Sun getta in Aqua OpenOffice

Accelerare la creazione di un port nativo di OpenOffice per l'interfaccia di Mac OS X. Un obiettivo che ha spinto Sun a collaborare con il team che sviluppa la versione Mac della celebre suite open source. Ecco come

Roma - Sono trascorsi quattro lunghi anni dal rilascio di OpenOffice per Mac OS X, e ad oggi tale versione manca del supporto all'interfaccia utente del sistema operativo di Apple: il software, per girare, necessita del gestore grafico X11. Una lacuna che rende l'attuale port di OpenOffice per Mac ancora poco attraente per il grande pubblico, confinandone l'utilizzo ad una stretta cerchia di tester e sviluppatori. A dar man forte al team di volontari impegnato nel porting è ora arrivata Sun, la stessa azienda che sette anni or sono aprì il codice di StarOffice e diede origine al progetto OpenOffice.org.

Come primo passo, Sun ha "prestato" al progetto due suoi sviluppatori, Philipp Lohmann e Herbert Dürr, che vantano una grande esperienza nello sviluppo della celebre suite per l'ufficio open source. La mamma di Java ritiene che due programmatori retribuiti potranno accelerare considerevolmente lo sviluppo, per altro già in stadio avanzato, di una versione di OpenOffice pienamente integrata con l'interfaccia Acqua e il motore Quartz di Mac OS X. In questo post Lohmann ha detto che in futuro "verranno sicuramente coinvolti nel progetto altri sviluppatori di Sun" con competenze in specifiche aree.

Ma perché questo improvviso interesse di Sun verso la piattaforma di Apple? Lohmann affema che il motivo è da cercare nella costante crescita degli utenti della Mela.
"Se alle conferenze o nelle sale d'attesa degli aeroporti vi guardate intorno, noterete che sempre più persone utilizzano notebook Apple", ha scritto lo sviluppatore. "Apple possiede una significativa quota di mercato nel settore desktop, e la sua comunità di utenti mostra sempre più interesse verso questo port".

Queste parole lasciano anche supporre che Sun stia meditando l'eventuale rilascio di una versione di StarOffice per Mac OS X: come noto StarOffice si basa sullo stesso codice di OpenOffice, e viene commercializzata da Sun insieme a diversi tool proprietari. Entrambe le suite vengono promosse come una conveniente alternativa a MS office.

L'obiettivo di Lohmann è "rendere la versione Mac di OpenOffice altrettanto buona, se non persino superiore, agli altri port". Lo sviluppatore ammette di avere poca dimestichezza con Mac OS X e Aqua, ma è fiducioso nella possibilità di apprendere tutto il necessario dagli sviluppatori volontari che già partecipano all'iniziativa.

Per seguire lo sviluppo di OpenOffice per Aqua è possibile tenere d'occhio il blog di Eric Bachard, uno dei programmatori coinvolti nel progetto.

Va ricordato come lo sviluppo di un port nativo di OpenOffice per Mac OS X sia anche l'obiettivo del progetto NeoOffice, che verso la fine dello scorso marzo ha rilasciato una release di OpenOffice 2.1 già parzialmente integrata con l'interfaccia Aqua e altri componenti di Mac OS X.
45 Commenti alla Notizia Sun getta in Aqua OpenOffice
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)