Ogg Vorbis 1.0 è qui per sfidare tutti

Dopo lunga attesa il progetto Ogg Vorbis sforna la versione 1.0 finale dell'omonimo codec audio open source che, secondo il boss del progetto, fa impallidire qualsiasi formato avversario

Ogg Vorbis 1.0 è qui per sfidare tuttiRoma - "The time has come", il tempo è arrivato, scrive un'entusiasta Emmett Plant, CEO di Xiph.org Foundation, nell'annunciare il rilascio della prima versione stabile di Ogg Vorbis 1.0. Ci sono voluti più di due anni di sviluppo per progettare e scrivere il codice alla base di questo giovane codec audio, codice che dal rilascio della prima release candidate di Ogg Vorbis 1.0 ha richiesto un altro anno di modifiche e affinamenti per giungere all'attuale release pubblica.

Questo ultimo parto del mondo open source, di cui Punto Informatico segue gli sviluppi fin dagli inizi, è un formato audio compresso le cui ambizioni sono quelle di competere con le tecnologie di nuova generazione che mirano a rimpiazzare l'ormai anziano MP3, fra cui l'MPEG4 audio e suoi derivati (AAC e TwinVQ), PAC, MPC, WMA, e non ultimo l'MP3Pro, il successore dell'MP3 rilasciato lo scorso anno.

La grande differenza rispetto ai formati appena citati è che Ogg Vorbis è completamente aperto, non proprietario e libero da royalty e brevetti. Lo scorso anno le sue librerie sono passate dalla licenza LGPL a quella BSD, una scelta tesa a favorirne l'adozione anche all'interno di prodotti commerciali.
Con il rilascio della versione 1.0 definitiva Xiph.org spera che il suo codec possa divenire la più seria alternativa ai formati commerciali, sia per gli utenti, oggi ancora in larga maggioranza legati al vecchio MP3, sia per l'industria, spesso costretta a pagare salate licenze per integrare nei propri prodotti tecnologie per lo streaming audio e video.

Ogg Vorbis potrebbe guadagnare ancor più attenzione grazie a Theora, il progetto nato dal recente accordo fra Xiph.org e On2 Technologies per lo sviluppo di una piattaforma di streaming che combini il codec audio Ogg Vorbis con il codec video VP3. In questo modo Ogg Vorbis si prefigura come importante avversario free non solo di MP3, WMA e altri noti formati audio, ma anche di complete soluzioni commerciali di streaming basate su tecnologie come MPEG4, DivX, Windows Media, ed altre ancora.

Il boss di Xiph.org, Emmett Plant, sembra pronto a dimostrare che il non profit può creare tecnologia all'avanguardia con una qualità persino superiore alle più blasonate soluzioni commerciali. Ecco alcune sue dichiarazioni... di guerra.
121 Commenti alla Notizia Ogg Vorbis 1.0 è qui per sfidare tutti
Ordina
  • Scusatemi ma nn ho capito una cosa: ogg vorbis è libero, mentre MP3 è un formato brevettato con il bisogno di una licenza per il suo utilizzo?
    Ciao a tutti e grazie
    non+autenticato
  • Non sono un super esperto, e chiedo scusa per l'ignoranza. E' un problema banale lo so, ma mi sta facendo diventar matto. Il mio Nero Burning (versione aggiornata: 6.3.1.6) non vuol saperne di masterizzare i file Ogg. Com'è possibile? C'è qualcosa che posso fare?
    Grazie a tutti
  • in modo da poter ricreare un CD-R (a partire da un file compresso) da poter ascoltare su una catena HI-FI e potere quindi fare qualche prova pseudo-seria?
    non+autenticato
  • senza plugin per nero non siamo capaci di fare molto eh? nell'attesa convertirlo in wave no?
    non+autenticato


  • - Scritto da: qweasdzxc
    > senza plugin per nero non siamo capaci di
    > fare molto eh? nell'attesa convertirlo in
    > wave no?

    sarebbe meglio di no, perchè convertire in wave non è un'operazione banale e genera risultati diversi a seconda del convertitore.
    Quindi il convertitore-plugin dovrebbe essere dello stesso produttore per tutti i file compressi, per omogeneità.
    non+autenticato
  • dello stesso produttore di cosa? del codec audio spero... beh, per ogg ci sono tutti gli strumenti rilasciati direttamente dagli sviluppatori...
    se tu pensi che un plugin di nero ti garantisca una qualita superiore ad altri strumenti solo perche lo fanno quelli della ahead, che nulla hanno a che fare col codec..
    non+autenticato
  • Sono un'amate della musica ed ho moltissimi dischi,
    sono felice di potermeli comprimere finalmente con un
    formato aperto, spero che i produttori di lettori
    cd, autoradio, "walkman" supportino questo formato!
    W ogg!
    non+autenticato
  • a parte che anche per MP3 esiste un progetto open source, comunque MP3 VBR a 160kbps ha qualità soggettivamente definita "CD" da panel di ascolto. Piaccia o non piaccia, le orecchie di quei signori erano buone quanto le nostre e le mie, che non distinguono la qualità dell'originale dal codificato MP3 (CD-R su lettore DVD contro originale su lettore CD ascoltati con cuffia di qualità del costo di 500 euro).
    Certamente l'estrazione digitale e la codifica richiedono cura. ma non poi più di tanto.
    La qualità dell'MP3 dipende dal modello psicoacustico e questo è in continua evoluzione senza che i decoder vengano intaccati.
    Per cui i file Mp3 suoneranno sempre un poco meglio e saranno sempre meno voluminosi, entro certi limiti.

    Volendo file ancora più compressi ma che suonano malino, (non a qualità soggettivamente CD) e avvicinandosi ai 64Kbps, MP3PRO e WMA vanno meglio di MP3.

    Non comprendo, aldilà dell'MPEG4 per il quale esiste apposito standard, dove voglia posizionarsi OGG VORBIS.
    probabilmente allo stesso livello di qualità di MP3 con minor data rate.

    Ma quand'anche OGG VORBIS suonasse come un MP3 VBR a 160k, utilizzandone solo 128 o 96.....dove si ascolta la musica così "splendidamente" codificata?

    su lettori a stato solido e CD player che non esistono al momento?
    su DVD player ancora da progettare?

    Su PC che hanno nella maggioranza dei casi una combinazione scheda+diffusori del costo di 20 euro con un sound da spiaggia anni 70?

    Ammettendo che uno scopo sia quello di scaricare musica legale da Internet per ascoltarsela sulllo stereo di casa, e ammesso che i programmi di CD-burning rilascino il plugin necessario per la creazione del CD audio, questo è un altro compressore lossy del quale proprio non si sentiva la necessità.

    non+autenticato
  • > a parte che anche per MP3 esiste un progetto
    > open source,

    un progetto opensource per mp3? fuori i link... lame e illegale in piu di un paese per questione di brevetti, ed e opinione comune che non sia possibile ottenere uno stream compatibile mp3 senza andare ad utilizzare i brevetti depositati, non ci sono scappatoie...

    > comunque MP3 VBR a 160kbps ha
    > qualità soggettivamente definita "CD" da
    > panel di ascolto.

    c'e chi non si accontenta di 160kbit, e sentono la differenza fino a 192 e anche di piu (io non me ne curo piu di tanto) inoltre ci sono encoder che encodano bene a 160, altri che encodano meno bene a 160... inoltre 160kbit possono essere troppi in alcune circostanze... come stream da associare ai comuni divx occupa troppo spazio, come file da mettere nei riproduttori a stato solido e troppo grande, ed e grandicello anche in ambito file sharing, e meglio avere uno stream che si sente uguale e usa 80kbit no?

    > Piaccia o non piaccia, le
    > orecchie di quei signori erano buone quanto
    > le nostre e le mie, che non distinguono la
    > qualità dell'originale dal codificato MP3
    > (CD-R su lettore DVD contro originale su
    > lettore CD ascoltati con cuffia di qualità
    > del costo di 500 euro).

    ok e allora? sono d'accordissimo, per me oltre 192 non si sente differenza... ma che centra? comunque uno stream da 500kbit multicanale puo fare comodo in ambiti particolari, sale di registrazione ecc, che ne so, e ogg comuque non e nato per rivaleggiare ad alti bitrate, e sempre stato impostato come alternativa all'mp3 con qualita superiore a bitrate inferiore
    ogg inoltre scala benissimo come nessun altro codec mi risulta, da 8 a 500kbit.. o cose di questo genere, ed e multicanale, e un gioiellino tecnologico ogg..

    > Certamente l'estrazione digitale e la
    > codifica richiedono cura. ma non poi più di
    > tanto.
    > La qualità dell'MP3 dipende dal modello
    > psicoacustico e questo è in continua
    > evoluzione senza che i decoder vengano
    > intaccati.

    la qualita dell'mp3 dipende ANCHE dal modello psicoacustico... e senno perche mp3pro e wma si sentono meglio di mp3 a parita di bitrate scusa?

    > Per cui i file Mp3 suoneranno sempre un poco
    > meglio e saranno sempre meno voluminosi,
    > entro certi limiti.

    entro limiti ormai raggiunti da tempo eh... non si fanno miracoli... e la questione e un altra, i limiti dell'mp3 non sono solo nella qualita e nel bitrate, ma sono limiti legali...

    > Volendo file ancora più compressi ma che
    > suonano malino, (non a qualità
    > soggettivamente CD) e avvicinandosi ai
    > 64Kbps, MP3PRO e WMA vanno meglio di MP3.

    si, ma hanno problemi di licenze molto peggiori di quelle degli mp3... dalla padella nella brace... wma con scadenza... licenze per mp3pro da pagare.. un inferno... sia per te che ascolti, sia per chi la musica la fa...

    > Non comprendo, aldilà dell'MPEG4 per il
    > quale esiste apposito standard, dove voglia
    > posizionarsi OGG VORBIS.
    > probabilmente allo stesso livello di qualità
    > di MP3 con minor data rate.

    ci sei arrivato, in realta puo andare a competere benissimo anche nello streaming online per web radio, dove mp3 non ce la fa a bassi bitrate, e anche ad altissimi bitrate

    > Ma quand'anche OGG VORBIS suonasse come un
    > MP3 VBR a 160k, utilizzandone solo 128 o
    > 96.....dove si ascolta la musica così
    > "splendidamente" codificata?

    la ascolti sul tuo pc, come fai anche con gli mp3
    ma il vantaggio e che puoi anche comprimerla la musica, non solo ascoltarla, e in modo completamente libero, a differenza degli mp3, per i quali esistono dei limiti legali, continuo a ripetermi.. guarda la condizione del povero lame, progetto straordinario ma anche condizionato da sti limiti...

    > su lettori a stato solido e CD player che
    > non esistono al momento?

    esatto, che credevi? magari poi basta un aggiornamento di firmware per alcuni modeli attuali... speriamo bene che i produttori si sveglino

    > su DVD player ancora da progettare?

    di nuovo esatto.. ma la sai usare la testa allora... dove pensavi di guardare filmati mpeg4, sui dvd di adesso?

    > Su PC che hanno nella maggioranza dei casi
    > una combinazione scheda+diffusori del costo
    > di 20 euro con un sound da spiaggia anni 70?

    cosa centra? li usano adesso per ascoltarci mp3,sperabilmente li useranno dopo per ascoltare ogg, in compenso ci metteranno meno a scaricare la musica... e ripeto per la milionesima volta, ci sara totale liberta di encoding...

    > Ammettendo che uno scopo sia quello di
    > scaricare musica legale da Internet per
    > ascoltarsela sulllo stereo di casa, e
    > ammesso che i programmi di CD-burning
    > rilascino il plugin necessario per la
    > creazione del CD audio,

    qua con debian ce stanno parecchi frontend ai programmi di masterizzazione che trattano gia ogg assieme a mp3... sotto windows non ce li avete? come mai questa carenza?

    > questo è un altro
    > compressore lossy del quale proprio non si
    > sentiva la necessità.

    del quale tu non sentivi la necessita, ma spero che un giorno anche tu possa godere dei vantaggi che la diffusione di ogg porterebbe...
    non+autenticato
  • - Scritto da: qweasdzxc
    > > a parte che anche per MP3 esiste un
    > progetto
    > > open source,
    >
    > un progetto opensource per mp3? fuori i
    > link...

    lascia stare, tanto non ti risponderà...
    non+autenticato
  • Il punto di vista di chi ascolta musica su un PC è rispettabile, ma molto diverso da chi la ascolta da un impianto stereofonico di qualità. Non è quindi il caso di farne una questione "tecnica" quando è più di "religione", anche se molto di ciò che dici su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti ma secondo me di luoghi comuni "religiosi".
    Trovo un poco curioso che uno che scrive di "file sharing" musicale abbia poi una così grande attenzione alla cavillosa legalità dell'utilizzo di un compressore MP3 piuttosto che di un altro.
    DVD e CD_Player non saranno, nella massa, aggiornabili, e quindi non leggeranno file codificati da questo OGG VORBIS. Ciò allontanerà coloro che ascoltano musica su apparecchiature di discreta qualità (non sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza il PC, vuole file smilzi per il "file sharing" e non si preoccupa quindi troppo della qualità. Non credo queste credenziali portino al successo di un codec audio perchè già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;
    mi auguro (per gli inventori di OGG VORBIS) di sbagliarmi.
    Quanto alla possibilità per gli artisti di utilizzare un codice open source per fare "assaggiare" la propria musica.....beh, se io fossi un artista non ci metterei molto a trovare un amico che mi spiega che questo equivale a non avere protezione contro la copia.
    Ciao
    non+autenticato


  • >.....beh, se
    > io fossi un artista non ci metterei molto a
    > trovare un amico che mi spiega che questo
    > equivale a non avere protezione contro la
    > copia.
    > Ciao

    gli artisti con la A maiuscola se ne sbattono...
    e per fortuna ce ne sono ancora.
    ciao
    non+autenticato
  • > Il punto di vista di chi ascolta musica su
    > un PC è rispettabile, ma molto diverso da
    > chi la ascolta da un impianto stereofonico
    > di qualità. Non è quindi il caso di farne
    > una questione "tecnica" quando è più di
    > "religione", anche se molto di ciò che dici
    > su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti
    > ma secondo me di luoghi comuni "religiosi".

    nooooooooooooo
    wma e mp3pro sono davvero il male, possibile che non te ne rendi conto? non c'e liberta... e si sentono peggio di ogg...
    devi ammettere che uno standard OPEN per la musica e superiore a uno standard closed... tu artista non dovrai pagare per comprimere la musica, non dovrai pagare per distribuire la musica, ecc... tu produttore non dovrai pagare per far leggere al tuo lettore della musica compressa... ci sono tantissimi altri esempi... wma e mp3pro sono fatti PER SFRUTTARE il portafoglio degli utenti, e basta...
    non e un luogo comune religioso purtroppo, sono aule di tribunale...

    > Trovo un poco curioso che uno che scrive di
    > "file sharing" musicale abbia poi una così
    > grande attenzione alla cavillosa legalità
    > dell'utilizzo di un compressore MP3
    > piuttosto che di un altro.

    sono attento io alla cavillosita legale di un compressore mp3, dovrebbe esserlo 10 volte di piu uno che con la musica ci lavora, quindi ogg per lui sarebbe un vantaggio no? comunque io non sono un utilizzatore di file sharing musicale, ho 30 canzoni sul mio disco fisso, la maggior parte legale

    > DVD e CD_Player non saranno, nella massa,
    > aggiornabili, e quindi non leggeranno file
    > codificati da questo OGG VORBIS. Ciò

    concedi il beneficio del dubbio, qualche unita particolarmente recente,o qualche unita con firmware particolarmente volubili potrebbero farcela
    comunque non ha importanza, e da adesso in avanti che ogg deve penetrare in questo settore

    > allontanerà coloro che ascoltano musica su
    > apparecchiature di discreta qualità (non
    > sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza
    > il PC, vuole file smilzi per il "file
    > sharing" e non si preoccupa quindi troppo
    > della qualità.

    chi non vuole usare mp3, forse non usera ogg, o forse si perche avra meno grane legali e si sentira meglio a parita di bitrate... tutti gli altri, per quale accidenti di motivo dovrebbero usare mp3 se non per il fatto che non conoscono niente di meglio?

    > Non credo queste credenziali
    > portino al successo di un codec audio perchè
    > già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;
    > mi auguro (per gli inventori di OGG VORBIS)
    > di sbagliarmi.

    hanno perso la battaglia? purtroppo wma ancora no... ma tu continui a non considerare l'aspetto fondamentale, che non e la qualita, la compatibilita ecc... E IL FATTO CHE E OPEN, libero, aperto, portabile, gratis, nessuno deve pagare per usarlo in nessun caso... e questo il suo straordinario vantaggio su ogni altro codec audio finora implementato... potrebbe non bastare a renderlo il piu popolare, purtroppo, spero che ti sbagli e che invece arrivi al successo, sarebbe un vantaggio per tutti

    > Quanto alla possibilità per gli artisti di
    > utilizzare un codice open source per fare
    > "assaggiare" la propria musica.....beh, se
    > io fossi un artista non ci metterei molto a
    > trovare un amico che mi spiega che questo
    > equivale a non avere protezione contro la
    > copia.

    quindi tu "artista" preferisci affidarti a wma? buona fortuna... purtroppo molti lo faranno all'inizio...
    non+autenticato
  • Ma io sono daccordo che il fatto che "open" è un vantaggio rispetto a tecnologie brevettate o a pagamento, non avevo mai messo questo punto in discussione per carità, nè penso che nessun utente lo possa fare ragionevolmente.
    Su quasi tutto il resto (ovviamente esclusa la "minor parte") la tua opinione è rispettabile.



    - Scritto da: qweasdzxc
    > > Il punto di vista di chi ascolta musica su
    > > un PC è rispettabile, ma molto diverso da
    > > chi la ascolta da un impianto stereofonico
    > > di qualità. Non è quindi il caso di farne
    > > una questione "tecnica" quando è più di
    > > "religione", anche se molto di ciò che
    > dici
    > > su MP3, WMA e MP3PRO non è frutto di fatti
    > > ma secondo me di luoghi comuni
    > "religiosi".
    >
    > nooooooooooooo
    > wma e mp3pro sono davvero il male, possibile
    > che non te ne rendi conto? non c'e
    > liberta... e si sentono peggio di ogg...
    > devi ammettere che uno standard OPEN per la
    > musica e superiore a uno standard closed...
    > tu artista non dovrai pagare per comprimere
    > la musica, non dovrai pagare per distribuire
    > la musica, ecc... tu produttore non dovrai
    > pagare per far leggere al tuo lettore della
    > musica compressa... ci sono tantissimi altri
    > esempi... wma e mp3pro sono fatti PER
    > SFRUTTARE il portafoglio degli utenti, e
    > basta...
    > non e un luogo comune religioso purtroppo,
    > sono aule di tribunale...
    >
    > > Trovo un poco curioso che uno che scrive
    > di
    > > "file sharing" musicale abbia poi una così
    > > grande attenzione alla cavillosa legalità
    > > dell'utilizzo di un compressore MP3
    > > piuttosto che di un altro.
    >
    > sono attento io alla cavillosita legale di
    > un compressore mp3, dovrebbe esserlo 10
    > volte di piu uno che con la musica ci
    > lavora, quindi ogg per lui sarebbe un
    > vantaggio no? comunque io non sono un
    > utilizzatore di file sharing musicale, ho 30
    > canzoni sul mio disco fisso, la maggior
    > parte legale
    >
    > > DVD e CD_Player non saranno, nella massa,
    > > aggiornabili, e quindi non leggeranno file
    > > codificati da questo OGG VORBIS. Ciò
    >
    > concedi il beneficio del dubbio, qualche
    > unita particolarmente recente,o qualche
    > unita con firmware particolarmente volubili
    > potrebbero farcela
    > comunque non ha importanza, e da adesso in
    > avanti che ogg deve penetrare in questo
    > settore
    >
    > > allontanerà coloro che ascoltano musica su
    > > apparecchiature di discreta qualità (non
    > > sono solo io) e avvicinerebbe chi utilizza
    > > il PC, vuole file smilzi per il "file
    > > sharing" e non si preoccupa quindi troppo
    > > della qualità.
    >
    > chi non vuole usare mp3, forse non usera
    > ogg, o forse si perche avra meno grane
    > legali e si sentira meglio a parita di
    > bitrate... tutti gli altri, per quale
    > accidenti di motivo dovrebbero usare mp3 se
    > non per il fatto che non conoscono niente di
    > meglio?
    >
    > > Non credo queste credenziali
    > > portino al successo di un codec audio
    > perchè
    > > già MP3Pro e WMA hanno perso la battaglia;
    > > mi auguro (per gli inventori di OGG
    > VORBIS)
    > > di sbagliarmi.
    >
    > hanno perso la battaglia? purtroppo wma
    > ancora no... ma tu continui a non
    > considerare l'aspetto fondamentale, che non
    > e la qualita, la compatibilita ecc... E IL
    > FATTO CHE E OPEN, libero, aperto, portabile,
    > gratis, nessuno deve pagare per usarlo in
    > nessun caso... e questo il suo straordinario
    > vantaggio su ogni altro codec audio finora
    > implementato... potrebbe non bastare a
    > renderlo il piu popolare, purtroppo, spero
    > che ti sbagli e che invece arrivi al
    > successo, sarebbe un vantaggio per tutti
    >
    > > Quanto alla possibilità per gli artisti di
    > > utilizzare un codice open source per fare
    > > "assaggiare" la propria musica.....beh, se
    > > io fossi un artista non ci metterei molto
    > a
    > > trovare un amico che mi spiega che questo
    > > equivale a non avere protezione contro la
    > > copia.
    >
    > quindi tu "artista" preferisci affidarti a
    > wma? buona fortuna... purtroppo molti lo
    > faranno all'inizio...
    non+autenticato
  • Ragazzi a parte tutti sti discorsi, ma voi l'avete trovato un plugin ogg per Nero?????
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)