Mire espansionistiche per Wind?

Indiscrezioni circolate ieri nel mondo della finanza vedevano l'Arancia intenzionata a scalare Tiscali con l'appoggio di BT. Wind: notizie prive di fondamento. Anche Tiscali smentisce

Milano - Rumors dal mondo della finanza hanno riferito, ieri, di un presunto interesse da parte di Naguib Sawiris, a capo del gruppo egiziano Orascom e quindi di Wind, nei confronti di Tiscali. La notizia, che ha movimentato il mercato borsistico, si è però scontrata con una laconica e secca smentita diffusa dalla stessa Wind.

Alle indiscrezioni, ieri, aveva dato voce il giornale finanziario MF, che riferiva delle intenzioni di Orascom di assumere il ruolo di competitor "a tutto campo" di Telecom Italia, portando a termine un progetto in studio "da alcuni mesi" che avrebbe visto anche il coinvolgimento di BT, probabilmente interessata al business britannico di Tiscali UK.

Categorica la smentita diffusa da Wind: "Le notizie riportate oggi dal quotidiano MF secondo cui esisterebbe un progetto di scalata su Tiscali da parte di Orascom-Wind in concerto con un gruppo estero, sono prive di qualsiasi fondamento". Anche la diretta interessata Tiscali smentisce, con riferimento al medesimo articolo del quotidiano finanziario: "La Società - spiega una nota - e l'azionista Renato Soru smentiscono l'esistenza di trattative in corso con Wind. Renato Soru dichiara inoltre di non essere interessato a cedere la propria partecipazione in Tiscali".
Milano Finanza però non demorde e riferisce, nelle ore successive, che Wind e BT starebbero pensando ad un'OPA ostile (ossia un tentativo di acquisto senza il preventivo consenso della società che si acquisisce), con il supporto di Merrill Lynch e Rotschild.

I contorni della vicenda rimangono quindi sfocati, ma eventuali evoluzioni - se c'è carne al fuoco - non tarderanno ad emergere.

D.B.
1 Commenti alla Notizia Mire espansionistiche per Wind?
Ordina