Microsoft sponsorizza una serie TV

Xbox 360 sempre meno console e sempre più media center. 100mila dollari al vincitore di un concorso, per realizzare sei puntate del suo show sulla piattaforma Xbox LIVE

Roma - Microsoft ha indetto un concorso, in collaborazione con il New York Television Festival, per premiare un aspirante sceneggiatore e la sua fiction. C'è tempo fino al 29 giugno per girare un cortometraggio di almeno cinque minuti (e non più lungo di quindici) e partecipare così alla selezione dei finalisti di Xbox Live Originals.

I video prescelti verranno inseriti nel mese di luglio in una apposita sezione della piattaforma Xbox LIVE, dove verranno votati per eleggere il vincitore. L'autore del filmato riceverà in premio un budget da 100mila dollari ed un contratto per produrre sei episodi della serie TV che avrà ideato. La messa in onda è prevista per l'autunno, sempre sulle pagine della community online riservata ai possessori della console Microsoft.

"Il New York Television Festival si è sempre adoperato per offrire agli artisti l'occasione per essere notati, e crediamo che mostrare i propri video sulla Xbox 360 dia ai partecipanti una occasione senza precedenti" ha detto Terence Gray, fondatore del NYTVF. "Questo concorso dimostra come le nuove tecnologie offrano metodi innovativi per raccontare delle storie, e XboX LIVE Marketplace, uno dei maggiori distributori di contenuti digitali online, è senz'altro un grande palcoscenico per presentare il lavoro degli artisti che partecipano alla nostra manifestazione".
Le condizioni generali del concorso sono illustrate nella pagina dedicata all'evento: possono partecipare tutti i cittadini (purché maggiorenni) dei 25 paesi in cui Xbox LIVE è presente. Gli studenti non dovranno pagare la tassa di iscrizione di 25 dollari, mentre i video dovranno essere in lingua inglese. Il modulo di adesione, che comprende il regolamento completo, è disponibile qui.

L'iniziativa pare sia molto gradita ai consumatori: la blogosfera pullula di commenti entusiasti e di buoni propositi dei registi in erba. Ma è soprattutto l'idea di aprire queste piattaforme al contenuto creato dal pubblico ad entusiasmare i blogger, come già accaduto per il concorso Dream-Build-Play, lanciato poche settimane fa.

Il colosso di Redmond prosegue nel suo tentativo di trasformare la Xbox 360 da semplice applicazione videoludica in un vero e proprio media center per l'intrattenimento domestico: sebbene BigM smentisca di voler fare concorrenza ad Apple, appare evidente che la valorizzazione i contenuti video di Xbox LIVE ponga la console in diretta concorrenza con AppleTV ed iTunes. Microsoft cavalca inoltre la moda del social network, cercando di spingere l'hardware videoludico verso un nuovo tipo di pubblico.

Le console di ultima generazione sono molto diverse dalle precedenti: Wii, Playstation 3 e Xbox 360 includono tutte una piattaforma per l'interazione online, e tutte offrono al consumatore servizi (a pagamento) di ogni tipo. Sony pensa ad un mondo virtuale in stile Second Life, mentre Nintendo e Microsoft si accontentano (almeno per il momento) di offrire applicazioni ludiche e retrogaming. Anche l'hardware segue un approccio modulare: il tanto atteso lettore HD DVD per la Xbox è disponibile solo come accessorio esterno.

Di questo cambiamento si sono accorti anche gli utenti: i criteri che guidano oggi alla scelta di una console sono molto distanti da quelli di pochi anni fa, basati unicamente sui titoli disponibili e sulla loro reperibilità. Un ruolo predominante hanno assunto tutti gli extra, come i controller senza fili, la navigazione online ed i servizi aggiuntivi a pagamento: l'esperienza di intrattenimento non si limita più al gioco col picchiaduro preferito, ma si allarga alla visione di contenuti multimediali di qualsiasi genere (magari in alta definizione).

Al momento il mercato premia queste novità: Microsoft da sola ha venduto quasi 11 milioni di Xbox 360 (sebbene qualcuno ponga dei dubbi sulla bontà di queste cifre), nonostante i piccoli problemi tecnici che sembrano affliggere periodicamente alcuni esemplari.

Luca Annunziata
9 Commenti alla Notizia Microsoft sponsorizza una serie TV
Ordina