Intel svela i chipset next gen

Il chipmaker spiffera nuove informazioni sulla sua prossima famiglia di chipset, la 3 Series, dedicata all'attuale e alla prossima generazione di CPU Core. Alcuni modelli supporteranno DirectX 10 e trusted computing

Hannover - Intel ha sfruttato la ribalta del CeBIT per rivelare nuovi dettagli sulla propria famiglia di chipset di nuova generazione Bearlake, ora ufficialmente battezzata 3 Series. Di questa famiglia faranno inizialmente parte i modelli G31, G33, G35, Q33, Q35, P35 e X38, di cui i primi cinque integrano un processore grafico.

I nuovi chipset, di cui parla estesamente Heise Online in questo articolo, arriveranno sul mercato a partire da maggio, ma alcuni si sono già visti in campioni di motherboard mostrate alla fiera hi-tech.

La caratteristica più saliente dei chipset 3 Series sta nel supporto ai futuri processori a 45 nanometri, attesi per la fine dell'anno: la congettura di Heise è che il "3" contenuto nel nome della famiglia di chippetti si riferisca alle CPU "Core 3".
Tra le altre novità dei nuovi chipset, alcune presenti solo in certi modelli, vi saranno il supporto alle memorie DDR3, al front-side bus a 1.333 MHz, alla tecnologia di caching Turbo Memory (anche nota con il nome in codice Robson), alla tecnologia di management vPro, e a quella di sicurezza Trusted Execution (un tempo nota come LaGrande). Quest'ultima, oltre a fornire supporto hardware alla cifratura dei dati, implementa il controverso chip Trusted Platform Module utilizzabile per bloccare l'accesso non autorizzato a contenuti protetti da copyright.

Il giornale tedesco ricorda inoltre che alcuni dei nuovi chipset con grafica integrata supporteranno le DirectX 10 e, attraverso degli appositi driver, la riproduzione di film in formato Blu-ray e HD DVD.

Il chipset più "pompato" della famiglia 3 Series sarà l'X38, diretto erede dell'attuale 975X indirizzato ai PC di fascia alta e alle workstation a singolo socket. Questo sarà uno dei primi chipset ad implementare la giovane specifica PCI Express 2.0, che porta l'ampiezza di banda del bus a 5 Gbit per secondo.
12 Commenti alla Notizia Intel svela i chipset next gen
Ordina
  • vi mettiamo un po' di transistor per accelerare il video (cosa inutile visto che c'e' la scheda video e il bus dati e' iperveloce) ma vi piazziamo palladium, a me frega relativamente perche' apple non aderisce al consorzio trusted computing (a differenza di altre 240 aziende) ma so ca**i vostri cari winari

    Fan Apple
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ma
    > so ca**i vostri cari winari

    Perchè cosa succederebbe precisamente?
    In attesa di lumi.
    non+autenticato
  • Ehh quanta fretta! Aspetta Macinino, sarai servito anche tu se il DRM di Jobs non ti basta ancora!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > vi mettiamo un po' di transistor per accelerare
    > il video (cosa inutile visto che c'e' la scheda
    > video e il bus dati e' iperveloce) ma vi
    > piazziamo palladium, a me frega relativamente
    > perche' apple non aderisce al consorzio trusted
    > computing (a differenza di altre 240 aziende) ma
    > so ca**i vostri cari winari
    >
    >
    > Fan Apple

    il problema e' che apple e' stata la prima a mettere il tc nei suoi computer intel (che sono pc a tutti gli effetti). il fatto che finora non lo hanno usato non vuol dire nulla, potrebbero mettersi a usarlo in futuro.
    non+autenticato

  • > il problema e' che apple e' stata la prima a
    > mettere il tc nei suoi computer intel (che sono
    > pc a tutti gli effetti). il fatto che finora non
    > lo hanno usato non vuol dire nulla, potrebbero
    > mettersi a usarlo in
    > futuro.

    Sbaglio, o lo hanno rimosso?

    http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1735114
  • Quant'è vero, quant'è vero!
    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=47...
    I prodotti del 2007 "si dice" che ne siano privi, vediamo quanto ci si metterà a trovare il chip. Ma se è dentro un altro chip, camuffato da roba innocua, sarà dura stavolta trovarlo!!
    non+autenticato
  • Che forza oh, "sbaglio o lo hanno rimosso?"
    Non si sa se le macchine Apple del 2007 ne saranno davvero prive, esistono anche i chip civetta, è certo però che nessuno lo toglierà da tutte le macchine prodotte fin ora.
    Scaltra politica commerciale: produciamo un botto di Mac con il trust computing che odiano tutti, quando ciò sarà scoperto tutti i pecoroni compreranno un nuovo Apple da noi dichiarato privo dell'allegra "feature" (ma poi ce la mettiamo lo stesso, magari, tanto di chip fritz ne abbiamo un miliardo in magazzino)
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Che forza oh, "sbaglio o lo hanno rimosso?"
    > Non si sa se le macchine Apple del 2007 ne
    > saranno davvero prive, esistono anche i chip
    > civetta, è certo però che nessuno lo toglierà da
    > tutte le macchine prodotte fin
    > ora.
    > Scaltra politica commerciale: produciamo un botto
    > di Mac con il trust computing che odiano tutti,
    > quando ciò sarà scoperto tutti i pecoroni
    > compreranno un nuovo Apple da noi dichiarato
    > privo dell'allegra "feature" (ma poi ce la
    > mettiamo lo stesso, magari, tanto di chip fritz
    > ne abbiamo un miliardo in
    > magazzino)


    Il chip TPM era usato al solo scopo di impedire l'insallazione di Tiger OSX su sistemi diversi da quelli di apple, vieniva usato solo per quello scopo, poi l'hanno rimosso utilizzando un'altro metodo, ma non ci metto la mano sul fuoco.

    Cmq sia i futuri processori implementeranno questa teconolgia, quindi volento o no c'è l'ho troveremo dentro. Però bisogna vedere se ci saranno software che sfrutterano tale cose però
    Sgabbio
    26178
  • ahah beh non faccio un processo alle intenzioni di Apple, il chip presente sulla stragrande maggioranza delle macchine di Cupertino dell'Era Intel è completo in tutte le sue funzioni, possono dire che lo hanno messo solo per contrastare l'installazione di un altro sistema operativo o per allontanare le negatività come il maestro Donascimento, ma c'è e bastano solo pochi bit di comando per cominciare a fargli azzannare chicchessìaOcchiolino
    Il futuro si prospetta apparentemente cupo per tutte le piattaforme, ma staremo a vedere... confido nei "mod chip" di consolara memoriaSorride
    non+autenticato
  • non ne fa parte ?
    non solo non ne fa parte ma e´ dei primi ad utlizzare palladio per impedire di usare macos su x86 non apple
    non+autenticato
  • Era ora mi chiedevo quando lo avrebbero implementato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Era ora mi chiedevo quando lo avrebbero
    > implementato

    Pensa che bello quando i MacBook avranno questi processorini a bordoA bocca aperta

    Fan AppleFan AppleFan Apple

    potrò proteggermi i pornazzi da occhiali indiscreti PirataPirataPirata
    non+autenticato