OpenGL si aggiorna e pensa al mobile

In attesa della major release 2.0, lo standard grafico OpenGL si aggiorna alla versione 1.4 e, grazie a SGI e Nokia, si prepara a sbarcare su telefonini e PDA

Mountain View (USA) - Proprio a ridosso delle recenti polemiche riguardanti la rivendicazione di Microsoft di alcune proprietÓ intellettuali alla base di OpenGL, il popolare standard grafico prosegue senza esitazioni nel suo processo di sviluppo e aggiornamento con l'arrivo della nuova versione 1.4.

Le nuove specifiche, che a breve verrano rese disponibili sul sito ufficiale, migliorano la renderizzazione in tempo reale delle ombre attraverso le depth e le shadow texture; aggiungono un'infrastruttura per il vertex programming, una tecnologia che fornisce agli sviluppatori gli strumenti necessari per creare e gestire con pi¨ efficacia e flessibilitÓ effetti 3D come luci e ombre; introducono la funzione "automatic texture mipmap generation" per l'applicazione di filtri per le texture dinamiche.

Le nuove specifiche sono state sviluppate in seno all'OpenGL Architectural Review Board (ARB), l'organizzazione che guida lo sviluppo dello standard e che comprende nomi come ATI, Nvidia, IBM, HP, Intel e - ultima in ordine di arrivo - Microsoft.
Il rilascio della versione 1.4 di OpenGL soddisfa gli obiettivi di SGI, la creatrice originaria dello standard, di partorire almeno una versione delle specifiche ogni anno: un obiettivo giustificabile con il frenetico avanzamento tecnologico che contraddistingue il mercato dei chipset grafici 3D. All'orizzonte c'Ŕ la major release 2.0, una versione di OpenGL che dovrebbe includere tante novitÓ importanti, soprattutto sul lato della programmabilitÓ dei nuovi processori grafici.

L'altra novitÓ Ŕ data dall'accordo fra SGI e Nokia per lo sviluppo di uno standard grafico 3D basato su OpenGL e adatto per portare la terza dimensione sui dispositivi mobili, quali telefoni cellulari, PDA e altri device hand held. Il progetto interagirÓ con uno standard simile, basato su Java, in via di sviluppo presso il consorzio Khronos Group.

SGI sostiene che lo sviluppo di questa nuova versione mobile delle specifiche di OpenGL potrÓ rendere i servizi wireless pi¨ ricchi e appetibili per il consumatore, aprendo la strada a giochi interattivi, video clip sincronizzati con il testo, negozi virtuali, rappresentazioni tridimensionali delle applicazioni di global positioning system (GPS) e viste 3D di edifici e terreni.

Nokia sta giÓ collaborando attivamente al processo di standardizzazione della Java Mobile 3D Graphics API, l'interfaccia di programmazione - attualmente in fase di revisione presso il Java Community Process (JCP) - che consentirÓ agli sviluppatori di creare applicazioni che fanno uso di grafica 3D per i dispositivi mobili.