Intel svela un Core Extreme da 1200 dollari

Alla famiglia di processori quad-core di Intel si è aggiunto il Core 2 Extreme QX6800, che sfiora i 3 GHz di clock e supera abbondantemente la soglia dei mille dollari di pezzo. AMD replica tagliando i prezzi

Santa Clara (USA) - I processori quad-core rappresentano oggi una minuscola nicchia del mercato, ma Intel non sembra curarsene molto: nel giro di pochi mesi ha partorito dodici modelli. L'ultimo, il Core 2 Extreme QX6800, è stato introdotto ad inizio settimana ed è indirizzato agli hardcore gamer e ai designer professionisti.

Oltre che esigenti, gli utenti corteggiati da Intel devono avere il portafogli gonfio: con un prezzo di 1.199 dollari, il QX6800 è infatti il processore x86 di fascia "prosumer" più costoso in assoluto. Il chippone si affianca al primo modello di Core 2 Extreme quad-core, il QX6700, introdotto lo scorso novembre a 999 dollari insieme alla famiglia di Xeon 5300.

Con una frequenza di clock di 2,93 GHz, Intel afferma che il QX6800 è il processore quad-core desktop più veloce. In realtà questa frequenza di clock appare la più elevata anche fra gli Xeon quad-core: l'unica versione a 3 GHz di tali chip viene infatti attualmente prodotta da Intel in quantità limitate per i nuovi Mac Pro di Apple.
Le altre specifiche tecniche del QX6800 sono identiche al suo predecessore, e consistono in 8 MB di cache e in un front-side bus a 1.066 MHz.

Intel sa bene che la diffusione delle proprie CPU a quattro core è direttamente legata al numero di giochi e applicazioni capaci di sfruttarne le peculiarità: con software tradizionali, non ottimizzati per le architetture multicore, un processore quad-core fornisce spesso ben pochi vantaggi rispetto ad una più economica CPU a doppio core. A tal proposito il chipmaker di Santa Clara ha ricordato come i giochi di ultima generazione Crysis, Supreme Commander e Hellgate London siano in grado di trarre vantaggio dai processori capaci di elaborare più di due thread contemporaneamente. Altri giochi hanno aggiunto o aggiungeranno il supporto alle architetture multicore con patch più o meno corpose, come l'imminente Service Pack One di Flight Simulator X.

In questa pagina del sito di Intel è possibile vedere i risultati di alcuni benchmark che mettono a confronto le performance dei processori QX6800, QX6700 e X6800 con alcuni giochi e con 3DMark 06.

Intel sostiene che sono in rapido aumento anche le applicazioni multimediali ottimizzate per le architetture multicore, e tra queste ha citato Adobe Cakewalk, il codec DivX e Sony Creative Software. Secondo il gigante californiano, nella codifica video il QX6800 fornisce fino al 65% di performance in più rispetto all'equivalente versione a doppio core (l'X6800).

Negli scorsi giorni Intel ha lanciato in sordina anche due nuove versioni ultra-low voltage (ULV) del Core 2 Duo, l'U7600 (con clock di 1,2 GHz) e l'U7500 (1,06 GHz), entrambe con TDP di 10 watt, 2 MB di cache L2 e un FSB di 533 MHz. Questi chip sono pensati soprattutto per i computer ultraportatili, come gli UMPC. Ed a proposito di UMPC, pare che la prossima settimana BigI abbia in programma la presentazione di una nuova generazione di processori ULV con TDP di 6 watt e frequenze di clock sotto il GHz. Maggiori info in questo articolo di ArsTechnica.

Come noto, AMD proporrà le sue prime CPU quad-core, chiamate in codice Barcelona, a partire dall'estate. Nel frattempo, per contrastare le mosse di Intel sul mercato desktop, ha tagliato i prezzi della sua linea di CPU Athlon e Sempron.

Particolarmente marcati i ribassi che hanno interessato i kit Athlon 64 FX-74 e FX-72 per piattaforma Quad FX (ciascuno contenente due CPU), il cui prezzo è sceso di ben 200 dollari. AMD ha dato ampie sforbiciate anche ai prezzi degli Athlon 64 X2, che nel caso dei modelli top di gamma si sono quasi dimezzati. Una tabella riepilogativa degli sconti è riportata qui da DigiTimes.

Questo taglio di prezzi arriva proprio in concomitanza con la comunicazione, da parte di AMD, che i redditi del primo trimestre sono inferiori a quelli di un anno fa a causa della caduta dei prezzi e della diminuzione delle vendite. Per approfondire si può leggere questo resoconto di EETimes.
11 Commenti alla Notizia Intel svela un Core Extreme da 1200 dollari
Ordina
  • ...ovviamente si riferisce al prezzo.
  • no alla temperatura di queste stufe di Intel, effetivamente in questo Intel ha battuto AMDA bocca aperta
    non+autenticato
  • Mi sembra ovvio che l'evoluzione delle CPU tenda velocemente al multi-core spinto ben oltre i 4 core ora all'orizzonte. Chi acquista ora i giochi e non vuole una loro obsolescenza troppo veloce dovrebbe verificare, magari consultando test di riviste specialistiche, che girino bene anche ad otto e piu' core (come ora offre APPLE con coppie di cpu quadricore ). E' un peccato non poter reperire sul mercato PC che consentano di verificare come il gioco funzionerebbe se i core fossero sedici, trentadue etc. o se il gioco e' nato con restrizioni sul numero massimo di core usabili. Ovvio che sarebbero PC invendibili al normale pubblico perche' troppo costosi ma... interessanti per chi sviluppa i giochi e per chi vuole verificare che il suo software non invecchiera' troppo presto.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Mi sembra ovvio che l'evoluzione delle CPU tenda
    > velocemente al multi-core spinto ben oltre i 4
    > core ora all'orizzonte. Chi acquista ora i
    > giochi e non vuole una loro obsolescenza troppo
    > veloce dovrebbe verificare, magari consultando
    > test di riviste specialistiche, che girino bene
    > anche ad otto e piu' core (come ora offre APPLE
    > con coppie di cpu quadricore ). E' un peccato non
    > poter reperire sul mercato PC che consentano di
    > verificare come il gioco funzionerebbe se i core
    > fossero sedici, trentadue etc. o se il gioco e'
    > nato con restrizioni sul numero massimo di core
    > usabili. Ovvio che sarebbero PC invendibili al
    > normale pubblico perche' troppo costosi ma...
    > interessanti per chi sviluppa i giochi e per chi
    > vuole verificare che il suo software non
    > invecchiera' troppo
    > presto.

    perchè tu nel 2012 giocherai a Fifa 2006?
    MeX
    16897

  • - Scritto da: MeX
    >
    > - Scritto da:
    > > Mi sembra ovvio che l'evoluzione delle CPU tenda
    > > velocemente al multi-core spinto ben oltre i 4
    > > core ora all'orizzonte. Chi acquista ora i
    > > giochi e non vuole una loro obsolescenza troppo
    > > veloce dovrebbe verificare, magari consultando
    > > test di riviste specialistiche, che girino bene
    > > anche ad otto e piu' core (come ora offre APPLE
    > > con coppie di cpu quadricore ). E' un peccato
    > non
    > > poter reperire sul mercato PC che consentano di
    > > verificare come il gioco funzionerebbe se i core
    > > fossero sedici, trentadue etc. o se il gioco e'
    > > nato con restrizioni sul numero massimo di core
    > > usabili. Ovvio che sarebbero PC invendibili al
    > > normale pubblico perche' troppo costosi ma...
    > > interessanti per chi sviluppa i giochi e per chi
    > > vuole verificare che il suo software non
    > > invecchiera' troppo
    > > presto.
    >
    > perchè tu nel 2012 giocherai a Fifa 2006?

    A parte le formazioni in campo ci saranno grosse differenze con Fifa 2012? Idea!GeekAngioletto
    non+autenticato
  • bene bene chi vuole spendere ad avere il top può andare con Intel
    chi vuole risparmiare e avere quasi il top può stare con AMD

    bella questa sfida a colpi di ribasso, entro la fine dell'anno mi sa che mi scappa il PC nuovoSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > bene bene chi vuole spendere ad avere il top può
    > andare con
    > Intel
    > chi vuole risparmiare e avere quasi il top può
    > stare con
    > AMD
    >
    > bella questa sfida a colpi di ribasso, entro la
    > fine dell'anno mi sa che mi scappa il PC nuovo
    >Sorride

    Idem. Athlon64 X2 5000+ o superiore, purché a 65nm e prezzo basso, e mobo con chipset AMD 690G, così ho già la grafica on board molto più veloce del mio attuale Radeon 9250 e posso eventualmente upgradarla in seguito se non mi basta ancora.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > bene bene chi vuole spendere ad avere il top può
    > > andare con
    > > Intel
    > > chi vuole risparmiare e avere quasi il top può
    > > stare con
    > > AMD
    > >
    > > bella questa sfida a colpi di ribasso, entro la
    > > fine dell'anno mi sa che mi scappa il PC nuovo
    > >Sorride
    >
    > Idem. Athlon64 X2 5000+ o superiore, purché a
    > 65nm e prezzo basso, e mobo con chipset AMD 690G,
    > così ho già la grafica on board molto più veloce
    > del mio attuale Radeon 9250 e posso eventualmente
    > upgradarla in seguito se non mi basta
    > ancora.

    Un PC con motherboard chipset i965P, Core2Duo E6300 e scheda video ATI o Nvidia di fascia medio-bassa costa praticamente uguale ed è molto più stabile e veloce.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > >
    > > - Scritto da:
    > > > bene bene chi vuole spendere ad avere il top
    > può
    > > > andare con
    > > > Intel
    > > > chi vuole risparmiare e avere quasi il top può
    > > > stare con
    > > > AMD
    > > >
    > > > bella questa sfida a colpi di ribasso, entro
    > la
    > > > fine dell'anno mi sa che mi scappa il PC nuovo
    > > >Sorride
    > >
    > > Idem. Athlon64 X2 5000+ o superiore, purché a
    > > 65nm e prezzo basso, e mobo con chipset AMD
    > 690G,
    > > così ho già la grafica on board molto più veloce
    > > del mio attuale Radeon 9250 e posso
    > eventualmente
    > > upgradarla in seguito se non mi basta
    > > ancora.
    >
    > Un PC con motherboard chipset i965P, Core2Duo
    > E6300 e scheda video ATI o Nvidia di fascia
    > medio-bassa costa praticamente uguale ed è molto
    > più stabile e
    > veloce.

    Dati alla mano non mi risulta, e con questo ribasso ora AMD costa meno di intel dalla fascia media in giù.
    Certo, se consideriamo la fascia alta, gli Athlon FX, allora hai ragione, se prendiamo la fascia medio-alta, con gli Athlon 5600+ e 6000+, ma ancora a 90nm, allora ora il prezzo è OK, ma i consumi troppo alti e non li considererei finché non fossero prodotti a 65nm, quindi anche lì per ora ti dò ragione.
    Ma la fascia media e bassa, coi nuovi listini
    http://www.digitimes.com/systems/a20070409VL203.ht...
    e finalmente prodotti a 65nm è di nuovo di AMD.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > bene bene chi vuole spendere ad avere il top può
    > andare con
    > Intel
    > chi vuole risparmiare e avere quasi il top può
    > stare con
    > AMD
    >
    > bella questa sfida a colpi di ribasso, entro la
    > fine dell'anno mi sa che mi scappa il PC nuovo
    >Sorride

    Ma di che parli ? Le CPU Core di Intel costano meno di AMD sulla stessa fascia di prestazioni.
    Le CPU AMD sono indietro di oltre 2 anni oramai rispetto ad Intel.
    I P4 di Intel erano un disastro con i core Prescott ma da quando sono rinsaviti dando pieni poteri alla divisione Centrino in Israele ed hanno cambiato tutte le linee desktop e server sulle evoluzioni di Centrino non c'è storia.
    non+autenticato
  • AMD taglia i prezzi.
    E' sempre più vicino il momento in cui troverò un 64 X2 almeno 5000+ a meno di 100€, cioè quanto voglio avere al prezzo che voglio spendere, per non spennarmi e al tempo stesso avere un incremento di prestazioni consistente rispetto al mio attuale PC.
    non+autenticato