Se il cellulare è anche un videoproiettore

Texas Instruments presenta il suo prototipo: presto i telefonini potranno sparare immagini di qualità DVD su una superficie grande decine di pollici. Si aprono nuove opportunità per utenti e fornitori di contenuti

Roma - Il concept di un telefonino capace di svolgere molte diverse funzioni oggi delegate ad una varietà di oggetti, fa scuola. Anzi a far scuola è Texas Instruments, uno dei più importanti produttori di componenti per cellulari: ha presentato un esperimento di cellulare che al suo interno contiene un videoproiettore.

La notizia, che intriga gli esperti, descrive un telefonino privo attualmente delle funzioni tradizionali di un cellulare, usato come contenitore per il videoproiettore DLP (Digital Light Processing, uno standard nel settore) di Texas Instruments.

Il proiettore da un pollice e mezzo di lunghezza, sostiene Texas che ne ha parlato anche al CES di Las Vegas, contiene tre laser, un chip DLP e una batteria. Il telefonino può sfruttarlo per "sparare" immagini di "qualità DVD" su uno schermo. Ciò significa poter trasformare il cellulare in un supporto video fin qui del tutto inedito, capace di riprodurre immagini di qualità con dimensioni simili a quelle dei più grandi televisori oggi in commercio.
Va detto che il dispositivo non è pronto per la commercializzazione, tanto che Texas Instruments si guarda bene per il momento dal definire precise date di diffusione sul mercato. Quel che sembra certo è la possibilità del microproiettore di offrire un enorme supporto potenziale ai video distribuiti via telefonino.
26 Commenti alla Notizia Se il cellulare è anche un videoproiettore
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)