Opteron dual-core sulla vetta dei 3 GHz

AMD aggiorna la sua famiglia di processori per server e workstation introducendo modelli di Opteron a 3 GHz. Con l'occasione lancia una campagna pubblicitaria in cui reclama la leadership delle performance

Sunnyvale (USA) - Mentre Intel si prepara a lanciare ufficialmente sul mercato nuovi modelli di Xeon quad-core a 3 GHz, gli stessi già montati da Apple sui nuovi Mac Pro, AMD è pronta ad aggiornare la sua famiglia di Opteron dual-core con nuovi modelli a 3 GHz.

I nuovi processori, che anticipano di alcuni mesi il debutto dei primi Opteron a quattro core (nome in codice Barcelona), arrivano nelle versioni 1222 SE, 2222 SE e 8222 SE, tutte con un thermal design power (TDP) di 120 watt. AMD ha già iniziato a consegnare i nuovi chip ai propri partner (tranne il 1222 SE, atteso a maggio), ma la loro produzione in volumi sarà avviata a fine mese.

Nelle rispettive categorie, gli Opteron serie x222 SE rappresentano i nuovi modelli top di gamma: gli attuali x220 SE girano ad una frequenza di 2,8 GHz. AMD non ne ha ancora svelato il prezzo, ma ci si può attendere che questo sia un po' più elevato di quello degli x2220, che oscilla fra 698 e 1.514 dollari.
Come tradizione, la prima cifra del numero di modello indica il massimo numero di socket supportato da quel chip: uno nel caso del 1222, due nel caso del 2222 e fino ad otto nel caso dell'8222.

Insieme ai nuovi Opteron, il chipmaker di Sunnyvale ha pubblicato su vari giornali americani una pubblicità a tutta pagina in cui compara le performance dei suoi nuovi processori con gli Xeon di Intel. Stando ai risultati mostrati da AMD, i nuovi Opteron a 3 GHz sono in grado di superare gli equiparabili modelli di Xeon dual-core di circa il 15% nei calcoli in virgola mobile e di circa il 2,5% nei calcoli interi.

"Un conto è dire di avere il miglior processore al mondo, un altro conto è averlo per davvero", recita la pubblicità di AMD.

"Sciocchezze", ha replicato secca Christine Dotts, portavoce di Intel. "Non solo i modelli di Opteron di cui sta parlando AMD non sono neppure ancora sul mercato, ma allo stesso prezzo i clienti possono incrementare la velocità dei loro server acquistando i nostri processori quad-core".

Alcuni esperti affermano che in termini di performance assolute gli Opteron a 3 GHz non sono in grado di rivaleggiare con gli Xeon a quattro core, ma a pari numero di core i chip di AMD forniscono un rapporto prezzo/prestazioni ancora molto concorrenziale.

"Il 95% del mercato è attualmente dominato dai chip dual-core", ha affermato Pat Patla, director of marketing at AMD. "Ciò che stiamo tentando di far capire è che oggi sono i processori dual-core a guidare il mercato: i quad-core semplicemente non stanno vendendo".

I nuovi Opteron a 3 GHz dovrebbero rappresentare l'ultimo aggiornamento alla linea dual-core prima dell'arrivo di Barcelona. Modelli con clock superiore a 3 GHz sono attesi nella seconda metà dell'anno, quando AMD utilizzerà l'imminente tecnologia a 45 nanometri anche per i suoi chip a doppio core.
11 Commenti alla Notizia Opteron dual-core sulla vetta dei 3 GHz
Ordina
  • Sono un ICT Manager da sempre propenso per i processori AMD.
    Recentemente Abbiamo acquistato un Fujitsu-Siemens quad core (Primergy RX 300 S3) avvalendoci della promozione in atto. Tale server monta un QUAD CORE Intel e devo ammettere che è un gran prodotto. Ma dirò di più. Ero convinto che il quad core fosse in realtà su doppio socket ma da una mail ricevuta direttamente dalla casa costruttrice mi viene detto che.....:"
    Per quanto riguarda invece la tecnologia Quad Core su singolo DIE, le confermo che Intel ha introdotto alla fine del 2006 questa tecnologia che Fujitsu Siemens Computers ha portato per prima sul mercato Italiano. Inoltre, da alcune verifiche fatte internamente, il server che lei ha acquistato ha già a bordo un processore Intel XEON DP Clovertown, sigla che identifica le CPU Quad Core prodotte da Intel. Grazie alla scelta dell'RX300S3 con tecnologia Quad Core e con il nostro supporto, lei può già iniziare fin da ora il progetto di rinnovamento della sua infrastruttura IT.

    Cordiali saluti "
    A sentirre questi non è solo apple ad aver un quad core single chip....
    non+autenticato
  • Dopo la corsa al processore piu' veloce adesso c'e' la corsa al processore con piu' core in un chip! ^_^

    2, 4, 8 ... ma io dico:

    E' bello avere tutti questi core, ma esistono software che sfruttano queste potenzialità?
  • > E' bello avere tutti questi core, ma esistono
    > software che sfruttano queste
    > potenzialità?

    Attualmente pochi, vero è però che se non eiste l'hardware perchè mai dovrei scrivere un programma ottimizzato per 4 o 8 core ?
    Purtroppo prima è necessario fare l'hardware, poi verrà fatto il software.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Capricorno74
    > Dopo la corsa al processore piu' veloce adesso
    > c'e' la corsa al processore con piu' core in un
    > chip!
    > ^_^
    >
    > 2, 4, 8 ... ma io dico:
    >
    > E' bello avere tutti questi core, ma esistono
    > software che sfruttano queste
    > potenzialità?

    Non vorrei dire una castroneria immensa dicendo che per sfruttara sia un sistema a + processori che uno a piu' core l'importante e' che il software sia quanto + possibile scritto in multithreading e che poi sara' il sistema operativo a decidere quale thread far lavorare su quale core secondo le sue politiche.
    Se cio' fosse sempre vero, cioe' nessuna distinzione tra multi-processori e multi-core, che tra l'altro apparentemente non ne vedo il motivo al livello di applicazioni e non di sistemi operativi, non ci si dovrebbe preoccupare piu' del dovuto.
    Per dovuto intendo la normale preoccupazione che le applicazioni prima monothread vengano aggiornate quanto prima a multithread.

    Vorrei dire un'ultima cosa.
    Spero che non sia una castroneria pure questa.
    Mi pongo da un po' di tempo un dubbio : ma al posto che dover scrivere del codice gia' per multithreading, che cmq per chi non ci e' abituato e' un ostacolo in + rispetto alla codifica per monoprocesso, per evitare riscritture a mano di centinaia e centinaia di milioni di linee di codice, (cioe' il numero delle linee di codice di tutti i software monothread che ancora sono stati messi in multithread), non converrebbe pensare alla realizzazione di un compilatore per quel codice che "rimetta le cose a posto" in maniera da rendere il codice compilato in multithread.
    Parlo escludendo i bugs sia del nuovo compilatore, sia del codice risultante dal nuovo compilatore sia del codice riscritto a mano dei software monothread.
    Sorride

  • - Scritto da: Capricorno74
    > Dopo la corsa al processore piu' veloce adesso
    > c'e' la corsa al processore con piu' core in un
    > chip!
    > ^_^
    >
    > 2, 4, 8 ... ma io dico:
    >
    > E' bello avere tutti questi core, ma esistono
    > software che sfruttano queste
    > potenzialità?

    I server sicuramente, certi tipi di calcolo scientifico parallelizzabili pure, su PC, WS o comunque sistemi single user di uso generico o ludico per ora la soluzione migliore è il dual-core: a parità di costi e tecnologia può spingersi a frequenze più alte, quindi un singolo thread molto pesante può avere a disposizione un core più veloce possibile, mentre l'altro core, in questo tipo di utilizzo, è più che sufficiente per farsi carico di SO e servizi accessori, in più, con due soli core, i conflitti e la condivisione del bus hanno un impatto inferiore diminuendo in maniera meno marcata le prestazioni reali rispetto al massimo teorico.
    Nel caso dei server, a patto di dare a ciascun core abbastanza cache e di collegare i core con un bus veloce ed efficiente, il fatto di svolgere tanti task prevalentemente indipendenti fra loro e l'utilizzo prevalente di eseguire un gran numero di task non pesanti, piuttosto che pochi task pesanti, rende l'architettura multicore e multiprocessore vantaggiosa, a patto di avere un SO in grado di distribuire il carico in maniera efficiente.
    Applicazioni single user in grado di distribuirsi su numerosi core e/o processori, se non addirittura su tante macchine diverse, sono ancora limitate al supercalcolo, o, su scala più ridotta, ai più costosi programmi professionali di elaborazione grafica, montaggio video, CAD, etc.
    Quanto ai giochi, per ora la stragrande maggioranza si avvantaggia massimamente di avere una CPU dual-core veloce e una GPU veloce, stanno iniziando ora a sviluppare giochi che incrementano ulteriormente il parallelismo offrendo la possibilità di calcolare separatamente su un altro core la fisica del gioco, come già da tempo fa la GPU per la grafica, quando questi giochi saranno più diffusi, potrà diventare vantaggioso il quad-core, ma rimane da vedere se non si rivelerà più vantaggioso l'approccio del Cell, che si avvale di core aggiuntivi special purpose, in pratica dei DSP, per scaricare su di essi parti di calcolo prevalentemente matematiche, non logiche, ma questo dipende anche dal tipo di utilizzo, un PC General Purpose ha un SO più pesante, con più servizi accessori di una console, quindi la versione del Cell in uso sulla PS3, con un solo core general purpose, non è adatta a un PC, ci vorrebbe una versione con almeno 2 core GP PowerPC e magari un SPE in meno (il progetto del Cell è modulare, è una configurazione possibile).
    non+autenticato
  • vmware
    non+autenticato

  • > Sono un ICT Manager da sempre propenso per i
    ......
    .....
    > A sentirre questi non è solo apple ad aver un
    > quad core single
    > chip....

    Credo di avere letto che Apple dovrebbe essere la prima ad avere questo processore ad una frequenza di 3 GHz mentre in commercio fino ad ora dovrebbero essere inferiori ai 3 GHz......
    chissà se qualcuno veramente informato può confermare o smentire
  • Se sei veramente un IT manager cambia mestiere o tieniti aggiornato. Se lavori per un'agenzia che fa pubblicità a sbafo nei forum cambia mestiere lo stesso. Tutti i produttori hanno a listino server Xeon 5300 da almeno tre mesi.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Se sei veramente un IT manager cambia mestiere o
    > tieniti aggiornato. Se lavori per un'agenzia che
    > fa pubblicità a sbafo nei forum cambia mestiere
    > lo stesso. Tutti i produttori hanno a listino
    > server Xeon 5300 da almeno tre
    > mesi.

    Il mac pro non è un server però.......
  • Vedo che il blateramento stampa di Intel funziona. Intel non produce ancora i quad core su singolo chip, i suoi quad sono due chip dual core distinti e separati incollati su un supporto ceramico e chiusi in un unico contenitore che va su uno zoccolo. La cosa funziona abbastanza bene, ma i chip quad core sono un'altra faccenda.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Vedo che il blateramento stampa di Intel
    > funziona. Intel non produce ancora i quad core su
    > singolo chip, i suoi quad sono due chip dual core
    > distinti e separati incollati su un supporto
    > ceramico e chiusi in un unico contenitore che va
    > su uno zoccolo. La cosa funziona abbastanza bene,
    > ma i chip quad core sono un'altra
    > faccenda.

    Precisazione: gli "pseudo-quad-core" intel sono due CPU dual-core SEPARATE, ma su UN UNICO chip, collegate da un FSB ad alta velocità on-chip, la soluzione che dici te è il multi-chip module, usato da anni e anni da altri produttori, IBM compresa.
    Il sistema intel ha un certo svantaggio in prestazioni rispetto ai veri quad-core, ma è più veloce dei multi-chip.
    Però ha il grossissimo svantaggio che per produrlo devono identificare sul wafer due CPU adiacenti con caratteristiche compatibili e solo a quel punto possono unirle in un doppio dual-core e ritagliarle assieme dal wafer, la resa è bassissima e i costi molto alti, oltretutto, la velocità massima ottenibile stabilmente sarà la più bassa fra quelle dei due chip, e infatti il massimo clock raggiungibile dai doppi dual-core è un 10% abbondante inferiore a quello dei dual-core.
    non+autenticato