I videogiocatori esclusi rientrano se donano sangue

Accade in Cina dove i gestori di alcuni game massivi propongono ai gamers messi al bando un modo del tutto originale per poter rientrare e tornare a giocare

Pechino - Si sta parlando molto in rete di un singolare annuncio, ripreso da più parti, secondo cui il gestore cinese di un celebre videogame massivo online ha intenzione di aprire le porte nuovamente anche ai giocatori messi al bando per scorrettezze. Per rientrare dovranno però donare mezzo litro di sangue.

Non c'è nulla di vampiresco, però, nell'idea del Gruppo Moli, che gestisce diversi giochi online, tra cui Cabal (vedi immagine qui a lato): vuole stimolare la sensibilità dei giovani verso la donazione del sangue, vitale per la sanità cinese che, come accade in molti paesi, non ha sufficienti risorse ematiche per soddisfare la domanda.

La locandina del gameL'iniziativa nasce dopoché l'azienda ha cacciato dai propri server qualcosa come 120mila giocatori, colpevoli di aver violato la policy ricorrendo a software esterni per aumentare le qualità dei propri personaggi in gioco, un tipo di "hack" del massive multiplayer online estremamente diffuso.
Non è chiaro quanti di coloro che sono stati messi al bando abbiano partecipato al primo "appuntamento" per la donazione, né quanto a lungo sarà disponibile questa particolare "offerta". Parrebbe, comunque, che l'azienda sia disponibile ad accettare anche nuovi gamers gratuitamente, sempre che si facciano prelevare mezzo litro di sangue a testa.
34 Commenti alla Notizia I videogiocatori esclusi rientrano se donano sangue
Ordina
  • RISPONDO A QUELLE PERSONE CHE DICONO CHE CON LE TRASFUSIONI SI PRENDONO MALATTIE INFETTIVE:
    1*OGNI DONAZIONE VIENE CONTROLLATA CON ESAMI SPECIFICI CHE HANNO RIDOTTO NOTEVOLMENTE IL PERIODO DETTO FINESTRA DOVE UN EVENTUALE TEST NEGATIVO FOSSE IN VERITA'POSITIVO.
    2*UN DONATORE CORRETTO CHE HA AVUTO UN COMPORTAMENTO O EVENTO A RISCHIO E'TENUTO IN SEDE DI VISITA MEDICA A COMUNICARLO E VERRA MESSO IN SOSPENSIONE CON IN SEGUITO ESAMI DI RIENTRO NEL MASSIMO DELLA PRIVACY.
    3*IL SANGUE MOLTE VOLTE E' UN SALVAVITA PER POLITRAUMA,INTERVENTI CHIRURGICI, PATOLOGIE, A VOI LA SCELTA SE RISCHIARE UN MINIMO O ESSERE CERTI DELLA FINE.......
    4*PRIMA DI PARLARE MEGLIO INFORMARSI DI QUANTA GENTE NEGLI ULTIMI ANNI ( IN PAESI CON UN SISTEMA SANITARIO EFFICENTE, COMPRESO L'ITALIA) HA CONTRATTO MALATTIE RISALENTI A TRASFUSIONI VISTO CHE IL TUTTO E' RINTRACCIABILE PER EVENTUALI INDAGINI PER OLTRE 10 ANNI!!!!
    non+autenticato
  • iniziativa stupida e senza senso, anzi, piuttosto pericolosa se pensiamo che il 30% di malati di aids se la prendono per donazioni -.-
    Bell'iniziativa! ...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > iniziativa stupida e senza senso, anzi, piuttosto
    > pericolosa se pensiamo che il 30% di malati di
    > aids se la prendono per donazioni
    > -.-
    > Bell'iniziativa! ...

    Quindi non doniamo più sangue e risolviamo il problema dell'AIDS?
    Ma va va va...

    Se indichi la luna, lo stupido guarderà il dito...

  • - Scritto da: teddybear
    >
    > - Scritto da:
    > > iniziativa stupida e senza senso, anzi,
    > piuttosto
    > > pericolosa se pensiamo che il 30% di malati di
    > > aids se la prendono per donazioni
    > > -.-
    > > Bell'iniziativa! ...
    >
    > Quindi non doniamo più sangue e risolviamo il
    > problema
    > dell'AIDS?
    > Ma va va va...
    >
    > Se indichi la luna, lo stupido guarderà il dito...


    invece e' giusto! del resto lo sanno tutti che l'astinenza e' la migliore prevenzione!

    abbiamo il nuovo futuro ministro della sanita'...
  • caspita quanto correte... ma perchè siete sempre cosi' nervosi? in un forum si scambiano idee su non prendetevela Occhiolino

    Ovviamente non intendevo dire che non si debba piu' donare il sangue, anche se c'è chi non esclude il fatto che l'aidsl non sia mai esistita, ma quelli sono problemi suoi.

    Ma conoscendo i rischi la donazione di sangue si fa quando è necessario,non per gioco.

    Non dimenticate che si sta parlando di un game, non della sanità globale Annoiato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > caspita quanto correte... ma perchè siete sempre
    > cosi' nervosi? in un forum si scambiano idee su
    > non prendetevela
    >Occhiolino
    >
    > Ovviamente non intendevo dire che non si debba
    > piu' donare il sangue, anche se c'è chi non
    > esclude il fatto che l'aidsl non sia mai
    > esistita, ma quelli sono problemi
    > suoi.
    >
    > Ma conoscendo i rischi la donazione di sangue si
    > fa quando è necessario,non per
    > gioco.
    >
    > Non dimenticate che si sta parlando di un game,
    > non della sanità globale
    >Annoiato

    Credo che esaminao il sangue prima di metterlo a disposizione, non credi?
    non+autenticato

  • > Credo che esaminao il sangue prima di metterlo a
    > disposizione, non credi?

    Alla faccia dell'ignoranza!

    http://www.avis.it/usr_view.php?ID=1460

    Sveglia, siamo nel terzo millennio...
    non+autenticato

  • > Ma conoscendo i rischi la donazione di sangue si
    > fa quando è necessario,non per gioco.

    Uh?

    La *trasfusione* si fa quando è necessario.

    La *donazione* si fa quando si è in buona salute, per aiutare chi ne ha bisogno.


    L'iniziativa in sè è criticabile perché la donazione dovrebbe essere libera e volontaria, mai coartata... però è anche vero che questo potrebbe essere un metodo (alternativo alla re-iscrizione al gioco usando un altro IP, immagino) per incuriosire e spingere alla donazione soggetti che diversamente non avrebbero mai preso l'iniziativa da soli.

    E ovviamente va considerato che i principi di cui sopra (spontaneità, gratuità, etc.) valgono in Italia ma non necessariamente all'estero, dove infatti spesso e volentieri il sangue viene *venduto*, per soldi.

    Ah, ovviamente noi da quei Paesi *importiamo* sangue (o comunque prodotti emoderivati), perché naturalmente le scorte raccolte da AVIS e similari non bastano al fabbisogno nazionale.

    E... indovinate un po', quali sono le categorie di persone che hanno maggiormente bisogno di soldi, e quindi sono più facilmente spinte a vendere il proprio sangue? Proprio le categorie più "a rischio" (tossicodipendenti, barboni, etc.) dal punto di vista sanitario.


    Ora, chiunque pensi che le trasfusioni siano "pericolose" (cosa peraltro oggi non vera, perché i casi di contagio sono antecedenti alla piena scoperta di certe malattie, perciò era ovvio che non si potesse controllare ciò che non si conosceva) è caldamente invitato a riflettere sul fatto che il sangue comprato all'estero non offre le stesse garanzie di quello italiano.

    E ad agire di conseguenza.
    (leggasi: alzare il sedere e informarsi su come diventare donatore)


    non+autenticato
  • - Scritto da:


    > L'iniziativa in sè è criticabile perché la
    > donazione dovrebbe essere libera e volontaria,
    > mai coartata...

    Nessuno li obbliga.
    Qui in italia ti danno un giorno di "ferie" se doni il sangue. Li in cina, ti danno una seconda possibilità IN UN GIOCO...

    Cioè... UN GIOCO... se non lo vuoi fare, non lo fai, non muori certo ne per un giorno di ferie in meno, ne per non aver giocato online...

    Ci sono paesi in cui se doni sangue regolamente (leggasi 4 volte all'anno, secondo le regole italiane) hai sconti sull'assicurazione sanitaria (sarà perchè ti tengono meglio d'occhio? Boh)

    Ci sono paesi in cui se doni sangue non paghi le tasse per la patente.

    Ma nessuno ti obbliga.

    In certi posti invece donare sangue è obbligatorio.

  • > > L'iniziativa in sè è criticabile perché la
    > > donazione dovrebbe essere libera e
    > > volontaria, mai coartata...
    > Nessuno li obbliga.

    In linea di massima sono d'accordo col tuo discorso, ma il principio è proprio che la donazione deve essere totalmente "libera e consapevole".
    Quindi non solo non si deve "costringere", ma non si deve neppure forzare, in alcun modo (inclusa la promessa di "perdoni" che coloro che non donano non avranno), la volontà delle persone.

    Questo ANCHE perché altrimenti si vanifica il principio dell'autoastensione, quello cioè secondo cui chi ritiene di aver tenuto un comportamento a rischio è TENUTO a "non" donare.
    Ad esempio, su questa linea ho letto più volte (e condivido) il consiglio di non recarsi a donare ad es. accompagnati dal partner, poiché questo potrebbe indurre il donatore a mentire sui comportamenti a rischio proprio per evitare che -magari vedendo che la donazione viene "rifiutata"- il partner stesso possa avere sospetti... ovviamente all'AVIS non interessa "coprire" alcun adulterio, ma solo ottenere la massima sincerità dagli aspiranti donatori. Cosa di cui dubiterei fortemente, se mi trovassi di fronte un game-addicted che ha truffato, e che pur di poter giocare ancora è disposto a dar via il proprio sangue. Devi anche tener conto che -a quanto ne so- culturalmente per i Cinesi la cessione del sangue rappresenta qualcosa di davvero scandaloso!



    > Qui in italia ti danno un giorno di "ferie" se
    > doni il sangue. Li in cina, ti danno una

    No no, non è un giorno "di ferie".
    E' una giornata di permesso, retribuita, che viene in parte dedicata alla donazione stessa ed in parte al ristoro (tieni conto che dopo la donazione è fortemente sconsigliato tenere comportamenti faticosi e stressanti, ho visto personalmente le conseguenze cui si espone chi vuole fare oltremodo il gradasso).

    In altre parole, nella giornata di riposo (ora art.8 L.209/05; cfr. prima artt.13 e 14 L.109/90) non puoi fare quello che vuoi (come nei giorni di ferie) ma sei *tenuto* a riposarti.
    Inoltre: se il donatore viene ritenuto "non idoneo" deve andare a lavorare normalmente, ma non è tenuto al recupero del tempo "perso", quindi la libertà decisionale è in parte rispettata.


    > Ci sono paesi in cui se doni sangue
    > regolamente (leggasi 4 volte all'anno, secondo
    > le regole italiane) hai sconti

    Qui, col riferimento alle regole italiane, ti sbagli: 4 volte all'anno è IL MASSIMO consentito per legge (min. 90 gg. tra una donazione all'altra), poi ad ogni donatore viene attribuito un indice di donazioni annue (anche differenziato per tipo di donazione), che solo in soggetti maschi in perfetta salute è di 4 donazioni annue, di norma credo che sia 2.

    Detto questo, se ricordo bene, per essere considerati "donatori regolari" ai fini AVIS è sufficiente aver effettuato una donazione negli ultimi 2 anni. Potrei peraltro sbagliarmi, dato che per mia fortuna rientro nella categoria dei "maschi in perfetta salute" di cui sopra Imbarazzato



    > sull'assicurazione sanitaria (sarà perchè
    > ti tengono meglio d'occhio? Boh)

    Questo sicuramente (ad ogni donazione si fanno gli esami di base, ed ogni tot donazioni quelli più specifici, vantaggio non da poco); aggiungi che ogni donazione fa (detratti i costi) "risparmiare" un bel po' di soldi al SSNN.

    Alcuni dati (impressionanti per il costo a sacca) sono disponibili proprio nell'editoriale dell'ultimo Corriere AVIS.

    Resta il fatto che non tutti possono donare, ed alcuni è meglio (per tutti) che non lo facciano, quindi una simile agevolazione potrebbe essere considerata discriminatoria...



    > Ci sono paesi in cui se doni sangue non paghi > le tasse per la patente.

    Perplesso
    Questa mi mancava, e alla luce di quanto sopra non lo ritengo neppure affatto corretto (il vantaggio promesso è del tutto eterogeneo rispetto al contributo dato).



    > Ma nessuno ti obbliga.
    > In certi posti invece donare sangue è
    > obbligatorio.

    Anche questa mi mancava... a quali Paesi ti riferisci?
    Un obbligo del genere, oltre che profondamente "ingiusto", mi sembra anche parecchio autolesionistico.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > iniziativa stupida e senza senso, anzi, piuttosto
    > pericolosa se pensiamo che il 30% di malati di
    > aids se la prendono per donazioni
    > -.-
    > Bell'iniziativa! ...

    certo che di fole te ne bevi eh
    non+autenticato
  • Infatti, se non ci fossero donatori gli ospedali praticamente potrebbero chiudere. Io dono con l'AVIS, ma non lavorando non ho nemmeno un giorno di ferie. L'unica cosa che ci guadagno è il panino (GNAM). Comunque sia sono contento: donare il sangue fa bene alla salute, perchè rinnovare il sangue fa bene e perchè sono sempre controllato (anche se qualcuno dice che in alcuni paesi ti controllano di più, anche così mi controllano meglio che a non donarlo mai!). Im più fa bene alla coscienza, non è che se fai del bene gratis ti devi sentire per forza un pirla, anzi!

    E comunque il primo commento è privo di senso...
    non+autenticato
  • chissà che divertimento, eh?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > chissà che divertimento, eh?

    In un Paese da un miliardo e 306 milioni di abitanti rimane una percentuale irrisoria.
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > In un Paese da un miliardo e 306 milioni di
    > abitanti rimane una percentuale
    > irrisoria.

    se magari ti limitassi a contare i videogiocatori che giocano a quei particolari giochi, forse potresti fare un discorso un filino più sensato, eh...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    >
    > > In un Paese da un miliardo e 306 milioni di
    > > abitanti rimane una percentuale
    > > irrisoria.
    >
    > se magari ti limitassi a contare i videogiocatori
    > che giocano a quei particolari giochi, forse
    > potresti fare un discorso un filino più sensato,
    > eh...

    Allora 1 miliardo... A bocca aperta
    non+autenticato
  • I giocatori di MMORPG sono nerd, il sangue dei nerd è assolutamente inadatto alle trasfusioni. Inoltre alla vista degli aghi, i nerd svengono.
    non+autenticato
  • > I giocatori di MMORPG sono nerd, il sangue dei
    > nerd è assolutamente inadatto alle trasfusioni.

    Vallo a dire a chi ne ha bisogno...

    > Inoltre alla vista degli aghi, i nerd
    > svengono.

    Spero vivamente che tu non abbia mai bisogno di una trasfusione.

  • - Scritto da: JoJo79

    > Spero vivamente che tu non abbia mai bisogno di
    > una
    > trasfusione.

    Il giorno in cui ne avrò bisogno rischio che mi ridiano il mio. Vado regolarmente a donare il sangue, 4 volte l'anno.

    Ma io sono sportivo, mangio bene, sono in forma e posso permettermelo. Non sono un nerd sfigato pieno di brufoli che si ciba di merendine.
    non+autenticato

  • - Scritto da: JoJo79
    > > I giocatori di MMORPG sono nerd, il sangue dei
    > > nerd è assolutamente inadatto alle trasfusioni.
    >
    > Vallo a dire a chi ne ha bisogno...
    >

    Chi ne ha bisogno può avere il mio. Sono un donatore di sangue regolare, e non sono un nerd cicciobrufoloso e pallido col sangue color piscio.

    Sono un vero jock, faccio sport e sono atletico, la mia alimentazione è sana ed equilibrata e non ho un filo di grasso.

    Io non me ne sto in cantina a ricompilare kernel o altre scemenze, sono attivo e faccio volontariato. Cose vere, cose fisiche, non stupidaggini da nerd.
    non+autenticato

  • > Chi ne ha bisogno può avere il mio. Sono un
    > donatore di sangue regolare, e non sono un nerd
    > cicciobrufoloso e pallido col sangue color
    > piscio.
    >


    Quoto. Anch'io sono un donatore regolare.

    Noi Persone Vere facciamo veramente cose utili per la comunità, non come i nerd che sono convinti che le loro futili imprese informatiche abbiano un qualche valore.

    Nerd nel cesso. Lunga vita ai jocks.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > > Chi ne ha bisogno può avere il mio. Sono un
    > > donatore di sangue regolare, e non sono un nerd
    > > cicciobrufoloso e pallido col sangue color
    > > piscio.
    > >
    >
    >
    > Quoto. Anch'io sono un donatore regolare.
    >
    > Noi Persone Vere facciamo veramente cose utili
    > per la comunità, non come i nerd che sono
    > convinti che le loro futili imprese informatiche
    > abbiano un qualche
    > valore.
    >
    > Nerd nel cesso. Lunga vita ai jocks.

    Sei un jock, cioè sei un montanaro scozzese?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: JoJo79
    > > > I giocatori di MMORPG sono nerd, il sangue dei
    > > > nerd è assolutamente inadatto alle
    > trasfusioni.
    > >
    > > Vallo a dire a chi ne ha bisogno...
    > >
    >
    > Chi ne ha bisogno può avere il mio. Sono un
    > donatore di sangue regolare, e non sono un nerd
    > cicciobrufoloso e pallido col sangue color
    > piscio.
    >
    > Sono un vero jock, faccio sport e sono atletico,
    > la mia alimentazione è sana ed equilibrata e non
    > ho un filo di
    > grasso.
    >
    > Io non me ne sto in cantina a ricompilare kernel
    > o altre scemenze, sono attivo e faccio
    > volontariato. Cose vere, cose fisiche, non
    > stupidaggini da
    > nerd.

    Se fai volontariato e poi scrivi queste cose è tutto tempo perso...
    non+autenticato

  • > > Io non me ne sto in cantina a ricompilare kernel
    > > o altre scemenze, sono attivo e faccio
    > > volontariato. Cose vere, cose fisiche, non
    > > stupidaggini da
    > > nerd.
    >
    > Se fai volontariato e poi scrivi queste cose è
    > tutto tempo
    > perso...

    Aaaah, ma io ho tempo libero che non devo trascorrere in qualche cantina buia e umida. Così ogni tanto vado su qualche forum per ricordare a tutti i nerd perdenti che c'è un mondo, là fuori, di cui hanno deciso di non far parte, coscientemente o per inadeguatezza.

    Questo mondo è il regno delle Persone Vere, che non vivono in qualche cyberspazio da geek.

    Che soddisfazione essere qua fuori, al sole e all'aria aperta, a godersi tutte quelle cose che i nerd non potranno avere mai. Restate nei vostri buchi, piccoli nerd, restate lì e consumatevi nella vostra miseria!
    non+autenticato

  • > > Io non me ne sto in cantina a ricompilare kernel
    > > o altre scemenze, sono attivo e faccio
    > > volontariato. Cose vere, cose fisiche, non
    > > stupidaggini da
    > > nerd.
    >
    > Se fai volontariato e poi scrivi queste cose è
    > tutto tempo
    > perso...

    WHOOOOOOSH!

    Questo è il rumore dell'ironia che vola sopra la tua testa come la freccia di Guglielmo Tell.
    non+autenticato


  • > Chi ne ha bisogno può avere il mio. Sono un
    > donatore di sangue regolare, e non sono un
    > nerd cicciobrufoloso e pallido col sangue
    > color piscio.
    > Sono un vero jock, faccio sport e sono
    > atletico, la mia alimentazione è sana ed
    > equilibrata e non ho un filo di grasso.

    LOL, e chissene...
    Se tu fossi un donatore vero sapresti che questi dettagli non hanno la minima influenza sulla donazione.

    L'alimentazione non c'entra nulla, al max è meglio non abbuffarsi nelle 12 ore precedenti (in genere si consiglia di fare una colazione "leggera" prima della donazione, e ovviamente bere molti liquidi dopo). L'importante è non abusare di alcool e non fare assolutamente uso di droghe... ma queste regole sono valide indipendentemente dall'essere donatori o meno.


    PS: gruppo?
    non+autenticato

  • > LOL, e chissene...
    > Se tu fossi un donatore vero sapresti che questi
    > dettagli non hanno la minima influenza sulla
    > donazione.
    >

    Se sei un debole e anemico nerd sfigato non puoi donare sangue. E comunque, i nerd sfigati hanno paura degli aghi.

    > L'alimentazione non c'entra nulla

    Seeee, come no.

    >
    > PS: gruppo?

    A+
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)