E' nucleare il Lunar Rover made in China

Presentato alla stampa il prototipo del primo rover di fattura cinese che segna una svolta nel programma spaziale di Pechino. Ora i tecnici guardano alla Luna fiduciosi, con un occhio a Marte

Shanghai - Prosegue la corsa verso la Luna intrapresa dalla Cina, di recente divenuta potenza spaziale. Gli scienziati dell'Istituto di ingegneria aerospaziale di Shanghai hanno infatti messo a punto quello che dovrebbe essere il primo robot cinese a calcare la superficie del nostro satellite.

Per molti versi simile ai suoi omologhi americani impegnati su Marte dal 2003, il modello cinese è alto 1,5 metri e il peso si aggira intorno a 200 kg, inoltre con le sue sei ruote si può muovere alla velocità di 100m/h. MR-2, questo il suo nome, non ha ancora terminato completamente la fase di progettazione, probabilmente perché deve ancora effettuare dei test che garantiscano la resistenza alle particolari condizioni ambientali della Luna. Il robot dovrà essere in grado di sopportare, oltre alle temperature estreme e la bassa forza di gravità, anche gli insidiosi raggi cosmici.

Il rover farà parte del secondo step dei tre previsti dal programma spaziale di Pechino. L'allunaggio, previsto per il 2012, permetterà ai tecnici cinesi di trarre informazioni dettagliate sulla composizione dei terreni lunari grazie ai campioni di terra analizzati da alcuni sensori posizionati sul braccio snodato del robot.
La LunaLa differenza sostanziale con i rover progettati dalla NASA sta nell'alimentazione: un problema che ha determinato molti rallentamenti nelle missioni svolte sul pianeta rosso dagli americani. Per ovviare a ciò gli scienziati dell'equipe guidata dal prof. Luo Jian hanno deciso di alimentare il proprio lunar rover con l'energia nucleare, il che non rappresenta proprio una novità, visto che già nel 1961 il satellite statunitense Transit 4A adottava questa fonte di energia.

A detta di qualcuno la Cina ha già colmato il gap tecnico nei confronti delle altre potenze spaziali (USA e Russia), le uniche che contemplano missioni con astronauti (e turisti) nei loro programmi spaziali, e sembra vicina a fare lo stesso anche con i maestri della costruzione robotica, cioè i giapponesi.

Tutto qui? Non proprio. Il governo di Hu Jintao non intende fermarsi solamente all'esplorazione lunare ma, grazie anche all'aiuto logistico di una Russia molto interessata, si dedicherà presto anche all'esplorazione di Marte. Nel 2009 è infatti prevista una missione congiunta fra i rispettivi enti spaziali che avrà come obiettivo il pianeta rosso e un suo satellite, Phobos.

Giorgio Pontico
44 Commenti alla Notizia E' nucleare il Lunar Rover made in China
Ordina
  • "L'allunaggio, previsto per il 2012"

    Tanto nel 2012 finirà il Mondo...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > "L'allunaggio, previsto per il 2012"
    >
    > Tanto nel 2012 finirà il Mondo...

    Non ti dico che mi sto toccando in questo momento.Sei un portasfiga!!
    non+autenticato
  • Non nel 2012 ma nel 2036 ad opera di Apophis, non dimenticatelo mai.
    Nel giorno di Pasqua del 2036 Apophis colpirà la terra.   SOB. Meditate gente. ooohhii

  • - Scritto da:
    > "L'allunaggio, previsto per il 2012"
    >
    > Tanto nel 2012 finirà il Mondo...

    Per quello stanno mettendo in quell'anno tutti i progetti piu' complicati.
    non+autenticato
  • ma che sei un fottuto Geoviano!!quelli che quando gli dicono che arriva la fine del mondo a una determinata data!!!
    non+autenticato

  • Questa notizia dovrebbe secondo me far pensare quelli che vedono la cina ancora come un paese per la produzione di massa di prodotti a basso costo.

    Mentre c'e' chi sale sulle barricate per controllare l'importazione di tessili e calzature, le grandi aziende (come quella per cui lavoro) spostano in cina le attivita' tecnologicamente piu' evolute ed anche alcune attivita' di sviluppo.

    Non ho soluzioni, solo un consiglio di presa di coscienza
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > non usa linux

    dovrebbe avere un motore real-time tipo QNX o VxWorks.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > non usa linux
    >
    > dovrebbe avere un motore real-time tipo QNX o
    > VxWorks.

    Qua l'unica cosa in realtime e' il BSOD Fantasma
    non+autenticato
  • la NASA sia per colpa dell'amministrazione Bush e predecessori , sia un pò per ragioni sue.. ha proprio perso colpi.


    Ora vediamo se con Roskosmos che gli alita sul collo non alzino un pò il culo.
    Per tentare di detenere quella supremazia che hanno sempre avuto.

    Sarebbe una bella rivincita per i russi il primo uomo su marte.. E probabilmente mirano a quello in tanto nell'est.

    Ovviamente noi in europa, non possiamo aprire bocca. Il massimo che abbiamo fatto è stato progettare l'angolo cucina della stazione spaziale orbitante.


    Gabriele Barni

    non+autenticato
  • Non hai idea di cosa parli. Inneggiare alla dittatura cinese è esattamente come quei pazzi esaltati che nel film ID4 inneggiavano agli alieni "tanto buoni".. tanto è che li hanno fritti tutti sul grattacielo allo scoccare dell'attacco... Ehhh!



    - Scritto da:
    > la NASA sia per colpa dell'amministrazione Bush e
    > predecessori , sia un pò per ragioni sue.. ha
    > proprio perso
    > colpi.
    >
    >
    > Ora vediamo se con Roskosmos che gli alita sul
    > collo non alzino un pò il
    > culo.
    > Per tentare di detenere quella supremazia che
    > hanno sempre
    > avuto.
    >
    > Sarebbe una bella rivincita per i russi il primo
    > uomo su marte.. E probabilmente mirano a quello
    > in tanto
    > nell'est.
    >
    > Ovviamente noi in europa, non possiamo aprire
    > bocca. Il massimo che abbiamo fatto è stato
    > progettare l'angolo cucina della stazione
    > spaziale
    > orbitante.
    >
    >
    > Gabriele Barni
    >
    non+autenticato
  • Ma se dovesse accadere un incidente mentre il razzo e' ancora nell'atmosfera?
    La dispersione di materiale radioattivo a notevoli altezze mi sembra una prospettiva, in caso di incidente, altamente dannosa per chi si trovera' a subirne gli effetti (pioggia radioattiva?) anche se bisognerebbe valutare quanto materiale radioattivo si trovera' a bordo.
    non+autenticato
  • Tanto con tutte el bombe atomiche fatte esplodere x eseprimento sia al chiuso che all'aperto da molti paesi + chernobil che vuoi che sia un motore (per altro piccolo [si fa per dire]) nucleare...
    non+autenticato
  • Chernobyl ?

    S.T.A.L.K.E.R. !!!!!!!!!
    m00f
    445

  • - Scritto da:
    > Ma se dovesse accadere un incidente mentre il
    > razzo e' ancora
    > nell'atmosfera?
    > La dispersione di materiale radioattivo a
    > notevoli altezze mi sembra una prospettiva, in
    > caso di incidente, altamente dannosa per chi si
    > trovera' a subirne gli effetti (pioggia
    > radioattiva?) anche se bisognerebbe valutare
    > quanto materiale radioattivo si trovera' a
    > bordo.

    Ma che cavolo dici? Parli tanto per dare aria alla bocca o fai del terrorismo mediatico? Tanto per chiarirti le idee sul TUTTO e' piu' pericoloso il suolo vulcanico della campania,le taverne delle case in alcune zone d'italia,i raggi cosmici.....ti suggerisco di aprire i libri,studiare e parlare quando i fatti si conoscono.
    non+autenticato
  • Io ti suggerisco di imparare l'educazione e di tornare dalla mamma se ti senti offeso da quello che dico.

    Terrorismo mediatico su PI???
    Non siamo certo a 'Porta a Porta' o a 'Studio aperto'

    Cit. "... ma mi faccia il piacere ..."
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Io ti suggerisco di imparare l'educazione e di
    > tornare dalla mamma se ti senti offeso da quello
    > che
    > dico.
    >
    > Terrorismo mediatico su PI???
    > Non siamo certo a 'Porta a Porta' o a 'Studio
    > aperto'
    >
    > Cit. "... ma mi faccia il piacere ..."

    Ma daiiiii,chi si offende! E' mai possibile che la catena dei ragionamenti e' sempre la stessa per arrivare alle solite conclusioni? Insomma avete una testa a che cosa serve allora?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma se dovesse accadere un incidente mentre il
    > razzo e' ancora
    > nell'atmosfera?

    E' gia' successo piu' e piu' volte

    > La dispersione di materiale radioattivo a
    > notevoli altezze mi sembra una prospettiva, in
    > caso di incidente, altamente dannosa per chi si
    > trovera' a subirne gli effetti (pioggia
    > radioattiva?) anche se bisognerebbe valutare
    > quanto materiale radioattivo si trovera' a
    > bordo.

    Poco, molto poco. Credo che in proporzione sia piu' dannoso farsi due boccate di smog di MilanoOcchiolino
    11237

  • - Scritto da: Giambo

    > E' gia' successo piu' e piu' volte

    Penso che il pericolo del trasporto di materiale nucleare in orbita sia piu' pericoloso altrimenti le scorie dei reattori sarebbe bastato portarle ("spararle") fuori dall'atmosfera.

    > Poco, molto poco. Credo che in proporzione sia
    > piu' dannoso farsi due boccate di smog di Milano
    >Occhiolino

    Su questo i miei polmoni concordano ogni volta che torno da una giornata nel capoluogo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Giambo

    > E' gia' successo piu' e piu' volte

    Penso che il pericolo del trasporto di materiale nucleare in orbita sia piu' alto altrimenti le scorie dei reattori sarebbe bastato portarle ("spararle") fuori dall'atmosfera.

    > Poco, molto poco. Credo che in proporzione sia
    > piu' dannoso farsi due boccate di smog di Milano
    >Occhiolino

    Su questo i miei polmoni concordano ogni volta che torno da una giornata nel capoluogo...
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Giambo
    >
    > > E' gia' successo piu' e piu' volte
    >   
    > Penso che il pericolo del trasporto di materiale
    > nucleare in orbita sia piu' alto
    > altrimenti le scorie dei reattori sarebbe bastato
    > portarle ("spararle") fuori
    > dall'atmosfera.
    >

    Sbaglato, non e' il rischio ad essere alto, bensi' il costo. Viviamo in una societa' che ragiona solamente con il portafogli, per cui costa molto meno stoccare il materiale sulla terra (o meglio ancora nelle profondita' marine...blub..blub Occhiolino ) piuttosto che spararle in orbita. Esempio sai quante tonnellate puo' portare una nave mercantile rispetto ad un vettore spaziale?

    > > Poco, molto poco. Credo che in proporzione sia
    > > piu' dannoso farsi due boccate di smog di
    > Milano
    > >Occhiolino
    >
    > Su questo i miei polmoni concordano ogni volta
    > che torno da una giornata nel
    > capoluogo...

    Diverso ed incomparabile, in ogni caso inviterei a riflettere sulla differenza fra un possibile inquinamento ed uno invece sicuro.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da: Giambo
    > >
    > > > E' gia' successo piu' e piu' volte
    > >   
    > > Penso che il pericolo del trasporto di materiale
    > > nucleare in orbita sia piu' alto
    > > altrimenti le scorie dei reattori sarebbe
    > bastato
    > > portarle ("spararle") fuori
    > > dall'atmosfera.
    > >
    >
    > Sbaglato, non e' il rischio ad essere
    > alto, bensi' il costo. Viviamo in
    > una societa' che ragiona solamente con il
    > portafogli, per cui costa molto meno
    > stoccare il materiale sulla terra (o meglio
    > ancora nelle profondita' marine...blub..blub Occhiolino
    > ) piuttosto che spararle in orbita. Esempio sai
    > quante tonnellate puo' portare una nave
    > mercantile rispetto ad un vettore
    > spaziale?
    >
    Oltretutto quale che sia la destinazione, le scorie vengono inglobate in materiale inrte vetrificato e a sua volta inglobato in altro materiale di contenimento, racchiuso in capsule d'acciaio e piombo, di modo che nel malaugurato caso vengano disperse o smaltite non correttamente, il rilascio di elementi radioattivi liberi nell'ambiente sia comunque minimizzato. Questo però aumenta a dismisura i chiamiamoli "pesi morti" aggiunti alla scoria vera e propria, rendendo i costi di spedizione nello spazio anche di minime quantità proibitivi.
    Se correttamente inertizzate e stoccate in luogo adeguato, le scorie rilasceranno nell'ambiente meno radioattività degli elementi naturali radioattivi d'origine.
    Un'eventuale sconvolgimento tellurico che interessasse pesantemente anche le zone a bassa sismicità scelte per lo stocaggio porterebbe in superficie tali quantità di radon e altre fonti radioattive, da rendere marginale il contributo di eventuali dispersioni delle scorie, a parte che il danno diretto dello sconvolgimento eccederebbe qualsiasi altro danno.
    > > > Poco, molto poco. Credo che in proporzione
    > sia
    > > > piu' dannoso farsi due boccate di smog di
    > > Milano
    > > >Occhiolino
    > >
    > > Su questo i miei polmoni concordano ogni volta
    > > che torno da una giornata nel
    > > capoluogo...
    >
    > Diverso ed incomparabile, in ogni caso inviterei
    > a riflettere sulla differenza fra un
    > possibile inquinamento ed uno invece
    > sicuro.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)