Il MIT europeo non si farà

E se si farà sarà qualcosa che non ha nulla a che vedere con il prestigioso istituto americano. La chiave in un rapporto commissionato dall'Unione Europea

Roma - È stato un sogno coltivato a lungo in alcuni paesi europei, Italia compresa, ma la possibile costituzione di un "MIT europeo", ritagliato sul modello del MIT americano, si fa di ora in ora più lontana. L'ultima conferma arriva da uno studio commissionato dall'Unione Europea, che sembra archiviare definitivamente l'idea di un istituto di ricerca scientifica e tecnologica centrale.

Il rapporto UNU (United Nation University) prende infatti in considerazione la natura distribuita della ricerca europea, che fa i conti con nazionalismi e gelosie dei singoli paesi, con casi di eccellenza e con difficoltà di tipo logistico, immaginando un EIT (Istituto europeo della Tecnologia) che sia invece distribuito.

Come osserva Qwerty, "il nuovo report solleva i problemi della centralizzazione (serve davvero per il trasferimento tecnologico, settore nel quale molti paesi europei non hanno bisogno di aiuto?) e del finanziamento, per il quale l'Eit potrebbe entrare in conflitto con lo European Research Council. E propone quindi di dar vita a molti Eit decentrati, legati alle università e specializzati in un campo multidisciplinare, che abbiano accesso anche a fondi extra, liberati dal disavanzo dell'Unione. Un European Institute of Technology per tutti i gusti".
Nello specifico, l'idea è quella di legare i diversi EIT ad importanti realtà universitarie nei singoli paesi, aggirando in questo modo un clima di sfiducia che proveniva proprio dagli ambienti universitari e dando invece vita ad una sorta di nuova concorrenza sotto il profilo della ricerca tecnologica.

"La competizione - spiega UNU - porterebbe alla selezione di proposte per solidi consorzi regionali o nazionali che vogliano ospitare un EIT. Un terzo dei fondi arriverebbero dall'Unione Europea, un terzo sarebbe di origine regionale o nazionale ed un terzo da soggetti pubblici e privati".

"Sarebbe esattamente il contrario del Mit - chiosa Qwerty - che deve la sua forza anche alla sua collocazione - non è un caso se a Cambridge, sede del Mit, basta attraversare la strada per trovare palazzi colmi di start-up biotecnologiche. Lì, il trasferimento tecnologico si può letteralmente fare a mano".
33 Commenti alla Notizia Il MIT europeo non si farà
Ordina
  • Che enorme cazzata

    Il MIT è una delle tante università americane. Non è la più prestigiosa e nemmeno la più grossa, si è solo fatta molta pubblicità grazie all'industria cinematografica e ad una serie di scoperte ed invenzioni che ha pubblicato negli anni.

    In europa ci sono già un sacco di università, alcune delle quali molto titolate e con un sacco di buone idee e persone intelligenti e capaci.

    Perchè non si spinge invece per finanziare i progetti di ricerca più promettenti (già avviati, non basati sulla carta...) o gli atenei più virtuosi?

    Come non c'è un ente europeo di ricerca scientifica/tecnologica? Il CERN a che cacchio serve allora? Ok, è il centro europeo di ricerche nucleari, ma è solo un acronimo, perchè da lì è uscito il Web, il grid networking, più altre scoperte/invenzioni che con la fisica nucleare hanno poco a che fare.

    Perchè bisogna sempre creare nuove strutture ogni volta?

    puah Arrabbiato

  • - Scritto da: localhost
    > Che enorme cazzata
    >
    > Il MIT è una delle tante università americane.
    > Non è la più prestigiosa e nemmeno la più grossa

    Non è la prima nè la più grossa, ma è pur sempre una delle prime:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Massachusetts_Institu...

    MIT is ranked #4 overall among the world's top 200 universities by The Times Higher Education Supplement (2006/2005), #1 worldwide in technology and engineering, and #2 in science.[90] The National Research Council, in a 1995 study ranking research universities in the US, ranked MIT #1 in "reputation" and #4 in "citations and faculty awards."[91] The Lombardi Program on Measuring University Performance has identified MIT as one of the top five national research universities since it began ranking in 2000.[92]
    non+autenticato
  • In realtà ci sono parecchie università potenti in Europa, per esempio il Fraunhofer o a Pisa Tipo il Sant'Anna che non è una vera e propria università, per non parlare poi dei vari Politecnici o delle Scuole Normali o dei consorzi tipo quello a Cape D'Antibes. Pare però che al MIT di Boston non ci sia solo Tecnologia o repari prettamente scientifici, ma che le competenze spazino su tutto lo scibile umano ad alti livelli, e questo dia un notevole impulso alla crescita non solo individuale ma anche di PIL. Strutture analoghe mi pare siano sorte in Cina non so più se ad HonKong o Shangay, so solo che sono palazzi enormi e a breve ci potrebbero bagnare il naso. Se i cinesi sono miliardi e gli scienziati sono qualche centinaio di milioni ma tutti concentrati in un solo posto e con le competenze più disparate...
    Aggiungo anche che le crescite non si hanno mai in ambienti chiusi ma in posti aperti a scambi culturali e dove le persone non hanno esperienza in un unico campo. Il MIT europeo si potrebbe realizzare solo obbligando gli studenti ad un anno obbligatorio di Erasmus o qualcosa di simile, magari concentrato in una struttura itinerante er l'Europa, ma capirete il lievitare dei costi...
    non+autenticato
  • A Genova inizia ad ingranare, dopo alcuni anni di gestazione.

    Il problema e' che nel frattempo sono sparite del tutto dal territorio o si sono fortemente ridimensionate fior di aziende tecnologiche, con le quali avrebbe dovuto crearsi il circolo virtuoso di interscambi tra ricerca e produzione. E' anche vero che altre sono nate nel frattempo, molto piu' piccole... vedremo che succedera'...
    MCP
    non+autenticato
  • Questo è il problema...c'e' gente vecchia che decide per i giovani...gente vecchia e ignorante... i nostri addirittura analfabeti. Pero' decidono loro su tutto..sulla ricerca scientifica (anche se loro sono rimasti a penna e calamaio)...insomma è un po' come se nostro nonno ci spiegasse come funziona un pc..
    Tutto cio' è agghiacciante
    non+autenticato
  • Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono meglio dei giovinetti imberbi fanatici di YouTube come te. Non confondere una passione malata con la conoscenza.

    I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come abbiamo visto. Meglio che non decidano.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono
    > meglio dei giovinetti imberbi fanatici di YouTube
    > come te. Non confondere una passione malata con
    > la
    > conoscenza.
    >
    > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come
    > abbiamo visto. Meglio che non
    > decidano.
    >

    Non hai capito una mazza. Parlava dei politici.
    non+autenticato
  • > > Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono
    > > meglio dei giovinetti imberbi fanatici di
    > YouTube
    > > come te. Non confondere una passione malata con
    > > la
    > > conoscenza.
    > >
    > > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come
    > > abbiamo visto. Meglio che non
    > > decidano.
    > >
    >
    > Non hai capito una mazza. Parlava dei politici.
    Perchè se mettiamo gli spaccavetrine di vent'anni in parlamento cosa cambia?A bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > > > Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono
    > > > meglio dei giovinetti imberbi fanatici di
    > > YouTube
    > > > come te. Non confondere una passione malata
    > con
    > > > la
    > > > conoscenza.
    > > >
    > > > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come
    > > > abbiamo visto. Meglio che non
    > > > decidano.
    > > >
    > >
    > > Non hai capito una mazza. Parlava dei politici.
    > Perchè se mettiamo gli spaccavetrine di vent'anni
    > in parlamento cosa cambia?
    >A bocca aperta

    Bhe, magare legalizzano la Maria Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > > > Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono
    > > > > meglio dei giovinetti imberbi fanatici di
    > > > YouTube
    > > > > come te. Non confondere una passione malata
    > > con
    > > > > la
    > > > > conoscenza.
    > > > >
    > > > > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine,
    > come
    > > > > abbiamo visto. Meglio che non
    > > > > decidano.
    > > > >
    > > >
    > > > Non hai capito una mazza. Parlava dei
    > politici.
    > > Perchè se mettiamo gli spaccavetrine di
    > vent'anni
    > > in parlamento cosa cambia?
    > >A bocca aperta
    >
    > Bhe, magare legalizzano la Maria Rotola dal ridere

    così almeno tolgono una bella fetta di fatturato alla mafia...ma OOOOPPPSSSS!
    le cose come stanno ora fruttano più soldi quindi...

    (sempre il solito discorso: credete che la droga che circola -e ce n'è taaaaaantaaaaaaa- entri nel Paese tutta tramite il culo di qualche immigrato?
    Rotola dal ridere non diciamo pagliacciate, si parla di decine di tonnellete al giorno di consumo...
    ci vogliono i X container per tutta quella roBBa Occhiolino )
    non+autenticato
  • Beh con tutti gli immigrati che entrano clandestinamente in Italia hai voglia a culi!
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Bimbo, quei "vecchi" la scienza la conoscono
    > meglio dei giovinetti imberbi fanatici di YouTube
    > come te. Non confondere una passione malata con
    > la
    > conoscenza.
    >
    > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come
    > abbiamo visto. Meglio che non
    > decidano.
    >

    La tua massima visione dei giovani l'hai avuta guardando Studio aperto, vero ?
    non+autenticato

  • > > I giovinetti sanno solo spaccare vetrine, come
    > > abbiamo visto. Meglio che non
    > > decidano.
    > >
    >
    > La tua massima visione dei giovani l'hai avuta
    > guardando Studio aperto, vero
    > ?

    No, l'ho avuta smanganellando le loro facciacce in piazza. E' bellissimo, fanno quel CRAC quando si spaccano.

    Il trucco è colpire la mascella con la punta del bastone, se lo fai nel punto giusto si rompe come un uovo.
    non+autenticato
  • Allora il vantaggio del MIT originale è che basta attraversare le strada per raggiungere varie ed eventuali aziende ?

    Allora qui in Europa si crea una bella cittadella della scienza e della tecnologia con al centro il nostro MIT e tutt'attorno si favorisce la crescita di sedi delle più grandi società europee interessate allo sviluppo delle tecnologie che verranno studiate.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Allora il vantaggio del MIT originale è che basta
    > attraversare le strada per raggiungere varie ed
    > eventuali aziende
    > ?
    >
    > Allora qui in Europa si crea una bella cittadella
    > della scienza e della tecnologia con al centro il
    > nostro MIT e tutt'attorno si favorisce la
    > crescita di sedi delle più grandi società
    > europee interessate allo sviluppo delle
    > tecnologie che verranno
    > studiate.
    >

    è proprio questo il punto: non si fa più.
    perchè? bho, solite scuse...
    non+autenticato

  • > è proprio questo il punto: non si fa più.
    > perchè? bho, solite scuse...
    E se un centro di ricerca Europeo facesse la fine di Galileo?
    Ogni stato che tira acqua al suo mulino, progetti fermi, ritardi solossali, miliardi bruciati...
    Visto che non si riesce a fare le cose come si deve, allora meglio non farle
    non+autenticato
  • Insomma della serie che l'Europa non è mai esistita e/o servita un mazzo tranne favorire qualche furbo, qualche coniatore e tanti maceri di banconote
    non+autenticato
  • ...ma è possibile che non cambi mai nulla?
    che fine faremo....
    non+autenticato
  • Guarda che un istituto come il MIT non nasce perché qualcuno decide "facciamo un MIT" e firma pacchi di dichiarazioni, statuti e documenti vari.

    Il dirigismo stile franco-italiano non funziona, anche perché in genere si accoppia con una scarsa propensione alla meritocrazia, e genera mostri burocratici dove sguazzano gli amici degli amici, e gli investimenti vengono bruciati senza produrre nulla.

    I governi devono casomai favorire la nascita di tali istituti migliorando la scuola dell'obbligo, grantendo l'accesso all'istruzione superiore ai meritevoli ed eliminando le sacche di privilegio nelle università esistenti.

    Cosa che non accadra mai perché più "ignoranti" ci sono più facile è mantenere il potere. E l' "intelligenza" non si può certo creare per decreto.
    non+autenticato
  • Concordo... non basta scrivere uno statuto e riservare dei fondi per creare una specie di MIT... fa ridere che nemmeno tale passo sia comunque possibile per la lotta tra accademie e ra stati nazionali... qui in fondo risiede il vero problema europeo... siamo tot stati non siamo una europa! Lo si vede in tutto... e la politica estera oscilla tra il blocco franco-tedesco... quello anglo-olandese, a volte quello italo-tedesco... e poi angli-tedesco... e ... e... poi le elezioni sono sfalsate e cambia tutto lo scacchiere politico... meta paesi ripiombano nel socialismo, meta' tornano liberali, come si fa' a mantenere un indirizzo comune?? Manca un governo federale con pieni poteri e fino ad allora non ci sara' speranza di un europa reale! E quando ci sara' tale europa, accetteremo un esercito interno tipo guarda nazionale USA che vigili sulla federazione?? Dubito si ceda mai tanto potere all'europa...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)