No, nessun cracking per Xbox Live

Alcuni utenti del servizio di gaming Microsoft avevano denunciato il furto della propria identità digitale e di dati sensibili come quelli della carta di credito. BigM indaga e spiega: non c'è stato alcun cracking

Redmond (USA) - Dopo aver investigato sulle presunte frodi avvenute di recente su Xbox Live e Bungie.net, ieri Microsoft ha fatto sapere che non ci sono prove del fatto che la sicurezza dei propri network di gaming online sia stata compromessa.

Nelle scorse settimane alcuni utenti dei due servizi hanno raccontato, su forum e altri gruppi di discussione, che un cracker sarebbe riuscito a penetrare nei loro account e rubare informazioni sensibili, tra le quali il numero della carta di credito. A tuttoggi, però, non è chiaro come questo sia potuto succedere.

Sul blog dello staff di Xbox Live si afferma che "si tratta di incidenti isolati" e che il furto dei dati sensibili sarebbe avvenuto non bypassando o bucando la sicurezza di Xbox Live, ma utilizzando tecniche di social engineering finalizzate a raccogliere quanti più dati possibile su un certo utente: questi dati sarebbero poi stati usati da ignoti malfattori per guadagnare l'accesso all'account della vittima.
"Questa è l'occasione giusta per ricordare ai nostri iscritti che non dovrebbero mai rivelare le loro informazioni personali", si legge sul post, in cui viene anche linkato un documento PDF contenente una guida su come proteggersi dai ladri d'identità.

Utenti rassicurati? Non del tutto, a quanto pare. Sono molti gli utenti che stanno chiedendo come poter cancellare il numero di carta di credito dal proprio account.

L'emergere di dubbi e timori relativi alla sicurezza di Xbox Live arriva per altro nel momento meno opportuno per Microsoft, che proprio negli scorsi giorni ha annunciato l'estensione del proprio servizio di gaming online agli utenti di PC.
6 Commenti alla Notizia No, nessun cracking per Xbox Live
Ordina
  • Pure nei siti in cui MS è riuscita a non far parlare del lancio di PS3 nel giorno in cui è avvenuto, XBox Live continua a ricevere meno attenzione di una ca.ata di mosca, proprio non ne frega niente a nessuno Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Castlevania Symphony of the Night è solo l'ultimo caso.

    In molti hanno segnalato la presenza nelle leaderboards di record impossibili (tutti da 1:03 minuti).

    I tempi per raggiungere quegli obiettivi di gioco si quantificano in ORE, non essendo accessibili da subito, inoltre, 1:03 minuti non sono abbastanza nemmeno per vedere una piccola frazione degli intermezzi (non skippabili) che ci sono nel gioco sino ad arrivare a dove sono stati fatti i record.

    Se non è cracking è di sicuro hacking... Mi rendo conto che MS è troppo impegnata a tempestare il mondo di marketing (la storia della 360 Elite il giorno dell'uscita della PS3, far apparire una 360 con tanto di logo istituzionale nella foto di anteprima della GUI di Apple TV su Engadget, etc, etc) ma come stanno sperimentando il marketing da solo, senza sostanza e unicità della piattaforma non può fare altro che stagnare le vendite...

    Inoltre con questa storia degli upgrade stanno creando una piattaforma costosissima e simil PC, con tutti i problemi del caso (come se gli scazzi con gli zoppicanti standard HDTV non fosse abbastanza).

  • - Scritto da: deltree
    > Castlevania Symphony of the Night è solo l'ultimo
    > caso.
    >
    > In molti hanno segnalato la presenza nelle
    > leaderboards di record impossibili (tutti da 1:03
    > minuti).
    >
    >
    > I tempi per raggiungere quegli obiettivi di gioco
    > si quantificano in ORE, non essendo accessibili
    > da subito, inoltre, 1:03 minuti non sono
    > abbastanza nemmeno per vedere una piccola
    > frazione degli intermezzi (non skippabili) che ci
    > sono nel gioco sino ad arrivare a dove sono stati
    > fatti i
    > record.
    >
    > Se non è cracking è di sicuro hacking... Mi rendo
    > conto che MS è troppo impegnata a tempestare il
    > mondo di marketing (la storia della 360 Elite il
    > giorno dell'uscita della PS3, far apparire una
    > 360 con tanto di logo istituzionale nella foto di
    > anteprima della GUI di Apple TV su Engadget, etc,
    > etc) ma come stanno sperimentando il marketing da
    > solo, senza sostanza e unicità della piattaforma
    > non può fare altro che stagnare le
    > vendite...
    >
    > Inoltre con questa storia degli upgrade stanno
    > creando una piattaforma costosissima e simil PC,
    > con tutti i problemi del caso (come se gli scazzi
    > con gli zoppicanti standard HDTV non fosse
    > abbastanza).

    Gli intermezzi, intendi i dialoghi ?
    Sgabbio
    26177
  • Gli intermezzi sono skippabili finendo il gioco la prima volta...almeno su PS1 era così...A bocca aperta
    non+autenticato
  • ...e' sempre incinta.
    Lo so che e' un modo di dire "politically scorrect" nei confronti del gentil sesso, ma d'altro canto "mater semper certa est".

    Nessun sistema di sicurezza potra' mai impedire ad un utente di causare a se stesso dei danni.
    Succede con linux, quando l'utente stufo di sudare, trova il modo di inserire la pwd di root automaticamente; succede quando il solito cretino parla al cellulare mentre "sfreccia" a 80km/h zigzagando tra la corsia di sorpasso e quella di marcia veloce; succede quando qualcun altro si perde il portafogli, il ladro gli telefona e con la faccia come il qlo dice "salve siamo della Banca di xxxx, e' stato rinvenuto il suo bancomat e dobbiamo disattivarlo, mi da il suo pin?".

    E che ci crediate o no, sono stato testimone di tutte queste allegre vicende.

    Lo chiamano "social engineering" ma se lo chiamavano "truffa" si capiva subito cos'era in realta'.

    >GT<
  • > Lo chiamano "social engineering" ma se lo
    > chiamavano "truffa" si capiva subito cos'era in
    > realta'.
    >
    > >GT<

    piano piano.

    il "social engineering" sta alla truffa come un programma di sniffing (tipo etheral) sta allo sfondamento di una rete.

    tutto sta a che scopo lo usi...

    altrimenti dovremmo chiamare "ladri" anche i fabbri che vanno in giro col piede di porco!

    Occhiolino
    non+autenticato