Nvidia porta i GeForce 8 sui notebook

I processori grafici di ultima generazione di Nvidia sbarcano anche sui notebook di fascia medio-alta, con supporto alle librerie DirectX e all'accelerazione del video in alta definizione

Santa Clara (USA) - A pochi giorni dall'introduzione di nuovi e più economici modelli desktop di GeForce 8, Nvidia spinge le sue GPU di nuova generazione anche sui notebook. Il chipmaker di Santa Clara ci tiene a sottolineare che i GeForce 8M sono i primi chip grafici mobili a supportare le librerie DirectX 10 di Windows Vista e a fornire piena accelerazione dei video in alta definizione in formato H.264.

I primi processori GeForce 8M ad arrivare sul mercato sono i modelli 8600M e 8400M, entrambi capaci di supportare le specifiche Shader Model 4.0 e High Dynamic-Range Lighting (HDR). La famiglia di GPU 8600M comprende il modello GS, più economico, e il modello GT, più costoso e performante. GS e GT condividono il supporto ad un massimo di 512 MB di memoria, un'interfaccia con la memoria a 128 bit e un memory clock di 700 MHz. Ciò che li differenzia è il numero di processori stream, 16 nel GS e 32 nel GT, e le frequenze di clock di shader (1.200 MHz nel GS, 950 nel GT) e core (600 MHz nel GS, 475 nel GT).

Le GPU della famiglia 8400M si distinguono invece, in ordine di potenza e costo, in G, GS e GT. Qui il numero di processori stream va dagli 8 del G ai 16 di GS e GT, la frequenza della memoria dai 400 MHz di G/GS ai 450 MHz del GT, lo shader clock dagli 800 MHz di G/GS ai 900 MHz del GT, e la massima quantità di memoria supportata dai 256 MB di G/GS ai 512 MB del GT. I tre modelli si distinguono infine per ampiezza del bus di memoria, di 64 bit in G/GS e 128 bit nel GT, e nel texture fill-rate, pari a 3,2 miliardi di texture al secondo in G/GS e 3,6 miliardi nel GT. Tutti e tre i chip sono infine accomunati da una frequenza di lavoro della memoria di 600 MHz.
In Europa i primi notebook equipaggiati con GPU GeForce 8M sono attualmente commercializzati da Fujitsu-Siemens Computers, Medion, Packard Bell e NEC Computers.

Ieri Nvidia ha anche lanciato i primi modelli di GPU mobili Quadro, dedicati al mercato professionale, basate sull'Unified Architecture inaugurata con i processori consumer GeForce 8. Le nuove GPU sono Quadro FX 1600M, Quadro FX 570M e Quadro FX 360M e sono pensate per equipaggiare i computer portatili utilizzati per la modellazione e l'animazione 3D. Per maggiori informazioni si rimanda a questa pagina del sito di Nvidia.
7 Commenti alla Notizia Nvidia porta i GeForce 8 sui notebook
Ordina
  • con quello che consuma un geforce 8 all'attuale livello di miniaturizzazione... più quello che consuma vista... penso che le batterie da 3 ore passeranno a 1 ora!
    non+autenticato
  • c'è qualche modello che non ha memoria e si appoggia a quella di sistema?
    non+autenticato
  • E' da quasi un anno che Nvidia non rilascia driver aggiornati per le GeForce Go serie 7x00. Solo dei driver per Vista sono usciti sui siti dei produttori dei notebook.
    Con questo Nvidia prende ancora più per i fondelli gli attuali clienti, ben sapendo poi che uno non ha modo di cambiare la GPU anche volendolo sui notebook, non essendo installate praticamente mai in uno slot removibile (benchè le specifiche ci siano ed i produttori potrebbero usarle lasciano un pannello accessibile per poter cambiare la scheda video!).
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > E' da quasi un anno che Nvidia non rilascia
    > driver aggiornati per le GeForce Go serie 7x00.
    > Solo dei driver per Vista sono usciti sui siti
    > dei produttori dei
    > notebook.
    > Con questo Nvidia prende ancora più per i
    > fondelli gli attuali clienti, ben sapendo poi che
    > uno non ha modo di cambiare la GPU anche
    > volendolo sui notebook, non essendo installate
    > praticamente mai in uno slot removibile (benchè
    > le specifiche ci siano ed i produttori potrebbero
    > usarle lasciano un pannello accessibile per poter
    > cambiare la scheda
    > video!).



    i vecchi drivers per xp per la serie 7 funzionano sui nuovi modelli con vista di serie? non è che hanno fatto modifiche per non farli funzionare??

    ps. ribaltando il discorso.. con le nuove gpu serie 8 rilasceranno i drivers per xp?
    mi sa proprio che una bella multa alla microsoft per comportamento mafioso non sarebbe male..
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > E' da quasi un anno che Nvidia non rilascia
    > > driver aggiornati per le GeForce Go serie 7x00.
    > > Solo dei driver per Vista sono usciti sui siti
    > > dei produttori dei
    > > notebook.
    > > Con questo Nvidia prende ancora più per i
    > > fondelli gli attuali clienti, ben sapendo poi
    > che
    > > uno non ha modo di cambiare la GPU anche
    > > volendolo sui notebook, non essendo installate
    > > praticamente mai in uno slot removibile (benchè
    > > le specifiche ci siano ed i produttori
    > potrebbero
    > > usarle lasciano un pannello accessibile per
    > poter
    > > cambiare la scheda
    > > video!).
    >
    >
    >
    > i vecchi drivers per xp per la serie 7 funzionano
    > sui nuovi modelli con vista di serie? non è che
    > hanno fatto modifiche per non farli
    > funzionare??
    >
    > ps. ribaltando il discorso.. con le nuove gpu
    > serie 8 rilasceranno i drivers per xp?
    >
    > mi sa proprio che una bella multa alla microsoft
    > per comportamento mafioso non sarebbe
    > male..

    La mafiosità è estesa, per il prossimo anno sarà un obbligo installare Vista, Microsoft sta togliendo supporto a XP ed i produttori ubbidiscono tacitamente :

    ->
    http://uk.theinquirer.net/?article=39429

    HP screws Presario buyers

    No XP drivers for you

    By Charlie Demerjian: domenica 06 maggio 2007, 07.57

    HP IS PULLING the Microsoft "screw the customer" train at full speed, and once again, you lose.

    As is so common nowadays, people are buying PCs with Windows MeII installed and quickly realising how broken it is. What do they do? Rip it off. HP is going out of its way to make that problematic.

    In its defence, HP has put out decent products for some time, and only recently has it started the task of cratering quality of service to milk the bottom line. Microsoft doesn't really care about customers as long as they are locked in, so its antics are no surprise, but HP playing along is a shock.

    What is the problem? If you buy a new MeII based PC, and you want to install your copy of XP so things actually work, you can't, HP doesn't provide drivers. Look at the Compaq branded Presario SR2163WM, a thoroughly unremarkable Pentium 4 on an ATI 1100 machine, crapware infested.

    You can see the full specs here.

    So, what if you don't want the MeII DRM infection? You are SOL. One look at the drivers page shows the problem, MeII and MeII-64 drivers only.

    If you want XP, do the drivers even exist? To find out, I contacted HP support, and here is the result, sad though it is. The only thing edited is the name of the person on the other end, he was helpful and I don't want to see him fired for HP corporate stupidity.

    <- (segue la conversazione con l'assistenza HP in quell'articolo in inglese, da leggere per farsi un'idea di cosa sta accadendo).
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > La mafiosità è estesa, per il prossimo anno sarà
    > un obbligo installare Vista, Microsoft sta
    > togliendo supporto a XP ed i produttori
    > ubbidiscono tacitamente :

    Personalmente sono cliente ufficiale microsoft dal 1995 e a parte qualche piccolo bug e grossi problemi con winme, mi sono sempre trovato bene con le versioni non professional del sistema operativo di casa redmond, pur facendo del pc un uso intenso.
    L'aggiornamento con upgrade o sistemi completi ai sistemi operativi nuovi, poi, risultava facile e conveniente in quanto prima di lanciarmi aspettavo almeno che si stabilizzassero e si abbassassero i prezzi.
    Questa nuova politica di MS mi trova del tutto non concorde. Se per lavoro sarò costretto a comprare pc dotati di s.o. e appl ms, ho già deciso che per il settore privato personale e forse anche da consigliare a vari clienti, passerò a mac, essendo già mio padre ultra fan della mela, non mi lancio in un campo sconosciuto, avendo visto con i miei occhi cosa fa un pc dotato di mac a parita' di processore e memoria rispetto ad un pc ms.
    Ci sono altri fattori che mi fanno puntare a mac oltre al prezzo che comunque varia parecchio per passare ai nuovi s.o. delle due case:
    - i computer mac escono raramente e quindi la svalutazione e' piu' lenta;
    - nei mac la velocità grafica è spaventosa;
    - con parallel desktop e meglio ancora con boot camp ho supporto per winxp che già possiedo.

    Credo che Bill perderà molti clienti di questo passo, qualcuno passerà a mac, qualcun'altro a linux/unix/ubuntu, qualcuno che usava il pc solo per giocare passerà a ps3 o wii o simili.

  • - Scritto da: netnemo
    > - Scritto da:
    > > La mafiosità è estesa, per il prossimo anno sarà
    > > un obbligo installare Vista, Microsoft sta
    > > togliendo supporto a XP ed i produttori
    > > ubbidiscono tacitamente :
    >
    > Personalmente sono cliente ufficiale microsoft
    > dal 1995 e a parte qualche piccolo bug e grossi
    > problemi con winme, mi sono sempre trovato bene
    > con le versioni non professional del sistema
    > operativo di casa redmond, pur facendo del pc un
    > uso
    > intenso.
    > L'aggiornamento con upgrade o sistemi completi ai
    > sistemi operativi nuovi, poi, risultava facile e
    > conveniente in quanto prima di lanciarmi
    > aspettavo almeno che si stabilizzassero e si
    > abbassassero i
    > prezzi.
    > Questa nuova politica di MS mi trova del tutto
    > non concorde. Se per lavoro sarò costretto a
    > comprare pc dotati di s.o. e appl ms, ho già
    > deciso che per il settore privato personale e
    > forse anche da consigliare a vari clienti,
    > passerò a mac, essendo già mio padre ultra fan
    > della mela, non mi lancio in un campo
    > sconosciuto, avendo visto con i miei occhi cosa
    > fa un pc dotato di mac a parita' di processore e
    > memoria rispetto ad un pc
    > ms.
    > Ci sono altri fattori che mi fanno puntare a mac
    > oltre al prezzo che comunque varia parecchio per
    > passare ai nuovi s.o. delle due
    > case:
    > - i computer mac escono raramente e quindi la
    > svalutazione e' piu'
    > lenta;
    > - nei mac la velocità grafica è spaventosa;
    > - con parallel desktop e meglio ancora con boot
    > camp ho supporto per winxp che già
    > possiedo.
    >
    > Credo che Bill perderà molti clienti di questo
    > passo, qualcuno passerà a mac, qualcun'altro a
    > linux/unix/ubuntu, qualcuno che usava il pc solo
    > per giocare passerà a ps3 o wii o
    > simili.


    l'unica problema recente dei mac è stato il passaggio a intel che ha fatto svaluare i ppc
    non+autenticato