USA, neonati in massa davanti al televisore

Le ultime indagini confermano che il 75% dei bambini in età compresa fra 0 e 6 anni guarda la tv tutti i giorni. E i genitori sembrano convinti che l'intrattenimento televisivo sia un... consumo educativo

New York - Negli Stati Uniti la tele-dipendenza sta iniziando a preoccupare i pediatri. Il fenomeno pare ormai senza controllo, e secondo un'indagine dell'Università di Washington riguarderebbe il 90% dei bambini sotto i 2 anni e il 40% dei neonati al di sotto dei tre mesi. Piccoli telespettatori che guardano regolarmente televisione, DVD e video.

"Non sappiamo con esattezza se sia una cosa negativa o positiva. È vero però che si tratta di qualcosa di grande", ha dichiarato Frederick Zimmerman, co-autore dell'indagine che è apparsa sulla rivista "Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine".

American Academy of Pediatrics ha rilevato che negli Stati Uniti i bambini consumano circa quattro ore di televisione al giorno, quando l'indicazione di massima è di vietarla ai minori di 2 anni e permetterne non più di 120 minuti ai più grandi. Zimmerman e i suoi colleghi, però, hanno scoperto che il 29% dei genitori sono convinti che la tv per bambini sia educativa. "Sebbene non sia mai stata provata l'efficacia di questi sistemi, i genitori subiscono il messaggio chiaro e forte dei marketer televisivi. La televisione aiuterebbe lo sviluppo del cervello... secondo loro", ha ricordato l'esperto a Reuters.
Il suo studio ha coinvolto mille famiglie, con bambini piccoli, del Minnesota e di Washington. Ebbene, pare che a 3 mesi i bimbi guardino in media meno di un'ora al giorno di tv; a 24 mesi, però, si è già passati a 1,5 ore al giorno. Circa la metà si concentra su programmi educativi, mentre il resto finisce in contenuti generici, film e via dicendo.

In un'altra indagine, sempre realizzata dal team di Zimmerman, è stato rilevato che il 75% dei bambini in età compresa fra 0 e 6 anni guarda la tv tutti i giorni e spesso lo fa nella solitudine della propria camera. Secondo una ricerca pubblicata su Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine, i teenager che consumano fra le tre e le quattro ore al giorno di tv rischiano problemi di apprendimento e un abbassamento della soglia dell'attenzione. Una tesi che, sposata con i dati di fruizione televisiva infantile, sembra disegnare un potenziale e gravissimo problema per intere generazioni.

"I bambini che guardano meno di un'ora di tv al giorno hanno il doppio di possibilità di andare al college, rispetto a quelli che ne guardano tre o più", ha dichiarato Jeffrey Johnson, del Columbia University College of Physicians and Surgeons, che ha studiato per 20 anni il comportamento di 678 famiglie campione di New York.

E se la prima obiezione potrebbe riguardare lo questione dello status sociale, Johnson ha confermato più volte che le condizioni socio-economiche sarebbero ininfluenti.

Dario d'Elia
22 Commenti alla Notizia USA, neonati in massa davanti al televisore
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)