Kylix 3 sposa Delphi col C++

La nuova versione del noto ambiente di sviluppo per Linux di Borland integra un'accoppiata da lungo tempo attesa. Obiettivo: attirare nuovi sviluppatori

Scotts Valley (USA) - Con l'intento di estendere la propria base di sviluppatori Linux, Borland ha rilasciato la nuova versione 3 del suo noto ambiente di sviluppo RAD (rapid application development) per Linux: Kylix. A differenza delle versioni precedenti, che si rivolgevano esclusivamente ai programmatori di Delphi, il nuovo Kylix 3 introduce il supporto al C++, uno dei linguaggi più utilizzati su Linux.

Borland sostiene che Kylix 3 è il primo RAD per Linux in grado di fornire alla numerosa comunità di sviluppatori C++ tutti gli strumenti necessari per creare velocemente interfacce grafiche utente, database, applicazioni Web e Web service. Borland spera di far leva sulla grande frammentazione oggi esistente sul mercato Linux, dove i tool di sviluppo open source sono spesso a linea di comando e scarsamente integrati.

"Il C++ è il linguaggio di programmazione preferito da molti sviluppatori Linux, ma richiede molto tempo per lo sviluppo di applicazioni ad alte prestazioni, specialmente GUI, database e Web. Con il modello di sviluppo a componenti per Linux offerto da Kylix 3, gli sviluppatori C++ possono velocizzare i loro tempi di rilascio", ha affermato Simon Thornhill, vice president e general manager di RAD solutions for Borland.
Kylix 3 combina per la prima volta in un unico ambiente di sviluppo per Linux il Borland C++Builder con Delphi, un matrimonio che Borland aveva in mente già da tempo. Come i propri predecessori, anche la nuova versione di Kylix si appoggia sulla libreria di componenti CLX che consente la creazione di applicazioni cross-platform in grado di girare, con un singolo sorgente, sia su Linux che su Windows.

Kylix 3 sarà disponibile a breve in tre edizioni: Kylix 3 Enterprise (1.999$), Kylix 3 Professional (249$) e Kylix 3 Open Edition (free). Quest'ultima versione, specifica per la creazione di software open source, potrà essere scaricata gratuitamente qui.
65 Commenti alla Notizia Kylix 3 sposa Delphi col C++
Ordina
  • Sono uno studente del primo anno di programmazione ed ho appena concluso le mie classi Visual Basic. Questo semestre passerò al C++.

    Comunque ho notato alcuni problemi con il C++ che vorrei discutere con il resto della comunità della programmazione. Per favore non pensate che io sia tecnicamente ignorante. Oltre al VB, sono molto esperto nella programmazione HTML, uno dei linguaggi più complessi che esistano!

    C++ è basato su un concetto noto come Programmazione Orientata agli Oggetti. In questo stile di programmazione (noto anche come OOPS nella comunità dei programmatori) un programmatore costruisce "oggetti" o "classi" nel suo codice, e poi manipola queste "classi".
    Poiché suppongo che voi lettori siate esperti nella proghrammazione quanto me, salterò ogni ulteriore spiegazione di queste "classi".

    Consentitemi per favore di fare una piccola digressione e discutere le origini del C++ per un momento. La mia ricerca mostra che questo linguaggio è uno dei più vecchi esistenti, precedente addirittura all'assembly! E' stato creato nei primi anni 70 quando AT&T iniziò a cercare un nuovo linguaggio per scrivere BSD, il suo sistema operativo Unix (più tardi, altre società sarebbero partite dal codice sorgente di BSD per scrivere sia Solaris che Linux!). Curiosamente, il nome C++ è un gioco di parole del creatore del linguaggio. Quando fu pubblicata la prima beta, fu fatto notare che il linguaggio sarebbe stato valutato come un C+, per via della sua orrenda complessità e pesantezza. Il + supplementare fu aggiunto durante una release successiva quando alcuni di questi problemi furono corretti. Il linguaggio sarebbe stato ancora classificato un C, ma sarebbe stato il più alto C possibile! Veramente un nome ingegnoso per questo linguaggio.

    Tornando all'argomento, credo che il C++ - nonostante i suoi problemi - sia stato uno strumento di grande valore per il mondo dei computers.
    Sfortunatamente comincia a mostrare la sua età, e credo che dovrebbe essere abbandonato, così come è avvenuto per COBOL, ADA e Smalltalk. Recentemente ho iniziato ad informarmi su un altro linguaggio che è stato sviluppato abbastanza di recente. Questo nuovo linguaggio si chiama C.

    Anche se sintatticamente mantiene molto del suo predecessore C++, il C semplifica enormemente le cose (da qui il suo nome, che suggerisce la sua maggior semplicità abbandonando i ++). Il suo maggior pregio è che abbandona lo stile di programmazione OOPS. Basta con scomodi "oggetti" o "classi". Al loro posto, il C usa quelle che sono chiamate strutture. Vagamente simile ad una "classe" C++, una struttura abbandona anacronismi come l'ereditarietà, lo spazio dei nomi, e tutti i problemi dell'accesso pubblico/privato/protetto etc. delle sue variabili e routines. Liberando il programmatore dal requisito di occuparsi di tutti questi problemi, è possibile focalizzarsi sull'implementazione del proprio algoritmo e sul rapido sviluppo della propria applicazione.

    Anche se C non ha la velocità e la robustezza del C++, credo che siano problemi trascurabili. Data la velocità dei moderni computers, la relativa lentezza del C non dovrebbe essere un problema. La robustezza e la stabilità arriveranno quando il C diventerà più pervasivo nella comunità dei programmatori e verrà messo a punto. Eventualmente, la stabilità del C dovrebbe eguagliare quella del C++.

    Spero di vedere il C adottato come lo standard di fatto della programmazione. Da quello che ho imparato su questo linguaggio, il futuro appare effettivamente molto roseo per il C! Alla fine, tra qualche anno, forse vedremo adirittura un sistema operativo scritto in questo linguaggio!

    Grazie per il vostro tempo. Le vostre risposte saranno molto apprezzate.
    non+autenticato
  • WOW!
    Credevo che trollate di questo calibro potessero trovarsi solo su it.comp.os.dibattiti!
    non+autenticato

  • E' troppo difficile distinguere tra proposte serie e presa per i fondelli, la prossima volta metti tipo dei tag <presa per il cu..> dhgdgdfg </fine presa...>
    non+autenticato
  • >>Oltre al VB, sono molto esperto nella
    >>programmazione HTML, uno dei linguaggi più
    >>complessi che esistano!

    Devi essere un drago della programmazione allora
    non+autenticato


  • - Scritto da: Bjarney Strustrup
    > Sono uno studente del primo anno di
    > programmazione [...]

    già avvistato...

    http://groups.google.com/groups?q=%22Sono+uno+stud...

    http://groups.google.com/groups?q=%22Sono+uno+stud...
    non+autenticato
  • LOL!
    non+autenticato
  • Ne ha abusato.
    non+autenticato
  • Questi RAD portano cattive abitudini, e la gente non impara a programmare: passi per il pascal, ma il C visuale è improponibile.
    Il programmatore C non ha bisogno delle figurine e di un codice ultraridondante, come quello generato dagli aborti visuali.
    Non ha senso usare il C visuale visto che si possono benissimo fare le stesse cose in pascal o in java con risparmio di tempo ed energia.
    non+autenticato
  • il c visuale non esiste, il c++ builder e' una schifezza, e' delphi con la sintassi del C ed e' una presa in giro, il visual c invece di visuale oltre al nome non ha niente, e comunque dipende sempre dalle capacita' del programmatore
    non+autenticato
  • usa il c++ builder e poi viemmelo a ridire...

    Compila in tempi lampo codice più compatto e più veloce di TUTTI i concorrenti, il codice rimane pulito anche se gli dai giù di RAD (niente commenti stupidi o macro per fare tornare le cose). In più è compatibile ANSI (prova ad inserire del codice ansi C in Visual C++ quando usi le MFC e poi dimmi). Ora ha anche la portabilità 1:1 su Linux con CLX...

    Non vedo cosa ci sia di così sbagliato?
    non+autenticato
  • Ah se sei un talebano di Linux, saprai anche cosa sono le QT libraries...

    VCL è molto simile come utilizzo alle QT Libraries (molto simile perché è MEGLIO!).

    Ricordo inoltre che siamo nel 2003 (quasi) e da anni è stato ampiamente dimostrato che l'overhead per un approccio di programmazione ad oggetti (visuale e non) è del tutto inesistente, visti i "tempi di reazione" dei processori moderni e lo strabordio di RAM (che non è un problema di borland, visto che i loro eseguibili sono estremamente compatti) che ora si ha a disposizione. Inoltre faccio notare che oggettivamente nella diatriba Gnome/KDE e GTK+/QT i secondi risultano sicuramente vincenti in quanto a velocità e efficenza (non parlo di usabilità e di estetica ma di velocità pura). Ricordo inoltre che scrivere interfacce grafiche in C specie per grossi progetti PRODUCE codice sporco, scarsamente leggibile, di solito pieno di variabili globali (per evitare funzioni con diciottomila parametri) e scarsamente modulari.
    Un approccio OOP stile borland (non stile MFC che è ridondatne perché C wrapper, sostanzialmente) mantiene il codice funzionale, veloce e pultio, molto simile al Java e al QT per la gestione delle interfacce, ma sicuramente meglio ingegnerizzato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Z.e.r.o
    > disposizione. Inoltre faccio notare che
    > oggettivamente nella diatriba Gnome/KDE e
    > GTK+/QT i secondi risultano sicuramente
    > vincenti in quanto a velocità e efficenza
    > (non parlo di usabilità e di estetica ma di
    > velocità pura). Ricordo inoltre che scrivere

    ehm... una delle critiche rivolte più spesso a KDE è che è lento... infatti sono tutti contenti ora che possono fare il prebinding con GCC3...
    non+autenticato
  • evidentemente non sai cos'e' l'intel c/c++ compiler, mi spiace per te, sappi pero' che e' il compilatore migliore che esiste (dare un'occhiata al codice prodotto tante volte non fa male, invece di parlare per sentito dire), per quanto riguarda il visual c, il fatto che non e' ansi sono leggende, dato che io sopra ci ho compilato tutto il codice che ho trovato e funziona sempre, le mfc non vedo cosa centrano dato che sono delle classi per Win32 e sono solo per Win32 e quindi non devono seguire nessun standard, e usare il visual c non significa usare le mfc, vuoi qualcosa di standard? usa le qt e non lamentarti se sono lente (perche' su Win32 sono lentissime), o senno' usa pure il c++ builder, ma poi non andare in giro a dire che sei un programmatore c++ sotto windows, perche,' se non fosse per il linguaggio, uno che usa il c++ builder sta allo stesso livello di uno che usa il vb, sa fare programmi si, ma non sa assolutamente cosa fa, ed e' convinto che per cambiare il colore di un pulsante ci sia la proprieta' color, senza sapere manco che e' un dc
    non+autenticato
  • il visual c
    > invece di visuale oltre al nome non ha
    > niente.
    il visual c non è neppure un compilatore:
    I problemi delle applicazioni windows derivano all' 80% dall'utilizzo di codice compilato con l'aborto di cui sopra !
    Per la cronaca i compilatori microsoft (per certi aspetti escludiamo il caro vecchio MASM...) facevano schifo sin dall'inizio vedi il "noto" Microsoft C (che girava sotto dos a metà anni 80)...
    non+autenticato

  • ciao..

    -snippo

    > certi aspetti escludiamo il caro vecchio
    > MASM...) facevano schifo sin dall'inizio
    > vedi il "noto" Microsoft C (che girava sotto
    > dos a metà anni 80)...
    >   
    mitico! lo ricordo ehhahha io passai al turbo c (se ricordo bene.. boh credo di avere ancora quel compilatore in un disco da 5 e 1/4.. ma con cosa lo leggo? Sorride

    il masm comq funzionava decentemente (anche se le rare volte che scrivevo subr. in asm usavo altro.. meglio che non lo dica altrimenti mi ridi dietro Sorride )

    bei tempi? Sorride

    ciao
    non+autenticato
  • Ok, c'è il RAD per C++ su Linux... e per Winzozz?
    L'articolo dice che si possono fare applicazioni cross-platform... nel senso che usi Kylix, poi compili il codice con i loro CommandLineTools? Mah...
    Fare un RAD per creare OpenSource direttamente in Winzozz non era meglio?

    Comunque sono molto contento che finalmente anche il ragazzo squattrinato può farsi le sue applicazioni grafiche in santa pace, senza essere incasinato con le licenze.

    Poi ha anche una grossa valenza per l'istruzione!!! Noi al perito informatico usavamo un vecchio compilatore della Borland (ma proprio vecchio!), con questa soluzione si va alla grande (sempre sotto linux, comunque)...
    non+autenticato
  • > Ok, c'è il RAD per C++ su Linux... e per
    > Winzozz?

    noto che sei davvero un tipo molto distratto ...
    sul sito borland è possibile scaricare _gratis_ (dopo essersi registrati beninteso) i seguenti prodotti

    delphi 6 personal edition
    borlandc c/c++ compiler 5.5 (a linea di comando)
    turbo debugger 5.5
    jbuilder 7 personal edition

    e queste sono le versioni senza alcuna scadenza;

    per quanto riguarda gli altri pacchetti, è possibile scaricare versioni trial a tempo (in genre 30 gg di validità, mi pare) sempre cmq dopo essersi registrati

    come puoi ben vedere, se davvero vuoi cimentarti nella programmazione sotto windows senza spendere una lira, non hai che l'imbarazzo della scelta...Occhiolino)

    ti suggerisco cmq di darti una bella letta alle licenze d'uso dei vari prodotti

    concludo con un messaggio per i vari "infiltrati" e "provocatori" al soldo di mamma Micro$oft (e ce ne stanno parecchi....): fate notare al caro zio Bill che se un giorno si decidesse a distribuire gratuitamente i molti prodotti ormai fuori listino, farebbe cosa gradita davvero a molti (tempo fa avevo la necessità assoluta di acquistare il vecchio VB DOS e non c'è stato verso di poterlo ottenere "legalmente" in alcun modo...)
    non+autenticato


  • - Scritto da: klavius
    > concludo con un messaggio per i vari
    > "infiltrati" e "provocatori" al soldo di
    > mamma Micro$oft (e ce ne stanno
    > parecchi....): fate notare al caro zio Bill
    > che se un giorno si decidesse a distribuire
    > gratuitamente i molti prodotti ormai fuori
    > listino, farebbe cosa gradita davvero a
    > molti (tempo fa avevo la necessità assoluta
    > di acquistare il vecchio VB DOS e non c'è
    > stato verso di poterlo ottenere "legalmente"
    > in alcun modo...)

    Boh, io ho iniziato a programmare su un vetusto VisualC++ pagato in edizione educational 99 mila lire... e ora mi guadagno il pane col C++. Grazie Bill.

    ZioBill (NON infiltrato e NON al soldo dell'altro Bill...)

    PS Che tristezza gli ortodossi-linux-sovietici-opensource.... e che palle anche!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill
    >
    > Boh, io ho iniziato a programmare su un
    > vetusto VisualC++ pagato in edizione
    > educational 99 mila lire... e ora mi
    > guadagno il pane col C++. Grazie Bill.
    >

    per cosa? non certo per averti spillato 99k lire...

    > PS Che tristezza gli
    > ortodossi-linux-sovietici-opensource.... e
    > che palle anche!!!

    (p.s.: non ho mai detto "linux" nel mio messaggio, non è che c'hai una mezza mania di persecuzione, no? sicuro?)
    non+autenticato


  • - Scritto da: klavius
    > - Scritto da: ZioBill
    > >
    > > Boh, io ho iniziato a programmare su un
    > > vetusto VisualC++ pagato in edizione
    > > educational 99 mila lire... e ora mi
    > > guadagno il pane col C++. Grazie Bill.
    > >
    >
    > per cosa? non certo per averti spillato 99k
    > lire...
    No, per avermi fatto pagare POCO quando ero studente uno strumento che ora uso per lavoro.
    >
    > > PS Che tristezza gli
    > > ortodossi-linux-sovietici-opensource.... e
    > > che palle anche!!!
    >
    > (p.s.: non ho mai detto "linux" nel mio
    > messaggio, non è che c'hai una mezza mania
    > di persecuzione, no? sicuro?)
    Hai ragione, si, e' che non ce la faccio piu' a sentire gli ortodossi di cui sopra sghignazzare non si sa bene per cosa...ognuno si usi il suo sistema e non rompa i glioni all'altro.

    ZioBill (no linux and no open source is used to write this post)
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill

    > No, per avermi fatto pagare POCO quando ero
    > studente uno strumento che ora uso per
    > lavoro.

    Ma pensa, io (povero studentello in vacanza) sto imparando il C++ col g++... e pensa che quegli allocchi che lo fanno non me lo fanno nemmeno pagare!!!

    > Hai ragione, si, e' che non ce la faccio
    > piu' a sentire gli ortodossi di cui sopra
    > sghignazzare non si sa bene per
    > cosa...ognuno si usi il suo sistema e non
    > rompa i glioni all'altro.

    Pensa che io non ce la faccio più a sentire la gente come te che idolatra uno che gli ha fatto pagare SOLO 99k per il VisualC++ (cazzo, che benefattore!!)

    > ZioBill (no linux and no open source is used
    > to write this post)

    E a me che cazzo me ne fotte? Non hai mica detto prima che ognuno deve usare il SO che preferisce e non deve rompere i coglioni (io sono un pò più diretto di te) al prossimo???

    PS: I lettori di questo post scusino la mia scurrilità, stavolta mi merito la -X-
    non+autenticato


  • - Scritto da: nom

    > Ma pensa, io (povero studentello in vacanza)
    > sto imparando il C++ col g++... e pensa che
    > quegli allocchi che lo fanno non me lo fanno
    > nemmeno pagare!!!
    >
    > Pensa che io non ce la faccio più a sentire
    > la gente come te che idolatra uno che gli ha
    > fatto pagare SOLO 99k per il VisualC++
    > (cazzo, che benefattore!!)
    Beh, col gc++ (e non g++) non ci programmi ActiveX e modello COM+, quindi non mi serve proprio a niente... Occhiolino

    >    
    > > ZioBill (no linux and no open source is
    > used
    > > to write this post)
    >
    > E a me che cazzo me ne fotte? Non hai mica
    > detto prima che ognuno deve usare il SO che
    > preferisce e non deve rompere i coglioni (io
    > sono un pò più diretto di te) al prossimo???
    >
    E a me che me ne frega??? E' la mia tagline e ci scrivo quello che mi pare Occhiolino

    ZioBill
    ***no linux or opensource software was used to make this post***
    non+autenticato


  • - Scritto da: ZioBill

    > Beh, col gc++(e non g++)

    Il gc++??

    $ man gc++
    No manual entry for gc++
    __________________________________

    NAME
    gcc, g++ - GNU project C and C++ Compiler
         ^^^
    (tratto da man gcc)
    __________________________________

    > non ci programmi
    > ActiveX e modello COM+, quindi non mi serve
    > proprio a niente... Occhiolino

    Eh già, ma sai, a me non servono a niente COM+ e ActiveX

    > E a me che me ne frega??? E' la mia tagline
    > e ci scrivo quello che mi pare Occhiolino
    >    
    > ZioBill
    > ***no linux or opensource software was used
    > to make this post***

    "e' che non ce la faccio piu' a sentire gli ortodossi di cui sopra sghignazzare non si sa bene per cosa...ognuno si usi il suo sistema e non rompa i glioni all'altro."
                (ZioBill)

    Non vorrai mica il copyright per questa, vero? Sorride
    non+autenticato

  • > Boh, io ho iniziato a programmare su un
    > vetusto VisualC++ pagato in edizione
    > educational 99 mila lire... e ora mi
    > guadagno il pane col C++. Grazie Bill.

    Beh io 99 mila non le ho da spendere perche' sono un povero studente.
    Se per imparare a programmare posso non spendere non spendo (anche sotto win ci son compilatori "a gratis")
    Questo non toglie che e' comunque un autogoal non lasciar gratis le cose vecchie (e non solo) ad esempio da borland c'e' un sacco di roba da scaricare.
    Imparero' a programmare con altre "case" e probabilmente vi rimarro' ataccato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: klavius
    > > Ok, c'è il RAD per C++ su Linux... e per
    > > Winzozz?
    >
    > noto che sei davvero un tipo molto distratto
    > ...
    > sul sito borland è possibile scaricare
    > _gratis_ (dopo essersi registrati beninteso)
    > i seguenti prodotti
    >
    > delphi 6 personal edition
    > borlandc c/c++ compiler 5.5 (a linea di
    > comando)
    > turbo debugger 5.5
    > jbuilder 7 personal edition

    si, infatti intendevo un RAD (R sta per Rapid, non mi dire che fai un'applicazione con finestre rapidamente con solo il compiler...) e per C++

    > ti suggerisco cmq di darti una bella letta
    > alle licenze d'uso dei vari prodotti

    perchè?

    > se un giorno si decidesse a distribuire
    > gratuitamente i molti prodotti ormai fuori
    > listino, farebbe cosa gradita davvero a
    > molti (tempo fa avevo la necessità assoluta
    > di acquistare il vecchio VB DOS e non c'è
    > stato verso di poterlo ottenere "legalmente"
    > in alcun modo...)

    com'è vero!!!

    gk
    non+autenticato
  • >
    > si, infatti intendevo un RAD (R sta per
    > Rapid, non mi dire che fai un'applicazione
    > con finestre rapidamente con solo il
    > compiler...) e per C++
    >

    ?!? scusa ma:

    delphi 6 personal edition ---> RAD Pascal
    jbuilder 7 personal edition ---> RAD Java

    l'unico non RAD è il compilatore C/C++

    > > ti suggerisco cmq di darti una bella letta
    > > alle licenze d'uso dei vari prodotti
    >
    > perchè?
    >

    perchè non mi sembra (potrei sbagliare) che sia possibile con questi pacchetti sviluppare applicativi da rivendere

    ciao
    non+autenticato
  • Non che delphi non andasse bene ma finalmente un rad degno di questo nome marcato borland per c++ su linux!
    Ci sara' un'esplosione di software
    non+autenticato


  • - Scritto da: #include
    > Non che delphi non andasse bene ma
    > finalmente un rad degno di questo nome
    > marcato borland per c++ su linux!
    > Ci sara' un'esplosione di software

    Si, e alla Borland non sono stati nemmeno capaci di fare l'interfaccia utente nativa per linux. Delphi usa le Wine!
    Che tristezza...

    Si, ci sara', ancora una volta un'esplosione di sw per windows... Occhiolino))

    ZioBill
    non+autenticato
  • > Si, e alla Borland non sono stati nemmeno
    > capaci di fare l'interfaccia utente nativa
    > per linux. Delphi usa le Wine!
    > Che tristezza...

    Beh dire che "non sono stati capaci" mi pare un po presuntuoso (stiamo parlando della borland!)
    I motivi saran stati altri (voglia? tempo? costi?)

    >
    > Si, ci sara', ancora una volta un'esplosione
    > di sw per windows... Occhiolino))

    Non e' che linux l'open e tutto quello che gli assomiglia fino ad ora sia dipeso molto da kylix pero' certo, tutto quello che c'e' di buono ben venga Sorride


    wine non l'ho mai provato perche' credo che personalmente non me ne possa fregar di meno di far girare roba win quando ho il win vero su una partizione.
    E specialmente quando "mi basta" la roba open Sorride
    non+autenticato
  • > Si, e alla Borland non sono stati nemmeno
    > capaci di fare l'interfaccia utente nativa
    > per linux. Delphi usa le Wine!
    > Che tristezza...
    >

    mi ricordi un mio vecchio collega al quale una volta chiesi di fare da beta tester ad una mia applicazione, informandolo che era una delle prime build e che quindi non si dovesse spaventare se ogni tanto fosse apparso qualcosa di strano, ma si limitasse cmq a vedere se gli algoritmi di base girassero;

    bene, dopo 4 gg di test, mi ha consegnato un foglietto pieno zeppo di note del tipo "le icone non sono conformi", "il font è troppo piccolo", "i colori non vanno bene".... insomma era del tutto secondario (almeno per lui) se la mia applicazione sfornasse report o pizzette;

    traducendo per i comuni mortali: kylix ha sicuramente molti punti sui quali lavorare (nella versione 2 si è riusciti a dare una buona stabilità all'ambiente) anche se di cose da fare ce ne sono davvero molte (soprattutto a livello di CLX)

    personalmente sono d'accordo con la scelta di borland di adottare wine, concentrandosi su altri aspetti maggiormente importanti...

    inorridisco vedendo che c'è gente che invece prima di tutto pensa prima alle icone, alle skin, e ogni altro genere di "scenografia" tralasciando aspetti di vitale importanza, coi risultati che possiamo ben immaginare;

    > Si, ci sara', ancora una volta un'esplosione
    > di sw per windows... Occhiolino))
    >

    già, a proposito di eXPlosioni.....
    non+autenticato


  • - Scritto da: klavius

    > personalmente sono d'accordo con la scelta
    > di borland di adottare wine, concentrandosi
    > su altri aspetti maggiormente importanti...
    >
    > inorridisco vedendo che c'è gente che invece
    > prima di tutto pensa prima alle icone, alle
    > skin, e ogni altro genere di "scenografia"
    > tralasciando aspetti di vitale importanza,
    > coi risultati che possiamo ben immaginare;
    >
    Vedi, il problema non e' questo. Il vero problema e' di sostanza: come possiamo accettare che l'applicazione di sviluppo visuale 'principe' per linux non sia nemmeno un'applicazione totalmente nativa? Quando dico che non c'e' software per linux mi riferisco anche a questo: perfino le case che investono nel pinguino non lo fanno completamente. E' un vero limite, in prospettiva.
    Non mi riferivo certo alla 'qualita'' dell'interfaccia, alle icone... Sorride)) sorry se si e' capito questo Occhiolino


    ZioBill
    ***no linux and no opensource software was used to make this post***
    non+autenticato


  • > Vedi, il problema non e' questo. Il vero
    > problema e' di sostanza: come possiamo
    > accettare che l'applicazione di sviluppo
    > visuale 'principe' per linux non sia nemmeno
    > un'applicazione totalmente nativa?

    Kylix applicazione di sviluppo visuale principe per linux???

    Borland piace anche a me.. sicuramente kylix e' "na' figata" e sfondera' ma sono quasi certo che in tutti i cd di distro linux e prodotti opensource che ho a casa (e son tanti) non c'e' ancora nulla di sviluppato con quello.

    Insomma non basta il nome per diventare principiSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: ZioBill
    >
    > Vedi, il problema non e' questo. Il vero
    > problema e' di sostanza: come possiamo
    > accettare che l'applicazione di sviluppo
    > visuale 'principe' per linux non sia nemmeno
    > un'applicazione totalmente nativa?

    a parte un fattore di robustezza e performance, non vedo alcun delitto di 'lesa maestà';
    di 'adattementi' del genere il mondo del software ne è pieno;

    > dico che non c'e' software per linux mi
    > riferisco anche a questo: perfino le case
    > che investono nel pinguino non lo fanno
    > completamente. E' un vero limite, in
    > prospettiva.

    se ti riferisci a borland, direi che nel loro caso il settore linux sia qualcosa di relativamente nuovo: che cosa avrebbero dovuto fare secondo te? mollare i milioni di utenti delphi e buttarsi anima e corpo su linux? onestamente non ti capisco.....

    non+autenticato
  • > ZioBill
    > ***no linux and no opensource software was
    > used to make this post***

    scusa, non ho capito, questo dovrebbe farti sembrare piu intelligente?
    non+autenticato
  • maceccavolo dici?

    Kilyx (perché se parli di Linux DEVI parlare di Kylix, non di delphi) utilizza le librerie QT.

    Kylys è source compatibile con Delphi se usi le librerie CLX al posto delle VCL (cambia quasi solo il nome, metodi e funzionalità sono le medesime) per la gestione dell'interfaccia grafica e totalmente compatibile con Delphi se si tratta di portare codice che non dipende da componenti visuali.

    Se vuoi usare delphi su Linux sei un idiota (e d'altronde il tuo post lo dimostra)
    non+autenticato