RANDOM/ Videoclip generativi

Trasposizione in immagini della musica post-punk

Roma - Dance to the Radio, on line dal 15 luglio 2002, è il lavoro di net.art commissionato da Turbulence.org a David Crawford. Questo progetto presenta la trasposizione in immagini della musica post-punk composta dai Joy Division, leggendario gruppo inglese attivo alla fine degli anni ?70. Una musica decadente, cupa e notturna, ritmata dal drum&bass, narra di depressione e solitudine, specchio dell?animo inquieto del leader del gruppo Ian Curtis, morto suicida.

Isolation (1980) Shadowplay (1979) Trasmission (1979) sono i tre brani tratti dalla compilation Permanent del 1995 a cui si è ispirato David Crawford per i suoi video.

Ognuno dei tre video è generato dinamicamente da 100 immagini che si susseguono casualmente ogni volta che si vede il video. Le possibili sequenze di immagini per ciascun filmato sono più di 10 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000 000. La probabilità di vedere lo stesso montaggio due volte è dunque quasi inesistente. Le immagini e le note si rincorrono, con incedere a tratti sobrio e triste, a tratti inquieto e vorticoso.
In Shadowplay, ad esempio, le fotografie notturne di alcune tra le più importanti città del mondo - Venezia, Parigi, Tokyo, New York - si alternano a quelle di fulmini seguendo il ritmo scandito dagli incessanti battiti della batteria.

Il sito di Turbolence è qui

a cura di RANDOM. Il notiziario della net.art
TAG: italia