I notebook Centrino diventano Pro

Con l'ormai imminente nuova generazione della tecnologia Centrino, Intel porterà nel mondo dei notebook alcune delle funzionalità della sua piattaforma business vPro, quali la gestione centralizzata da remoto

Santa Clara (USA) - I notebook stanno acquisendo sempre più rilevanza anche nel mondo enterprise, dove un crescente numero di impiegati, consulenti e manager li utilizza per connettersi alla LAN aziendale e condividere dati con gli altri PC della rete locale. Per rispondere a questa nuova esigenza, Intel ha deciso di estendere la propria piattaforma business vPro, lanciata lo scorso anno per i desktop aziendali, anche ai notebook basati sull'imminente tecnologia Santa Rosa.

Con il nuovo brand Centrino Pro Intel contraddistinguerà quei notebook che, oltre ai componenti standard di Centrino, integreranno le sue giovani tecnologie di gestione, monitoraggio e sicurezza. Come in vPro, il cuore della nuova piattaforma è dato da Intel Active Management 2, una tecnologia che permette agli amministratori aziendali di gestire e amministrare i sistemi da remoto (anche nel caso siano spenti), diagnosticare e riparare i guasti più comuni, e isolare i PC infettati prima che questi diffondano malware verso gli altri host della rete aziendale.

Logo Centrino ProCentrino Pro si differenzierà da vPro sotto vari aspetti, il più importante dei quali è dato dal supporto alla gestione remota dei laptop via WiFi: vPro supporta esclusivamente connessioni cablate (Ethernet). Le due piattaforme seguiranno anche due roadmap distinte: mentre Centrino Pro sarà lanciato il prossimo mese, in coincidenza con il debutto di Santa Rosa, la seconda versione di vPro, nota in codice come Weybridge, arriverà soltanto nella seconda parte di quest'anno.
Tra le altre cose, Weybridge introdurrà il supporto alla tecnologia Trusted Execution Technology, anche nota con il nome in codice La Grande, e alla specifica WS-MAN per i web service.

Come si è detto, il brand "Pro" si legherà esclusivamente alla prossima evoluzione di Centrino, Santa Rosa, la prima a comprendere i processori mobile Core 2 Duo, un modulo WiFi 802.11n e un chipset grafico in grado di supportare l'interfaccia Aero di Windows Vista. Santa Clara introdurrà inoltre la tecnologia Turbo Memory, prima nota come Robson, che sfrutterà l'eventuale presenza di una memoria NAND flash integrata sulla scheda madre per incrementare fino al 20% la velocità di avvio delle applicazioni utilizzate più di frequente.
10 Commenti alla Notizia I notebook Centrino diventano Pro
Ordina