era prima, la disattivazione poteva fartela SOLO chi ti offriva quel servizio, e normalmente ti chiamava per fare retention, percui se non avevi chiesto nulla, si poteva declinare la proposta.
    Questo sistema, e' vero creava alcuni tipi di problemi, ma poco si prestava alle attivazioni selvagge (infatti ce ne erano assai di meno).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    ....
    >
    > Il motivo dei tanti disagi creati all'utenza da
    > telefonisti senza nessuna etica o scrupolo
    .....

    Esatto il problema è proprio qui.... ma io farei anche una domanda come mai questi telefonisti si comportano così? Per divertimento?... No la risposta è perchè gli viene detto di comportarsi in questo modo, oppure perchè hanno contratti di lavoro che prevedono solo guadagni in base ai contratti stipulati.... se non li stipuli non guadagni e vieni licenziato.... non sarà forse che bisogna tutelare meglio queste persone per permettere loro di lavorare in modo sero e non di "provarci" appena hanno l'occasione?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > ....
    > >
    > > Il motivo dei tanti disagi creati all'utenza da
    > > telefonisti senza nessuna etica o scrupolo
    > .....
    >
    > Esatto il problema è proprio qui.... ma io farei
    > anche una domanda come mai questi telefonisti si
    > comportano così? Per divertimento?... No la
    > risposta è perchè gli viene detto di comportarsi
    > in questo modo, oppure perchè hanno contratti di
    > lavoro che prevedono solo guadagni in base ai
    > contratti stipulati.... se non li stipuli non
    > guadagni e vieni licenziato.... non sarà forse
    > che bisogna tutelare meglio queste persone per
    > permettere loro di lavorare in modo sero e non di
    > "provarci" appena hanno
    > l'occasione?

    Appunto bisogna prendersela con le società mandanti (le compagnie telefoniche) e con le società che sfruttano queste persone. Purtroppo alla fine invece paga solo il telefonista che non è innocente sia chiaro, però è costretto a comportarsi così. Io proporrei una multa da 1 milione di euro per ogni contratto stipulato in maniera truffaldina e allora vedresti che cose così non capiterebbero più, ma siamo in Italia quindi non accadrà mai.
    non+autenticato
  • A me è successa una cosa analoga. Ci ha telefonato un centralinista e ci ha offerto una nuova "vantaggiosa tariffa". Ha qualificato l'offerta dicendo che era presentata da "Telecom in collaborazione con Tele2" . Che vuol dire?!?
    In più ha affermato che potevamo provare il nuovo servizio ed eventualmente accettare. Aveva risposto mia madre che non è molto esperta di queste cose, chiese però se cambiasse o meno l'operatore telefonico e venne rassicurata che era sempre telecom ma che non pagava più il canone, e alla fine la convinsero.
    Ci siamo così trovati di fronte ad un contratto con tele2, già valido anche senza mandare conferma o firmare nulla. Abbiamo dovuto prima telefonare a tele2, poi mandare un fax, e infine una raccomandata.

    Premesso che non ho nulla contro Tele2 e le sue tariffe e che la scelta di rimanere a Telecom è solo una scelta conservativa, valida comunque per un'utenza (mia mamma e mia nonna) che non ha particolari esigenze e soprattutto alti consumi, mi sento di criticare questi metodi subdoli e ingannevoli. Purtroppo la correttezza pare essere rara tra centralinisti anche di altri operatori (vedi telecom, di cui uno degli operatori una volta mi mandò addirittura a quel paese), per non parlare poi della tempesta di telefonate promozionali che imperversano a ondate regolari. La prossima volta dirò anche io che sto registrando la telefonata. Peccato però...
    non+autenticato
  • Come avevo già scritto altrove in questo forum, una cosa analoga è successa anche a me.

    Una simpatica signorina si è qualificata come dipendente Telecom e mi annunciava - non "chiedeva" - che di lì a poco avrei usufruito dello sconto del canone Telecom, come premio in qualità di ottimo cliente.

    L'unico impegno che avrei dovuto onorare sarebbe stato di non cambiare operatore per almeno un anno, pena il pagamento di una somma a... Tele2...

    Quando ho chiesto per quale motivo un dipendente Telecom per un'offerta Telecom mi informava di una penale da pagare a Tele2, la signorina imbarazzata mi dice di essersi sbagliata e riattacca velocemente.

    Certamente non un bel modo di lavorare.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 14 marzo 2007 20.54
    -----------------------------------------------------------
  • Un modo stupido, ma che al momento ha funzionato piu' volte, e' appena la persona che telefona si qualifica come Telecom, Sky, Infostrada, Banda Bassotti chiedo se quella che sta per fare e' un'offerta commerciale e in quel caso gli comunico che la telefonata verra' registrata (come fanno loro per "finalizzare" i dati necessari al contratto)
    Quasi tutti stranamente riagganciano
    non+autenticato
  • Mica stupida sta idea!
    La proverò sicuramente...

  • > Quasi tutti stranamente riagganciano

    Coscienza sporca ???...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > cdo cdo cdo cdo cdo cdo cdo cdo

    Trombaanguille.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)