USA, rilasciato blogger dopo 226 giorni di carcere

Dopo lunghi mesi di detenzione per non aver accettato di fornire alla Procura un filmato di repertorio, Josh Wolf è finalmente libero. La (sua) libertà di informazione è stata preservata, ma solo parzialmente

Washington - 226 giorni. Tanto è durata la prigionia negli Stati Uniti di Josh Wolf, il blogger che dal 2006, nel rispetto dell'etica giornalistica e del diritto alla libera informazione, si opponeva alla richiesta di un tribunale di fornire il suo girato di una manifestazione anti-G8.

Adesso è fuori, e durante una conferenza stampa ha ammesso anche di aver accettato di mostrare il video di repertorio che la Corte Federale di San Francisco desiderava tanto. Però a suo dire si tratta di una vittoria, perché la clip sarà pubblicata sul suo blog - in modo che tutti potranno farsene un'opinione - e il grand jury non lo obbligherà a testimoniare sul suo contenuto prima della messa online.

Il bloggerWolf (nella foto) ha confermato di aver accettato di rispondere a due domande della Procura: se conoscesse l'identità della persona che si era macchiata di un crimine durante la manifestazione, e se sarebbe stato in grado, comunque, di identificarla. "È stata una mia scelta rispondere, e penso che sia stato giusto", ha dichiarato Wolf, che precisa di non aver fornito alla Procura alcun elemento di aiuto.
Negli Stati Uniti il caso ha fatto scandalo non solo perché si è trattato di una detenzione record ma anche perché ha riproposto il problema dell'attività di blogging a scopo giornalistico. La Procura più volte ha cercato di dimostrare che il blogger non avrebbe dovuto vantare gli stessi diritti dei professionisti del settore.

Sia come sia, Wolf ha dichiarato che a suo parere si è trattato di una brutta campagna a scopo politico, certo non focalizzata sull'incendio dell'automobile della Polizia che ha dato vita al caso e che ha "giustificato" i provvedimenti presi dal tribunale.

"Quando sei incarcerato la tua voce è tagliata fuori", ha commentato Wolf. "Ho intenzione di lanciare PrisonBlogs.net, una sorta di progetto P2P dove verranno condivise le lettere dei carcerati. E poi ritornerò alla mia attività giornalistica".

Dario d'Elia
16 Commenti alla Notizia USA, rilasciato blogger dopo 226 giorni di carcere
Ordina
  • la libertà di stampa del blogger e' indicata nell'articolo con "(sua)"

    mentre fosse stato un blogger cinese avrebbe difeso la lbertà tout court, quella di tutti ...

    ah la mia non e' una polemica ne' comparazione fra cina e usa , ma una nota sulle tecniche di condizionamento mascherato (e magari involontario) che neanche i blog riescono a tenere fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > la libertà di stampa del blogger e' indicata
    > nell'articolo con "(sua)"
    >
    >
    > mentre fosse stato un blogger cinese avrebbe
    > difeso la lbertà tout court, quella di tutti
    > ...
    >
    > ah la mia non e' una polemica ne' comparazione
    > fra cina e usa , ma una nota sulle tecniche di
    > condizionamento mascherato (e magari
    > involontario) che neanche i blog riescono a
    > tenere
    > fuori

    yes, pnl docet Occhiolino
    non+autenticato
  • Gli USA di Bush sono peggio delle ex Cina Comunista.
    Non parliamo della Cina di adesso che è molto più democratica degli USA di Bush.
    non+autenticato
  • Concordo amico!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Gli USA di Bush sono peggio delle ex Cina
    > Comunista.
    > Non parliamo della Cina di adesso che è molto più
    > democratica degli USA di Bush.

    Si la Cina e' molto democratica, infatti ci sono continue elezioni!!
    E anzicche' essere incarcerato e finire sui giornali come caso record, sparisci e basta, morto, o ai lavori forzati.
    http://www.google.com/search?rls=en&q=scomparso+ci...

    Ma che bella democrazia questa Cina!
    E che bella persona che sei tu che indichi il fango sulla giacca altrui mentre ti compiaci di essere seduto nella m...a.


    non+autenticato
  • Quanti luoghi comuni, mamma mia..
    non+autenticato
  • parlando per parlare è facile sparlare no? i luoghi comuni esistono in america e in cina e pensa pure in italia
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > E anzicche' essere incarcerato e finire sui
    > giornali come caso record, sparisci e basta,
    > morto, o ai lavori
    > forzati.

    Quelli che spariscono sono cinesi
    Purtroppo gli USA a Guantanamo hanno incarcerato persone provenienti da tutto il mondo
    Anche dall'Italia
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Gli USA di Bush sono peggio delle ex Cina
    > > Comunista.
    > > Non parliamo della Cina di adesso che è molto
    > più
    > > democratica degli USA di Bush.
    >
    > Si la Cina e' molto democratica, infatti ci sono
    > continue
    > elezioni!!
    > E anzicche' essere incarcerato e finire sui
    > giornali come caso record, sparisci e basta,
    > morto, o ai lavori
    > forzati.
    > http://www.google.com/search?rls=en&q=scomparso+ci
    >
    > Ma che bella democrazia questa Cina!
    > E che bella persona che sei tu che indichi il
    > fango sulla giacca altrui mentre ti compiaci di
    > essere seduto nella
    > m...a.
    >

    cuba
    laos
    vietnam
    cambogia
    perù
    nicaragua
    el salvador
    libia
    libano
    honduras
    nicaragua
    somalia
    yugoslavia
    SUD DAKOTA!
    indonesia
    guatemala
    ...e vari altri...

    gli USA sono andati a far casino e MORTI in tutti questi stati, nel giro di un secolo.

    e poi si chiedono "perchè ci odiano?"

    e Vergogna a tutti quelli che non sanno un ca==o e sparlano ad minchiam!
    informatevi, cercate le immagini dei morti, cercatele! CERCATELE!
    non+autenticato
  • Questa volta, finalmente, si è detto come stanno effettivamente le cose...Il che non vuol dire, aver trovato la soluzione del problema principale: esercitare la propria libertà, rispettando quella altrui.Si dice sempre che il pesce più grande, mangia il piccolo: anche nella società (molto...!!) umana, avviene da sempre, qualcosa di simile . Per illudere le persone ingenue,il Potere ha "inventato" il mito della Libertà.Si, la Libertà è come una chimera! Noi, ancora possiamo scrivere quanto pensiamo, quello che proviamo.Ma mi sembra che l'aria che tira anche dalle nostre parti, si stia ...inquinando! Basta osservare attentamente, quanto accade intorno a noi: anche nella 'Libera Italia'.
  • oddio in cina non le vieni a sapere le cose ... e poi non mi risulta che mandino il conto del proiettile a casa in america... o no?
    non+autenticato
  • Veramente dall'articolo si capisce che il tizio non è stato arrestato per avere scritto su un Blog.

    E' stato arrestato perchè dopo che gli inquirenti hanno trovato che aveva fatto un filmato dove si era verificato un crimine(Incendio di Auto Polizia) da parte di criminali (Manifestanti Anti G8), il tizio si è rifiutato di collaborare con i giudici.

    IL tizio quindi è stato arrestato per favoreggiamento e resistenza a pubblico ufficiale o qualcosa del genere, e non per avere scritto su un blog.

    Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.

    La questione qui era che il tizio voleva opporre il segreto professionale e non collaborare con i giudici, mentre secondo i giudici non poteva, non essendo un giornalista professionista.

    non+autenticato

  • > Quindi non c'è proprio paragone con la Cina.

    Si, ma non dirlo qui. Non lo vogliono sentire. Non permettono che la realtà interferisca con le loro illazioni.

    non+autenticato