Corso di e-marketing: panoramica e concetti base (1)

Oggi chi dà vita ad un sito Web non può più occuparsi soltanto della parte tecnica, ma anche di quella di marketing. In queste prime puntate vedremo come promuovere al meglio una risorsa on-line

Prima di addentrarci nel mondo dell?e-marketing, ci preme fare una premessa per spiegare cosa è questa nuova materia del Web publishing. Come abbiamo enfatizzato nella prefazione all'articolo, un sito Web non si compone solo della creazione tecnica delle pagine che lo compongono.

Se fino al 1997 in Italia bastava pubblicare on line un'idea ed aggiornarla con perseveranza, oggi, anche un'intuizione geniale, se non supportata da un'adeguata strategia di marketing, non permette di trasformare una semplice passione in una realtà dell'e-business. Questo perché prima, anche se una buona idea veniva "messa giù" male, l'utente doveva accontentarsi: o quel sito, o nient'altro, almeno in lingua italiana. Adesso invece è il navigatore che comanda: se le informazioni vengono pubblicate in maniera imperfetta, il visitatore cambia pagina e va dalla concorrenza: nulla di più facile.
E' per questo che è nato l'e-marketing e con esso lo studio delle migliori soluzioni da seguire per promuovere una qualsiasi attività on line.

Nelle più fiorenti creature della New Economy, il Web master è colui che si occupa solamente della gestione tecnica del sito Internet. In molti altri casi invece, sicuramente più vicini alle realtà italiane, il Web master non è solo colui che provvedere alla realizzazione e all'aggiornamento delle pagine, ma è anche la persona che trova e redige le informazioni da pubblicare (Web surfer), che crea la grafica (Web designer) ed infine promuove appunto il proprio lavoro (marketing director).
Insieme all'e-marketing, sono stati coniati nuovi termini, la cui conoscenza è ritenuta ormai essenziale per qualunque Web master. Molte di queste parole, riguardano il conteggio degli accessi al sito Internet.
Innanzitutto grazie alla sezione Gratis di Risorse.net, sei in grado di installare un contatore per verificare il numero degli accessi nella tua Home page. Un professionale software di statistiche permette sia di registrare i visitatori unici nella pagina principale del sito (definita Home page), sia il traffico totale dell?intero Web site. Nel calcolo, c?è da tenere in considerazione due differenti termini: Hits e Impressions.  Le hits, sono gli oggetti presenti nel sito, richieste al server dal visitatore. Vediamo comunque di chiarire il concetto con un esempio: una pagina formata da due immagini crea tre hits, ossia la pagina più le due immagini; quest?ultimo dato non è mai preso in considerazione a livello pubblicitario, ma esclusivamente dalle società di hosting. Questo perché nel contratto di spazio Web può essere presente una clausola che obblighi il Web master a pagare un surplus nel caso in cui il traffico superi il livello mensile di Gigabyte previsto. 

Le Impressions, invece, sono semplicemente il numero di pagine viste: per esempio un utente che legga tre pagine del nostro sito, creerebbe tre impressions.
Il numero di pagine scaricate, sono diventate un dato essenziale, ancora più importante dei visitatori unici. Gli sponsor infatti pagano alle società di advertising una cifra che può andare dalle 30 alle 120 Lire ad impression (a seconda del target di utenza che raggiunge il sito), quindi più pagine vengono visitate, più avremo occasione, un giorno, di guadagnare.
Un semplice modo per conteggiare le impressions in pubblicità è quello di contare il numero di banner visualizzati, ovviamente considerando un solo banner all?interno di ogni pagina.

Nelle prossime puntate approfondiremo le tecniche di e-marketing e conosceremo più da vicino le figure professionali che ruotano attorno a questo mondo e che spesso si fondono con la figura stessa del Web master.

Roberto e Alessandro Abbate 
Responsabili di Risorse.net, la Comunità virtuale di Web masters e Web designers.
15 Commenti alla Notizia Corso di e-marketing: panoramica e concetti base (1)
Ordina
  • ....ed ora ti dico perche',

    tanto lo so che i "carissimi" di P.I.
    ELIMINERANNO QUESTO POST, NON GLI METTERANNO nemmeno la X, comunque....

    sono andato sul sito del nostro "ESPERTO di pubblicita' on-line"

    ovvero: www.risorse.net

    e gli UNICI SPAZI BANNERS che ha sul server sono:

    1) linkexchange.com ( con il quale SCAMBI BANNER,
    MA NON GUADAGNI UNA LIRA )

    2) bpath.com ( che è un altro circuito DI SCAMBIO BANNER GRATUITO )

    3) mwizard.net ( che è l'azienda che gli ha REGALATO IL DOMINIO: www.risorse.net, in cambio dello spazio fisso nella home page)

    IN CONCLUSIONE: COLUI CHE HA SCRITTO L'ARTICOLO
    NON GUADAGNA UNA LIRA CON I BANNERS,
    E VUOLE INSEGNARE LE STRATEGIE ?

    MA PER FAVORE....

    COME VEDETE CARI LETTORI DI P.I.

    I DILETTANTI SI SCOPRONO SUBITO.

    Ed infine: CARO P.I.
    non cancellare questo post,
    visto che inneggiate a NAPSTER e alla libertà

    vediamo la LIBERTA' DI PAROLA
    SE VIENE RISPETTATA, anche quando questa
    va contro i Vs. articoli o "esperti che scrivono di pubblicita' on-line"

    Vi saluto
    non+autenticato
  • > 3) mwizard.net ( che è l'azienda che gli ha
    > REGALATO IL DOMINIO: www.risorse.net, in
    > cambio dello spazio fisso nella home page)

    Peccato che il server non sia di mwizard e che mwizard li paghi Sorride

    Saluti.

    Stefano.
    non+autenticato
  • Questo conferma ANCORA DI PIU' QUANTO SIA DILETTANTE....

    visto che ha ottenuto il dominio GRATIS da mwizard.net,
    una persona che paga il server
    NON AVENDO IL DOMINIO di ESCLUSIVA PROPRIETA'

    ALTRO NON PUO' ESSERE CHE: UN DILETTANTE:

    o SI UTILIZZANO SERVIZI TOTALMENTE FREE
    o SI PAGA TUTTO.

    LE COSE A META' LE FANNO SOLO GLI INESPERTI.

    Un Saluto


    - Scritto da: Stefano
    > > 3) mwizard.net ( che è l'azienda che gli
    > ha
    > > REGALATO IL DOMINIO: www.risorse.net, in
    > > cambio dello spazio fisso nella home page)
    >
    > Peccato che il server non sia di mwizard e
    > che mwizard li paghi Sorride
    >
    > Saluti.
    >
    > Stefano.
    non+autenticato
  • non sai nemmeno usare WHOIS!!!!

    non dico chissà cosa, ma il WHOIS!

    Come lo gestisci 'sto network da 2,7 milioni di siti?

    cut&paste dal whois
    Risorse.NET
    Organization: Abbate Alessandro
    address: XXXXXX

    etc etc.

    adesso, chi è il dilettante tra voi due?
    non+autenticato
  • Vai a dormire, fessacchitto,
    invece di aggrapparti al whois,
    che sa usare anche mia nonna

    come spieghi cio':

    e gli UNICI SPAZI BANNERS che ha sul server sono:

    1) linkexchange.com ( con il quale SCAMBI BANNER,
    MA NON GUADAGNI UNA LIRA )

    2) bpath.com ( che è un altro circuito DI SCAMBIO BANNER GRATUITO )




    - Scritto da: Min
    > non sai nemmeno usare WHOIS!!!!
    >
    > non dico chissà cosa, ma il WHOIS!
    >
    > Come lo gestisci 'sto network da 2,7 milioni
    > di siti?
    >
    > cut&paste dal whois
    > Risorse.NET
    > Organization: Abbate Alessandro
    > address: XXXXXX
    >
    > etc etc.
    >
    > adesso, chi è il dilettante tra voi due?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max
    > Vai a dormire, fessacchitto,

    qui di fessi ne vedo soltanto uno: TU

    > invece di aggrapparti al whois,
    > che sa usare anche mia nonna

    ma evidentemente tu no.
    magari tua nonna ne capisce più di te A bocca apertaD

    > come spieghi cio':
    >
    > e gli UNICI SPAZI BANNERS che ha sul server
    > sono:
    >
    > 1) linkexchange.com ( con il quale SCAMBI
    > BANNER,
    > MA NON GUADAGNI UNA LIRA )

    se gestisci un network da 2,7 milioni (ne dubito) saprai bene che scambiare visite con altri siti è alla base di una crescita seria: non spendi una lira, ma ti fai cmq pubblicità.
    io dubito sempre più che tu sia in grado di gestire qualcosa che non sia l'ennesimo sitarello amatoriale su dragon ball...

    > 2) bpath.com ( che è un altro circuito DI
    > SCAMBIO BANNER GRATUITO )

    vedi sopra.

    mai sentito parlare di pubblicità sulle mailing list? o tu hai 2,7 milioni di impression sul network e non riesci a vendere nemmeno una lira sulle tue liste? eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max

    > visto che ha ottenuto il dominio GRATIS da
    > mwizard.net,
    > una persona che paga il server
    > NON AVENDO IL DOMINIO di ESCLUSIVA PROPRIETA'

    Ma sei in grado di fare un Whois sul dominio? Non mi sembra tanto difficile...
    non+autenticato
  • TU DI SICURO LO SEI PIU' DI CHI HA SCRITTO L'ARTICOLO.

    Ora ti diamo la medaglia visto che sai usare il whois, che sa usare anche mia nonna.

    Caro Bamboccio,
    lo sapevi che i domini si possono trasferire
    con il passare del tempo?


    - Scritto da: andrea
    > - Scritto da: Max
    >
    > > visto che ha ottenuto il dominio GRATIS da
    > > mwizard.net,
    > > una persona che paga il server
    > > NON AVENDO IL DOMINIO di ESCLUSIVA
    > PROPRIETA'
    >
    > Ma sei in grado di fare un Whois sul
    > dominio? Non mi sembra tanto difficile...
    non+autenticato
  • > Ora ti diamo la medaglia visto che sai usare
    > il whois, che sa usare anche mia nonna.

    Fatti spiegare da lei allora come usarloSorride))

    > Caro Bamboccio,
    > lo sapevi che i domini si possono trasferire
    > con il passare del tempo?

    Certo... ma non vedo dove tu hai trovato le prove di questa cessione gratuita del dominio... mah...
    CMQ vorrei vedere uno dei tuoi network da 3 milioni... magari il prossimo articolo lo scriverai tu.
    non+autenticato
  • Mi sovvengono 2 domande:

    1- sarei proprio curioso di vedere questo sito, pardon, questo "network di siti" da 2.700 mila impressions mensili... che significa "gestire?"...
    Che l'hai fatto tutto tu conle tue manine?...

    2- non è che x caso ti rode il fondoschiena xché questi articoli non hanno chiseto a te di scriverli?...

    Sarà...
    Ma chi aggredisce e insulta così aggratis come tu sai fare tanto bene fa pensare 2 cose:
    1- che non è persona molto civile ed educata
    2- che anche se avesse ragione, ad alzare la voce passa automaticamente dalla parte del torto...

    Cheers...
    non+autenticato
  • ...MA LA REALTA' è BEN DIVERSA AMICO MIO.

    IO sono un Web Master, Web designer, Web surfer
    e Web Promoter ( o marketing director se lo preferisci ).

    Gestisco un network di siti che totalizza
    2.700.000 impressions mensili, percui
    PENSO DI POTER RISPONDERE A TE e a tutti
    i "professorini" che SCRIVONO TANTO PER...

    LE PAROLE SONO UNA COSA,
    LA REALTA' DEI FATTI è UN'ALTRA.

    Ora capisco perche' il mercato della pubblicita'
    on-line e' in crisi...
    ...perche' E' PIENO DI GENTE CHE SA SOLO PARLARE:

    BLA....BLA....BLA.....

    Prova a sottoporre un sito ad una concessionaria
    italiana e vedi:

    1) SE ACCETTANO IL TUO SITO (N.B. sono in grado di non accettarti anche website da 800.000 impressions mensili)

    2) LA QUANTITA' DI SPAZI VENDUTI & INVENDUTI,
    se riescono a venderti + del 10% del totale delle
    impressions che il tuo sito totalizza,
    vai in chiesa e RINGRAZIA LA MADONNA.

    3) Quanto guadagni lavorando con loro ( NADA = NIENTE, NON TI COMPRI NEPPURE UN VESTITO DECENTE )

    Quindi caro Alessandro,
    INVECE DI FARVI I FIGHETTI DELLA NEW ECONOMY,
    scrivendo articoli o indicando TENDENZE e statistiche
    CHE PUNTUALMENTE VI CROLLANO nel giro di UNA SETTINAMA

    ed illudendo quei poveri webmaster alle prime armi che sperano di comprarsi
    la Ferrari grazie alla pubblicita' sul loro sito

    VISTO CHE NON CAPITE UN C***O
    su come funziona la rete e la pubblicita'
    in Italia,

    EVITATE DI PARLARE, GENTE CHE PARLA
    IN ITALIA CE NE PURE TROPPA.

    I FATTI, SERVONO I FATTI & PERSONE CAPACI.

    LE PAROLE NON SERVONO A NULLA...
    non+autenticato

  • Max, il tuo intervento e' sacrosanto , quello che dici e' verissimo, io mi sono occupato di gestire i contatti di un mio cliente con una concessionaria e confermo tutto quello che dici ...

    non+autenticato
  • > Quindi caro Alessandro,
    > INVECE DI FARVI I FIGHETTI DELLA NEW ECONOMY,
    > scrivendo articoli o indicando TENDENZE e
    > statistiche
    > CHE PUNTUALMENTE VI CROLLANO nel giro di UNA
    > SETTINAMA
    >
    > ed illudendo quei poveri webmaster alle
    > prime armi che sperano di comprarsi
    > la Ferrari grazie alla pubblicita' sul loro
    > sito

    Scusa, io premetto subito che non scrivo per fare il fenomeno, e le mie opinioni valgono per la mia poca esperienza quindi: 3 anni di web e studi di finanza, scrivo per confrontarmi con qualcuno visto che in 3 anni non l'ho mai fatto.

    Per me le new economy non esiste ancora, esiste un sitema di speculazione, vecchio come il cucco, che permette guadagni investendo in borsa e giocando con su e giù di borseaffari-nasdaq-ecc.
    Queste operazioni servono a finanziare questa nuova economia che verrà.

    La pubblicità come è comcepita oggi su www non ha molte speranze di far guadagnare webmasters senza possibilità economiche.

    Poi una cosa che non ho mai capito, e colgo l'occasione per chiedere "consulenza":

    non ho una lira, ho un sito apprezzato su virtualave (noto free-hosting), 2.000 contatti al giorno, una precentuale di click sui banner di ***circuito free**.net spaventosa,credo (viaggia su 7%), tutti nuovi utenti di internet, sottopongo il sito a un doppio click e non mi cag**no, cosa devo pensare?
    a se avessi quei 5 milioni per un server
    .... un dominio
    .... a bi bo,

    allora forse il mio sito, che è migliore 100 volte di quelli dello stesso genere, che lo stesso circuito propone su virglio ad esempio, verrebbe accettato. Per non parlare di altavistaSorride

    Da come la vedo io, su www contano prima soldi e conoscienze, insomma fare un sito del cappero è più vantaggioso che farne uno bello ma senza un lira in tasca e senza una conoscenza.

    Tu mi dirai forse: ma se hai un'idea buona poi non ti ferma nessuno ....

    Io non metterei mai on line un'idea buona per poi vedere che uno con più possiblità economiche e conoscenze di me la usa con successo. Per ora le tengo in canna e studio tutto, e se le cose vanno avanti cos'ì gliela darò su direttamente. Almeno ci ho provato.

    Per quel che riguarda l'editore delgi articoli, le competenze non posso giudicarle certo io, a me basta leggere pensare. Cmq quando dice che bisogna elaborare strategie di per farsi conoscere, ci azzecca, visto lo dice su un sito non suo.

    ciao


    > I FATTI, SERVONO I FATTI & PERSONE CAPACI.

    Si posto che senza idee non vai da nessuna parte.
    Peccato che nessuna azienda ancora assuma uno solo per le idee, ma ci penseranno credo.

    > LE PAROLE NON SERVONO A NULLA...



    non+autenticato
  • Oggi senza una strategia di marketing che tenga conto dell'assoluta importanza della comunicazione, quindi del 'feedback' che se ne riceve, è quasi impossibile distinguersi ed evitare di essere anonimi nel Web...
    Purtroppo la maggior parte degli esperti conosce male la lingua italiana, ed io mi chiedo come possano perfezionare una comunicazione efficace quando non conoscono gli elementi base e le strategie della comunicazione efficace, che si imparano dopo anni di corsi impegnativi.
    " Informare " è diverso dal " Comunicare " !
    E soprattutto non ci si improvvisa esperti Web senza tale fondamentale e necessaria esperienza.
    non+autenticato

  • Ho deciso di risponderti per farti notare che, parlare di e-markenting non vuol dire lavorare da soli.
    La collaborazione tra uffici (o responsabili vedi tu!) è indispensabile.
    Iniziare dicendo "tu non sai scrivere quindi non puoi comunicare" è molto riduttivo, non è collaborazione!
    Ti consiglio di leggerti le regole di base del brainstorming. Scoprirai che la migliore idea non deve per forza venire da chi parla e scrive molto bene!
    Alessandro
    non+autenticato