Web server, Lighttpd si fa spazio tra i big

Fa capolino nelle statistiche dei web server più diffusi al mondo un software leggero e tutto pepe che corteggia in modo particolare le applicazioni web 2.0

Roma - Tra i web server più diffusi al mondo, sui quali svetta il mostro sacro Apache, si sta facendo lentamente strada il piccolo e scattante lighttpd, un giovane software open source votato alla leggerezza e alle performance.

Nato all'inizio del 2003, e sviluppato principalmente da Jan Kneschke, lighttpd è stato appena inserito dal noto osservatorio del Web Netcraft nella Web Server Survey, una famosa statistica mensile dei web server più diffusi al mondo.

Nella Web Server Survey di aprile lighttpd risulta utilizzato da 1,38 milioni di siti, circa l'1,2% del totale: una quota ancora molto modesta se comparata al 59% di Apache e al 31% di Internet Information Server, ma che ha già permesso a questo cucciolo di web server di superare lo storico programma commerciale Zeus e di tallonare la famiglia di server Sun (SunONE, iPlanet, Netscape). Va anche tenuto conto che il settore dei web server è affollato di alternative ad Apache e IIS, ed emergere è cosa assai ardua.
Kneschke afferma che Lighttpd è uno dei web server più veloci e leggeri sulla piazza, questo grazie alla sua esigua occupazione di memoria e ad un'architettura event-drive fortemente ottimizzata per eleborare un elevato numero di connessioni contemporanee: tali caratteristiche rendono questo software particolarmente adatto per i servizi che pesano di più sulla CPU, come applicazioni web 2.0 (AJAX, Ruby on Rails ecc.) e stream multimediali.

Come Apache, anche Lighttpd può essere ampliato per mezzo di moduli esterni, inoltre supporta nativamente le interfacce FastCGI, SCGI e CGI, SSL, load balancing, servlet (AJP), autenticazione LDAP, virtual hosting e un'infarinatura di WebDAV.

Tra i siti che utilizzano lighttpd vi sono risorse come SourceForge.net, meebo.com, YouTube.com e Wikipedia.org: questi ultimi non lo utilizzano come server principale, ma lo affiancano ad Apache per accelerare i servizi che richiedono più risorse di sistema, come appunto lo streaming.

Lighttpd è multipiattaforma e gira su Linux, vari sistemi operativi Unix, e Windows (con o senza Cygwin). Il port per la piattaforma di Microsoft, scaricabile da qui, manca però ancora del supporto a diversi moduli, ed è al momento suggerito solo in ambienti di test. Insieme alla versione Windows di Lighttpd può essere installato anche il tool grafico open source Lighty Tray, che semplifica la configurazione e la gestione del server.
36 Commenti alla Notizia Web server, Lighttpd si fa spazio tra i big
Ordina
  • Almeno, non lo è per FORZA, anzi ... lighttpd è consigliato solitamente a supporto di Apache, per fargli gestire file di grandi dimensioni, o file comunque STATICI.

    Porto ad esempio il sito Flashgames.it che come tutti quelli del genere, utilizza lighttpd solo per servire i file flash che sono di grandi dimensioni e STATICI, per tutto il resto la gestione resta in mano ad Apache.
    non+autenticato
  • apache fa schifo
    non+autenticato
  • concordo
    non+autenticato
  • ....c'è di meglio

    fino a poco tempo fa usavo Lighttpd su tutti i miei siti, però i memory leaks da cui è afflitto sono decisamente fastidiosi, così ho deciso di provare Nginx e devo dire che anche se di poco è più performante di Lighttpd ed è molto molto più robusto

    il motore di rewriting è semplicissimo, più semplice di quello di Apache e ci sono un bel pò di moduli che implementano "feature avanzate"

    come per Lighttpd è ovviamente d'obbligo usare FastCGI per interfacciarsi ai vari PHP, Perl e compagnia....

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ....c'è di meglio
    >
    > fino a poco tempo fa usavo Lighttpd su tutti i
    > miei siti, però i memory leaks da cui è afflitto
    > sono decisamente fastidiosi, così ho deciso di
    > provare Nginx e devo dire che anche se di poco è
    > più performante di Lighttpd ed è molto molto più
    > robusto
    >
    > il motore di rewriting è semplicissimo, più
    > semplice di quello di Apache e ci sono un bel pò
    > di moduli che implementano "feature
    > avanzate"
    >
    > come per Lighttpd è ovviamente d'obbligo usare
    > FastCGI per interfacciarsi ai vari PHP, Perl e
    > compagnia....
    >

    quindi Lighttpd non è ottimo come hai scritto in oggetto...

    linari... ma chi vi capisce... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da:

    > linari... ma chi vi capisce... Rotola dal ridere

    "Linari" ? Quale parte di "Lighttpd è multipiattaforma e gira su Linux, vari sistemi operativi Unix, e Windows (con o senza Cygwin)" non hai capitoA bocca aperta ?
    non+autenticato
  • il miglior web server che ho usato fino ad adesso è senza dubbio MyServer, anche questo prodotto è molto veloce e performante e nello stesso tempo riduce al minimo sia il consumo di memoria che il carico della CPU, semplicemente da provare.
    non+autenticato
  • La cosa che piu' mi "stuzzica" di lighttpd e' la sintassi del file di config.
    Purtroppo la sintassi dei files di configurazione di Apache non e' delle migliori. Qualche tempo fa girava una presentazione di uno sviluppatore Apache che metteva il dito nella piagaSorride
    Qualcuno ha esperienza di "migrazione" e mi puo' dare qualche consiglio ?
    11237
  • passa a MyServer, usa XML come files di configurazione, anche un bambino (ammesso che un webserver possa ritornargli utile) potrebbe configurarlo.
    non+autenticato
  • ...E un client si deve pappare fra i 40 e i 100mb di ram per tradurre due paginette html in immagini e testo.
    mha.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ...E un client si deve pappare fra i 40 e i 100mb
    > di ram per tradurre due paginette html in
    > immagini e
    > testo.
    > mha.

    però un client non deve arrivare a servire fino a 300-400 richieste contemporaneamente

    non+autenticato
  • ditemi voi se uno ha disposizione apache, cosa se ne fa di un programma così piccolo e dala poche opzioni.

    Se io realizzo un server, vuole dire che posso e devo sfruttare tutta la potenza della CPU al 100%.
    Da quando accendo a quando spengo il pc.

    Realizzare un webserver monco, povero di funzioni avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno la moderna potenza dei nuovi processori e' un abominio e andrebbe boicottato all'istante.

    Se poi volete realizzare un webserver su un comune pc di casa e usare emule o giocare a quake....allora non si parla di webserver professionali, ma di web server giocattolo....

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ditemi voi se uno ha disposizione apache, cosa se
    > ne fa di un programma così piccolo e dala poche
    > opzioni.
    >
    > Se io realizzo un server, vuole dire che posso
    > e devo
    sfruttare tutta la potenza della CPU
    > al
    > 100%.
    > Da quando accendo a quando spengo il pc.
    >

    Esattamente ti sei risposto da solo...
    Usando un server che usa meno risorse riesci a servire piu' utenti contemporaneamente.

    > Realizzare un webserver monco, povero di funzioni
    > avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno
    > la moderna potenza dei nuovi processori e' un
    > abominio e andrebbe boicottato
    > all'istante.
    >

    Non tutti hanno bisogno di funzioni avanzate per
    servire file, sarebbe interessante anche capire quali sono queste funzioni 'avanzate' e questa potenza dei nuovi processori che non viene sfruttata... lighttpd non usa SSE3 ? nemmeno apache.. di che potenza parli?

    > Se poi volete realizzare un webserver su un
    > comune pc di casa e usare emule o giocare a
    > quake....allora non si parla di webserver
    > professionali, ma di web server
    > giocattolo....
    >

    Usa IIS a questo punto no? e' pieno di funzioni avanzate (e inutili) eppure pero' e' capace di sfruttare le cpu a pieno... (occupando fino al 100% ma servendo poco...)

    w il codice ottimizzato!Indiavolato
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ditemi voi se uno ha disposizione apache, cosa se
    > ne fa di un programma così piccolo e dala poche
    > opzioni.
    >
    > Se io realizzo un server, vuole dire che posso
    > e devo
    sfruttare tutta la potenza della CPU
    > al
    > 100%.
    > Da quando accendo a quando spengo il pc.
    >
    > Realizzare un webserver monco, povero di funzioni
    > avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno
    > la moderna potenza dei nuovi processori e' un
    > abominio e andrebbe boicottato
    > all'istante.
    >
    > Se poi volete realizzare un webserver su un
    > comune pc di casa e usare emule o giocare a
    > quake....allora non si parla di webserver
    > professionali, ma di web server
    > giocattolo....
    >


    Non mi pare che sourceforge.net sia un sito giocattolo...
    non+autenticato
  • SourceForge.net, meebo.com, YouTube.com e Wikipedia.org

    tutti scemi eh

    che installassero il PWS lol

  • - Scritto da:
    > ditemi voi se uno ha disposizione apache, cosa se
    > ne fa di un programma così piccolo e dala poche
    > opzioni.
    Ci serve molti più utenti a parità di CPU utilizzata.

    > Se io realizzo un server, vuole dire che posso
    > e devo
    sfruttare tutta la potenza della CPU
    > al
    > 100%.
    > Da quando accendo a quando spengo il pc.
    È la filosofia di chi usa il SUV per andare al bar all'angolo.

    > allora non si parla di webserver
    > professionali, ma di web server
    > giocattolo....
    Con considerazioni simili, mi stupirebbe se capissi qualcosa di web professionale (ma davvero professionale, nel senso di decine di migliaia di contatti al minuto): nelle installazioni di questo tipo ci sono hardware dedicati per ogni singola funzione (ad esempio, non esiste che il server HTTP vero e proprio faccia anche la decodifica SSL), usare una manciata di cicli in meno è vitale.

  • - Scritto da: Epimenide
    >
    > Ci serve molti più utenti a parità di CPU
    > utilizzata.

    Allora comincia a togliere i vari moduli, perchè nel 90% dei casi sono loro che usano piu' risorse di apache (e su questo non ci pioverà mai).

    >
    > È la filosofia di chi usa il SUV per andare al
    > bar
    > all'angolo.

    E' la filosofia del cacciavitaro avere macchine che rendono poco e sempre in idle. Immagino tu usi IIS/Finestre.

    >
    > > allora non si parla di webserver
    > > professionali, ma di web server
    > > giocattolo....
    > Con considerazioni simili, mi stupirebbe se
    > capissi qualcosa di web professionale (ma
    > davvero professionale, nel senso di decine
    > di migliaia di contatti al minuto): nelle
    > installazioni di questo tipo ci sono hardware
    > dedicati per ogni singola funzione (ad esempio,
    > non esiste che il server HTTP vero e proprio
    > faccia anche la decodifica SSL), usare una
    > manciata di cicli in meno è
    > vitale.

    Certo, poi aggiungi il modulo php/perl/ruby/python o quella fetecchia di asp e hai compensato alla grande.
  • - Scritto da: nattu_panno_dam
    > E' la filosofia del cacciavitaro avere macchine
    > che rendono poco e sempre in idle.
    Ti piace avere le barrette della CPU sempre colorate, anche se non sta facendo niente? A me no.

    > Immagino tu usi IIS/Finestre.
    E tu, oltre a non saper leggere (hai travisato il senso di quello che dicevo) non sai usare i link: basta aver letto un paio degli altri post che ho fatto (click sul nick, please) per sapere che sono di tutto un altro campo!

    > Certo, poi aggiungi il modulo
    > php/perl/ruby/python o quella fetecchia di asp e
    > hai compensato alla
    > grande.
    Ripeto, mi sembra che non hai assolutamente capito il senso di quello che ho postato.

    Perciò lo scrivo più chiaramente:
    è un bene che ci siano sia Apache che Lighttpd: il primo è una soluzione completa, capace di tutto ma, proprio per la sua elasticità, a volte può essere adatto, e anzi consigliabile, un programma più limitato nelle funzioni (con funzioni accessorie demandate ad hardware dedicati, dove con questo intendo con sistemi operativi ottimizzati per il lavoro che fanno) ma più efficiente in quello che fa.

    Contento, ora?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 aprile 2007 09.25
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da:

    > Da quando accendo a quando spengo il pc.

    SPEGNI??? e prechè mai spegnerlo, un webserver?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > Realizzare un webserver monco, povero di funzioni
    > avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno
    > la moderna potenza dei nuovi processori e' un
    > abominio e andrebbe boicottato
    > all'istante.

    Dimmi a cosa serve un httpd avanzato quando devo solo servire pagine/files? E non è detto che deva essere un server amatoriale.


  • - Scritto da:
    >
    > Se io realizzo un server, vuole dire che posso
    > e devo
    sfruttare tutta la potenza della CPU
    > al
    > 100%.

    mi sa che sei decisamente confuso....Lighttpd richiede soli 7 MB di RAM per il processo principale, è molto veloce e le richieste vengono esaudite in tempi brevissimi....

    questo non vuol dire che se il server è molto carico non userà il 100% della CPU, significa solo che a parità di risorse consumate, Lighttpd è in grado di servire 6-7 volte il traffico di Apache

    > Realizzare un webserver monco, povero di funzioni
    > avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno
    > la moderna potenza dei nuovi processori e' un
    > abominio e andrebbe boicottato
    > all'istante.
    >

    anche qui non hai capito nulla....la potenza dei processori la si sfrutta utilizzando le istruzioni dell'ISA del processore, Lighttpd anzi è molto più avanzato di Apache come architettura, fa un uso sapiente della memoria, delle cache e soprattutto del disco

    > Se poi volete realizzare un webserver su un
    > comune pc di casa e usare emule o giocare a
    > quake....allora non si parla di webserver
    > professionali, ma di web server
    > giocattolo....
    >

    Lighttpd non è un webserver giocattolo, è usato da colossi come Sourceforge, per citarne uno...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ditemi voi se uno ha disposizione apache, cosa se
    > ne fa di un programma così piccolo e dala poche
    > opzioni.
    >
    > Se io realizzo un server, vuole dire che posso
    > e devo
    sfruttare tutta la potenza della CPU
    > al
    > 100%.
    > Da quando accendo a quando spengo il pc.
    >
    > Realizzare un webserver monco, povero di funzioni
    > avanzate, che non e' capace di sfruttare appieno
    > la moderna potenza dei nuovi processori e' un
    > abominio e andrebbe boicottato
    > all'istante.
    >
    > Se poi volete realizzare un webserver su un
    > comune pc di casa e usare emule o giocare a
    > quake....allora non si parla di webserver
    > professionali, ma di web server
    > giocattolo....
    >
    non capisci un razzo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)