CoopVoce, tre SIM al prezzo di due?

Alla Coop debuttano i servizi di telefonia mobile. In arrivo anche offerte speciali? Più compri, meno spendi?

Milano - Come da copione, all'anticipazione ufficiale di giovedì scorso, venerdì ha fatto seguito la conferenza stampa congiunta di Telecom Italia e Coop, che ha reso noti alcuni dettagli dell'accordo da cui è nata la nuova offerta di telefonia mobile.

Nel mese in corso prenderà il via una fase sperimentale, condotta su "un campione rappresentativo di soci COOP", a cui sarà data la possibilità di "sperimentare le funzionalità tecniche e operative del nuovo operatore". A sperimentazione ultimata, soci e familiari potranno acquistare SIM e ricariche negli oltre 1.300 punti vendita Coop e tramite internet.

Dalla precisazione sul target dell'offerta ("i soci Coop e i loro familiari") si intuisce come la sottoscrizione dei servizi CoopVoce non sia accessibile dai semplici clienti (occasionali, o comunque non associati) dei supermercati e dei punti vendita. Le possibilità offerte all'utente, assicurano Coop e Telecom Italia, saranno comunque quelle di un qualunque operatore mobile: chiamate nazionali ed internazionali, servizi di roaming internazionale, SMS e MMS, traffico Internet in web browsing e altri diversi servizi a valore aggiunto.
Non si conoscono ulteriori dettagli: per il momento si sa solo che la clientela Coop sarà seguita da uno specifico customer care, per il cui servizio il Ministero delle Comunicazioni ha assegnato il numero 188. Non sono ancora stati definiti prezzi e politiche tariffarie, ma è stato confermato quanto anticipato nei primi giorni di marzo: le prime quattro cifre dei numeri telefonici dei clienti Coop saranno "3311".

CoopVoce è stato presentato come il primo operatore mobile virtuale italiano, ma da quanto si è appreso finora il suo ruolo sembra più vicino a quello di un ESP (Enhanced Service Provider). Un MVNO (Mobile Virtual Network Operator), per definizione, dispone di propri archi di numerazione, mentre le cifre "3311" sono composte, di fatto, dal numero 1 preceduto dal prefisso 331, assegnato all'operatore TIM.

Appare quindi corretto ritenere che Coop - più che un operatore virtuale - sarà qualcosa di più di un reseller: un cooperatore mobile che venderà servizi di telefonia alla stessa stregua dei prodotti a proprio marchio, come una confezione di pasta, di fazzoletti o di fagioli borlotti. E chissà che ai clienti CoopVoce non siano riservate offerte speciali tipiche del mondo della grande distribuzione: promozioni che abbinano, ad esempio, due confezioni di legumi ad una SIM o - più verosimilmente - bonus di SMS o di traffico telefonico sull'acquisto di prodotti Coop.

D.B.