P2P, la prevenzione si fa a scuola

Partita a Singapore la singolare campagna degli studios di Hollywood: con depliant e altre iniziative, agli studenti verrà spiegato perché usare il P2P è un rischio. MPAA spera che ci credano

Singapore - Da qualche giorno gli alunni che frequentano i 180 istituti scolastici superiori di Singapore hanno ricevuto un opuscolo nel quale l'Intellectual Property Office of Singapore, aiutato dall'industria hollywoodiana della MPAA, vuole avvisare gli studenti dei rischi che si corrono nel condividere file protetti da copyright.

Oltre 200mila ne sono stati stampati e sono stati distribuiti anche nelle 23 biblioteche nazionali della grande città-stato. In particolare viene spiegato che la maggior parte delle applicazioni per il file-sharing obbliga l'utente, spesso inconsapevole, ad effettuare l'upload dello stesso file che sta scaricando, il che costituisce reato, e danno economico.

Sono due le ragioni che hanno spinto MPAA a fare pressioni sul governo isolano: in primis il fatto che dei sei miliardi di dollari USA di perdite registrate, più di uno provenisse dal mercato del sud-est asiatico; dalla vicina Kuala Lumpur (Malaysia) poi continua il traffico di DVD contraffatti, nonostante l'impegno degli ormai celebri cani sniffa cd.
Michael Ellis, direttore locale di MPAA, sostiene la necessità di questo progetto: molti clienti dei contrabbandieri cinematografici risiedono a Singapore e sono, a detta di Ellis, allo stesso livello di perseguibilità penale di chi spaccia stupefacenti.

Gli studenti di oggi - continua Ellis - sono coloro che un domani si troveranno a difendere la proprietà intellettuale di un qualcosa da loro creato, e il futuro che gli si prospetta è tutt'altro che roseo. Il problema di fondo è che la maggior parte dei ragazzi tende a non dar peso a queste tesi.

Va detto che non è la prima volta che Hollywood, per proteggersi, entra nelle scuole, e ora dagli States si è spostata nella lontana "Perla d'Oriente", dove però non sembra trovare gli stessi consensi. Forse aveva ragione chi negli ultimi anni sosteneva che il piccolo stato asiatico affronta l'evoluzione della rete con profonda diffidenza, limitando la libertà dei propri utenti. E anche adesso ci sono blogger che si dicono totalmente contrari, oltre che infastiditi, a come il loro governo sta gestendo la questione pirateria.

Le autorità dell'isola si sono spesso distinte per azioni di censura e iniziative contro il peer-to-peer, ma soprattutto verso quei cittadini che intendevano avvalersi della rete per fare informazione: lo scorso anno sollevò attenzione la censura di un famoso blogger. Questa solerzia si è manifestata anche quando si è trattato di chiudere chat, controllare telefoni cellulari o minacciare chi esprime commenti non allineati.

Giorgio Pontico
17 Commenti alla Notizia P2P, la prevenzione si fa a scuola
Ordina
  • Oh raga, stavo sbottando quando ho letto sta notizia...Cioè, nelle scuole non danno quasi più i volantini informativi sul rischio del fumo e danno quelli sul "RISCHIO DEL P2P"!!!!

    Roba da cagarsi addosso dalle risate...
    Non vi pare??
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Oh raga, stavo sbottando quando ho letto sta
    > notizia...Cioè, nelle scuole non danno quasi più
    > i volantini informativi sul rischio del fumo e
    > danno quelli sul "RISCHIO DEL
    > P2P"!!!!
    >
    > Roba da cagarsi addosso dalle risate...
    > Non vi pare??

    e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri cinematografici risiedono a Singapore e sono, a detta di Ellis, allo stesso livello di perseguibilità penale di chi spaccia stupefacenti."

    Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in galera nella stessa cella di quei brutti spacciatori di eroina e il tuo immacolato didietrino diventerà da cosi ( o ) a così ( O )
    Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri
    > cinematografici risiedono a Singapore e sono, a
    > detta di Ellis, allo stesso livello di
    > perseguibilità penale di chi spaccia
    > stupefacenti."
    >
    > Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in
    > galera

    Che io sappia, a Singapore, per chi detiene dosi anche minime di stupefacenti è prevista l'impiccagione.
    A comprare CD pirata c'è dunque il rischio di un forte torcicollo?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > >
    > > e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri
    > > cinematografici risiedono a Singapore e sono, a
    > > detta di Ellis, allo stesso livello di
    > > perseguibilità penale di chi spaccia
    > > stupefacenti."
    > >
    > > Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in
    > > galera
    >
    > Che io sappia, a Singapore, per chi detiene dosi
    > anche minime di stupefacenti è prevista
    > l'impiccagione.
    > A comprare CD pirata c'è dunque il rischio di un
    > forte
    > torcicollo?

    ah si? bhe se le cose stanno così,direi che quella paventata da quell'inquietante personaggio di Ellis è proprio una pena commisurata al reato PerplessoDeluso

    D'altronde la vita di un pirata del software è il giusto scotto da pagare per non aver permesso ai vertici dell'MPAA di avere la 25^ villa con piscina olipionica..e a Puff Daddy di laccarsi in oro la tazza del cesso dello scantinato...

    ...mentre nel quarto mondo muoiono di fame e sete...
    bah
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > ...mentre nel quarto mondo muoiono di fame e
    > sete...
    >
    > bah

    Di questo passo ce li avremo pure qui sti problemi...
    non+autenticato

  • - Scritto da:

    > e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri
    > cinematografici risiedono a Singapore e sono, a
    > detta di Ellis, allo stesso livello di
    > perseguibilità penale di chi spaccia
    > stupefacenti."

    Sono ancora più allibito...che schifo...chi sostiene un'idea del genere meriterebbe di prendersi l'aids dalla siringa un tossico
    non+autenticato
  • Cioe' voi scrivete su un giornale tecnologico e non sapete che utilizzare un sistema P2P diminuisce la sicurezza del computer?

    Condividere i propri file, lasciare l'accesso a chiunque... insomma mi sembra che lo sappiano un po' tutti a parte voi...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Cioe' voi scrivete su un giornale tecnologico e
    > non sapete che utilizzare un sistema P2P
    > diminuisce la sicurezza del
    > computer?
    >
    > Condividere i propri file, lasciare l'accesso a
    > chiunque... insomma mi sembra che lo sappiano un
    > po' tutti a parte
    > voi...

    A colazione mangi ironia e acutezza vero? Rotola dal ridere
    Il problema è che questi qua non sanno come fermare l'onda grossa vagli a dire che è un reato figurati se gli interessa
    non+autenticato
  • Cun Cuesto upusCULetto ti vugliamo senzibilizzare a non ussare più il ppìtuppì e te lo tiremo cun parole dulci e amichevuli.
    Se ti ciapemu scarricare o upplaaadare qualcusa zenza che ci hai pacato la tasza ti inviteremu a mettere i diti su bancu e ti insegneremu con mazzetta da 20 kilu duve te duvevi mettere i diti (ultre nel purtafogliu per pacare noi).
    Ze ti rifiuti di accettaru la nustra sacra legge cun le zue zacre sanziune nui prendemu mazzettu da 50 kilu e passemu parte bassa di collu tuo e ti tutt tu famiglia, pui sequestremu pensiuna a tu bisnona e roviniuma futura a tui nipoti.

    Cappito tu ci hai ? Lo facemu per il tu bene mica il nostru
    non+autenticato
  • ajahahahahhhhahahahah se dovessi scrivere tutte le risate che ho fatto non basterebbe il sito auauaua

    bello ..però troppe u...piu che tettesco...zembra zardu
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > ajahahahahhhhahahahah se dovessi scrivere tutte
    > le risate che ho fatto non basterebbe il sito
    > auauaua
    >
    > bello ..però troppe u...piu che tettesco...zembra
    > zardu


    infatti è siciliano

    cmq anche io avevo inziato a leggerlo come tedesco
    non+autenticato
  • Zi tratt de un'a fuziona delo topp del pezzim du tetesc, sard end sicul, inzuma dela Riaaaa
    non+autenticato
  • Invece di queste campagne cretine contro il pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la Britney Spears e la Madonna a esibirsi in saffiche performance.
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Invece di queste campagne cretine contro il
    > pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la
    > Britney Spears e la Madonna a esibirsi in
    > saffiche performance.

    Veramente farebbero bene a portarle per convincere le nuove generazioni di non seguire modelli demenziali.

    Per le saffiche performance c'é di molto meglio, anche tra le classiche vicine di casaOcchiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > - Scritto da:
    > > Invece di queste campagne cretine contro il
    > > pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la
    > > Britney Spears e la Madonna a esibirsi in
    > > saffiche performance.
    >
    > Veramente farebbero bene a portarle per
    > convincere le nuove generazioni di non seguire
    > modelli
    > demenziali.
    >
    > Per le saffiche performance c'é di molto meglio,
    > anche tra le classiche vicine di casa
    >Occhiolino

    Link delle vicine? Imbarazzato
    non+autenticato
  • Si' ollivud e holli e benji... ma impara a scrivere...
    non+autenticato