E ora si torna a parlare di Zune Phone

Le tracce di una nuova interfaccia per smartphone firmata dal gigante di Redmond riaccendono le speculazioni. Non è ZenZui, non è Deepfish. E allora cos'è?

Roma - L'imbeccata arriva da Mad4Mobilephones e riguarda un brevetto registrato da Microsoft che sembrerebbe togliere qualche velo a quello che potrebbe diventare il progetto di uno Zune Phone, come evoluzione del player multimediale dell'azienda, Zune appunto.

Si tratta del brevetto di una interfaccia per smartphone che prende di mira la difficoltà di fornire molte funzionalità su piccolo schermo, in particolare di individuare nuovi modi d'accesso "a dati e funzionalità utilizzati comunemente".

La soluzione viene individuata nella possibilità di utilizzare specifici blocchi di informazione che, evidenziati e ingranditi, diano rapido accesso alle diverse funzionalità. Va detto che non si tratta certo del primo brevetto Microsoft che possa essere legato ad un eventuale Zune Phone, di cui si chiacchiera da tempo in assenza di qualsiasi conferma ufficiale, ma, stando a quanto riportato da cnet, si può escludere in modo definitivo che questo brevetto sia in qualche modo legato a ZenZui o Deepfish, i progetti per "browser" mobili a cui partecipa Microsoft.
Le immagini Microsoft

È interessante riprendere anche una segnalazione di Engadget che riguarda un "sistema di gaming" basato su una pluralità di dispositivi, inclusi sistemi portatili (e qui entra in gioco Zune), console videoludiche e altri ancora. L'idea è di una connessione tra questi sistemi che possa essere wired o wireless, con la possibilità per i vari elementi di questo "ambiente" di sfruttare l'uno le risorse dell'altro.