Nello stato di New York il traffico è online

Completa l'integrazione tra la rete, Google e il sistema statale di segnalazione del traffico. L'idea pare funzionare e c'è già chi si stupisce che non sia mai stato fatto prima

New York - Una municipalità ci ha finalmente pensato: adattare il sistema di geo-viabilità di BigG per comunicare ai cittadini le strade interrotte o le avverse condizioni del traffico. Questo promette - e mantiene - il Dipartimento del Traffico dello Stato di New York, che ha da poco integrato Google Maps nel proprio sistema di segnalazioni, ora accessibile dal network telematico mondiale.

Ad annunciarlo è Michael Mittleman, capo responsabile dell'ufficio informazioni dello stato: il servizio, sotto la forma del sito web Real-Time Transportation Status - anche noto come Cars Web - offre una panoramica completa sulle condizioni della viabilità stradale unita alla tradizionale praticità dell'interfaccia di Google Maps.

Com'è possibile osservare in foto (vedi in fondo), i dettagli visualizzabili - e selezionabili a piacere dall'utente - includono le videocamere della rete di controllo, i lavori attualmente in corso sulle strade - con relativo calendario degli interventi entro l'anno - gli incidenti critici (per i quali si prevedono grossi disagi alla circolazione dei mezzi), le strade interrotte, i pericoli dettati da particolari condizioni atmosferiche e addirittura l'attuale stato dei semafori cittadini, ancorché quest'ultima informazione sia per ora operativa solo nella capitale Albany.
Secondo InformationWeek, il sistema dovrebbe offrire informazioni aggiornate al minuto, piuttosto che con i 15-20 minuti di ritardo della versione precedente all'integrazione con Google Maps. Mittleman sottolinea, tra i tanti vantaggi dell'adozione del servizio di BigG, anche l'assoluta mancanza della necessità di aggiornare la mappa dello stato: ci penserà Google.

Assieme alle segnalazioni grafiche che saltano all'occhio, il dipartimento del traffico rende disponibile una ulteriore fonte informativa, questa volta ragionata e mediata da impiegati umani, con avvisi dettagliati delle mutate condizioni della viabilità stradale.

L'utilità del trick è ad ogni modo indubbia: perfetta sarebbe ora l'integrazione delle segnalazioni con il già esistente servizio anti-traffico raggiungibile con i telefoni cellulari, attraverso la versione Mobile di Google Maps. Così come non guasterebbe, per le più caotiche città italiane come Roma, Napoli e Milano, la realizzazione di iniziative simili. L'atmosfera, il portafogli e la salute dei guidatori del Belpaese ringrazierebbero di certo.

Alfonso Maruccia

La mappa
3 Commenti alla Notizia Nello stato di New York il traffico è online
Ordina