Intel spinge XScale sui player audio/video

Il big di Santa Clara ha progettato le fondamenta hardware e software che permetteranno la creazione di una nuova generazione di player audio/video portatili

Santa Clara (USA) - Per incentivare i produttori a creare gadget digitali basati sui propri chip, Intel ha progettato i componenti hardware e il software necessari per fabbricare dispositivi portatili in grado di memorizzare e riprodurre audio e video. Il big di Santa Clara sostiene che i produttori potranno risparmiare sensibilmente sui costi e offrire questi player a circa 400 dollari.

Questi dispositivi, il cui rilascio è previsto per il prossimo anno, potranno essere connessi ad un PC attraverso la porta USB 2.0 o ad un link wireless Wi-Fi e saranno in grado di decodificare i principali formati video, audio e d'immagine archiviati su di un hard disk interno. La configurazione tipica di uno di questi gingilli basati su XScale potrebbe essere composta da un hard disk da 20 GB e un display LCD da 4 pollici a matrice passiva.

I produttori che adotteranno lo schema di riferimento di Intel potranno produrre i loro player col proprio marchio e scegliere caratteristiche quali la durata delle batterie, il design e le dimensioni del display.
Intel ha svelato i suoi primi due processori Xscale lo scorso febbraio, Questi chip, basati sull'architettura ARM, si rivolgono al mercato dei dispositivi embedded, e in particolare a quello di hand held, PDA e telefoni cellulari.

Il vantaggio di XScale, rispetto ad altri processori concorrenti, è quello di integrare in un unico chip un controller LCD, un controller della memoria e il supporto per le espansioni e le interfacce di comunicazione. Funzionalità, queste, che fino ad oggi richiedevano, in genere, l'utilizzo di più componenti separati.
TAG: hw