Firmata la partnership Regione Piemonte-Microsoft

Ufficiale l'intesa che dà corpo a quanto stabilito dal protocollo firmato a Roma tra Governo e Microsoft. Tra i progetti anche il Centro per l'Innovazione sui sistemi embedded. Microsoft: nessuna blindatura proprietaria

Torino - Come previsto ieri a Torino Microsoft, Regione Piemonte, Politecnico di Torino e Università degli Studi di Torino (Scuola di Amministrazione Aziendale) hanno annunciato una "partnership per l'innovazione" che punta a creare nuove opportunità di crescita scientifica ed informatica per le aziende locali, a sperimentare nuove soluzioni di e-government e a dar vita ad un Centro per l'Innovazione focalizzato sulle tecnologie embedded.

Si tratta a tutti gli effetti della prima conseguenza degli accordi stretti tre giorni fa a Roma dal colosso dell'informatica con il Governo italiano. Nell'insieme saranno avviati numerosi progetti tra i quali il Centro che vedrà la luce all'interno del Politecnico di Torino, ma si parla anche di attività e collaborazioni per la formazione e lo sviluppo di competenze manageriali in ambito tecnologico.

Il Centro, è stato detto ieri, supporterà le aziende locali nell'analisi e realizzazione di tecnologie, nella formazione e nel trasferimento di know-how sulle tecnologie "embedded" su cui punta la Regione. Come già noto, il Centro, che è uno dei tre previsti dagli accordi di Roma, sarà realizzato sul modello dei "Microsoft Innovation Center" già attivi in decine di paesi.
Si tratta di una struttura che sarà aperta alle società private, istituzioni pubbliche e università. Tutte le aziende informatiche, a prescindere dal loro modello di business e di sviluppo (commerciale o open source), hanno specificato ieri Microsoft e i partner, potranno collaborare.

Una affermazione con cui si risponde indirettamente anche alle polemiche sorte ieri dopo gli accordi di Roma. Tanto più, ha specificato Microsoft, che la principale tecnologia di riferimento utilizzata nel Centro piemontese (Windows Embedded CE) verrà usata in modalità shared source. Una modalità - ha specificato l'azienda - "che essendo di tipo aperto e pubblico, consente lo studio, la modifica, l'adattamento del codice e l'eventuale distribuzione commerciale".

Sul fronte dell'e-government gli accordi prevedono iniziative a livello regionale attraverso il Laboratorio ICT della Regione Piemonte, con obiettivi "la sperimentazione di soluzioni rivolte all'efficienza, trasparenza e "governance" dei costi e delle prestazioni, ma anche lo sviluppo di applicazioni tecnologiche per la realizzazione di nuovi prodotti/servizi a favore delle aziende del territorio".

Invece sul versante della formazione i partner intendono lavorare per "facilitare la crescita di una nuova generazione di giovani manager in grado di inserirsi efficacemente nel tessuto produttivo ad alta tecnologia". È in questo quadro che si inserisce l'accordo con la Scuola di Amministrazione Aziendale (SAA) dell'Università degli Studi di Torino per la formazione nell'area dei Sistemi di business process management e per la realizzazione di un Master specifico. Altre modalità di collaborazione sono già in discussione con la Fondazione Adriano Olivetti, con l'obiettivo di dare vita a un Laboratorio dell'intangibile "come strumento di creazione di cultura di impresa e di rafforzamento della competitività".

A seguire lo sviluppo di quanto previsto dagli accordi sarà un Tavolo di monitoraggio che verificherà quanto realizzato e stabilirà le priorità.

Secondo Mercedes Bresso, presidente della Regione, "lavoreremo insieme sul tema degli asset intangibili, il capitale intellettuale che spesso il mondo delle imprese sottovaluta, ma che al contrario è una risorsa inestimabile e un patrimonio di conoscenza e di arricchimento per le imprese stesse". Da parte sua Francesco Profumo, Rettore del Politecnico torinese, ha sottolineato come il Centro ospitato dalla propria struttura "sarà un centro di ricerca e di sviluppo di prototipi soprattutto dedicati alla crescita delle piccole e medie imprese del nostro territorio, che consentirà ai nostri studenti di effettuare al suo interno intensi periodi di tirocinio".
27 Commenti alla Notizia Firmata la partnership Regione Piemonte-Microsoft
Ordina
  • Ma cosa c'è (rimasto) a Torino da giustificare una scelta di questo tipo ?
    E' ovvio che il principale motore economico dell' Italia è, e lo sarà sempre o quasi, Milano, seguita da Roma al limite.
    Torino sta morendo, hanno portato via tutto, tranne la Fiat: salone automobili (giunta alla 100-esima edizione ?), CRT, San Paolo in via di smantellamento, Telecom etc etc etc
    Ma cavolo c'è rimasto a Torino da giustificare una partnership così importante ?
    Sarà per caso (e dico per caso, non son sicuro) dovuto al fatto che praticamente da 30 anni è un feudo rosso ?
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Ma cosa c'è (rimasto) a Torino da giustificare
    > una scelta di questo tipo
    > ?
    > E' ovvio che il principale motore economico dell'
    > Italia è, e lo sarà sempre o quasi, Milano,
    > seguita da Roma al
    > limite.
    > Torino sta morendo, hanno portato via tutto,
    > tranne la Fiat: salone automobili (giunta alla
    > 100-esima edizione ?), CRT, San Paolo in via di
    > smantellamento, Telecom etc etc
    > etc
    > Ma cavolo c'è rimasto a Torino da giustificare
    > una partnership così importante
    > ?
    > Sarà per caso (e dico per caso, non son sicuro)
    > dovuto al fatto che praticamente da 30 anni è un
    > feudo rosso
    > ?

    qui di assurdo c'è solo il tuo messaggio, FUD puro, in salsa bolscevico-schizofrenica
    non+autenticato

  • > > Torino sta morendo, hanno portato via tutto,
    > > tranne la Fiat: salone automobili (giunta alla
    > > 100-esima edizione ?), CRT, San Paolo in via di
    > > smantellamento, Telecom etc etc
    > > etc
    >
    > qui di assurdo c'è solo il tuo messaggio, FUD
    > puro, in salsa
    > bolscevico-schizofrenica

    Perché, quello che ha detto non è forse vero?
    Sei tu che sei assurdo, dove vivi? Nella galassia Microzozz?
    non+autenticato
  • Torino ed il Piemonte significano cultura non vaporware, se Torino merita o meno il titolo di capitale della "Cultura con la C maiuscola" lo dimostra in questi giorni, mentre si divide tra la Fiera del Libro, edizione numero venti; il Premio Letterario Città di Chieri, che porta musica, poesia e spettacolo in riva alla città e l'inizio della Settimana della Cultura, con i musei cittadini gratis per tutti (o quasi).
    Passa dall'8Gallery l'Intel Friday Night Game, il torneo internazionale tra campioni di videogiochi della Electronic Sports League.
    Slowfood è nato qui e continua qui a fare proseliti, la scorsa edizione di Terra è stata un segno di tutto cio'. Come sono state organizzate e gestite le Olimpiadi 2006 dimostra molto le capacità di questa città (infatti qualcuno rosica). C'è la sede di uno dei migliori giornali a livello nazionale (e la sua qualità continua a crescere mentre quella di altri di sede meneghina sta ultimamente calando). Torino e' sempre più scelta come location per film perchè molti (per primi i Torinesi stessi) stanno scoprendo quanto è bella. Torino è la capitale di una regione che produce i migliori vini d'Italia (sentito parlare del Barolo e del Barbaresco per citarne qualcuno, sì?). Qui ci sono aziende che producono sw molto specializzati in diversi settori della meccanica e che vengono venduti in tutto il mondo. Continuo ad elencare o posso smettere?
    Chi ha inerzia nel vedere le cose ed è lento nel notare i cambiamenti continua a dire Torino uguale Fiat invece non è più così, Torino è una delle città con maggiore fermenti oggi in Italia e chi ha la fortuna di muoversi un po' tra le grandi città italiane potrà notare proprio questo (certo che riuscire a notarlo con solo una gita domenicale è difficile).
    Documentatevi e lo scoprite da soli...
    non+autenticato
  • E non dimentichiamoci di dire che è sede del più importante museo Egizio del mondo dopo quello del Cairo ed è pure sede del museo nazionale del cinema quest'ultimo concepito non come una cosa barbosa da seguire ma all'americana, con la possibilità di interagire senza annoiarsi il tutto all'interno di quel gioiello dell'architettura che è la Mole Antonelliana.
    Che i suoi caffè sono famosi in tutto il mondo, il resto scopritelo andandoci...


    - Scritto da:
    > Torino ed il Piemonte significano cultura non
    > vaporware, se Torino merita o meno il titolo di
    > capitale della "Cultura con la C maiuscola" lo
    > dimostra in questi giorni, mentre si divide tra
    > la Fiera del Libro, edizione numero venti; il
    > Premio Letterario Città di Chieri, che porta
    > musica, poesia e spettacolo in riva alla città e
    > l'inizio della Settimana della Cultura, con i
    > musei cittadini gratis per tutti (o
    > quasi).
    > Passa dall'8Gallery l'Intel Friday Night Game, il
    > torneo internazionale tra campioni di videogiochi
    > della Electronic Sports
    > League.
    > Slowfood è nato qui e continua qui a fare
    > proseliti, la scorsa edizione di Terra è stata un
    > segno di tutto cio'. Come sono state organizzate
    > e gestite le Olimpiadi 2006 dimostra molto le
    > capacità di questa città (infatti qualcuno
    > rosica). C'è la sede di uno dei migliori giornali
    > a livello nazionale (e la sua qualità continua a
    > crescere mentre quella di altri di sede meneghina
    > sta ultimamente calando). Torino e' sempre più
    > scelta come location per film perchè molti (per
    > primi i Torinesi stessi) stanno scoprendo quanto
    > è bella. Torino è la capitale di una regione che
    > produce i migliori vini d'Italia (sentito parlare
    > del Barolo e del Barbaresco per citarne qualcuno,
    > sì?). Qui ci sono aziende che producono sw molto
    > specializzati in diversi settori della meccanica
    > e che vengono venduti in tutto il mondo. Continuo
    > ad elencare o posso smettere?
    >
    > Chi ha inerzia nel vedere le cose ed è lento nel
    > notare i cambiamenti continua a dire Torino
    > uguale Fiat invece non è più così, Torino è una
    > delle città con maggiore fermenti oggi in Italia
    > e chi ha la fortuna di muoversi un po' tra le
    > grandi città italiane potrà notare proprio questo
    > (certo che riuscire a notarlo con solo una gita
    > domenicale è
    > difficile).
    > Documentatevi e lo scoprite da soli...
    non+autenticato
  • I cinesi della Huawei - un colosso orientale leader delle telecomunicazioni - hanno impiantato un nuovo laboratorio di ricerca all’Environment Park, insieme agli altri che già sono a Torino (TiLab, Motorola, Microsoft, At&T).
    Assurdo, vero?
    non+autenticato
  • nei giorni passati nel forum c'erano molte persone che dicevano che negli altri centri di ricerca microzozz sparsi per il mondo, i ricercatori usavano gli strumenti che volevano e che la cosa sarebbe successa anche qui da noi

    queste persone naturalmente parlavano a casaccio, o quantomeno non avendo letto il protocollo di intesa dove all'articolo 2 c'era proprio scritto che i centri avrebbero utilizzato prodotti microzozz

    adesso che anche i fatti confermano quello scritto nel protocollo, che cosa diranno tali persone???
    non+autenticato
  • Andranno a frignare da San.Stallman 'er puzzone.

    oppure emigrano in massa a cuba che è molto più OPENSORCIO dell'italia. Ficoso


    non+autenticato
  • OH, se sei pagato per fare un prodotto lo farai come lo vogliono loro anche se fai sviluppo!
    se vai in una ditta di robotica industriale, e loro usano un sistema operativo xyz non e' che puoi fare come ti pare e usare quello free perche' e'piu' cool & proletario...

    sembra che se uno usa i loro strumenti di sviluppo poi gli venga applicato un DRM nel cervello!

  • - Scritto da: apertuscus
    > OH, se sei pagato per fare un prodotto lo farai
    > come lo vogliono loro anche se fai
    > sviluppo!
    > se vai in una ditta di robotica industriale, e
    > loro usano un sistema operativo xyz non e' che
    > puoi fare come ti pare e usare quello free
    > perche' e'piu' cool &
    > proletario...

    penso che nessuna persona intelligente avesse pensato il contrario

    era appunto per rispondere a quelli che non connettevano paga-microzozz => useranno-microzozz

    > sembra che se uno usa i loro strumenti di
    > sviluppo poi gli venga applicato un DRM nel
    > cervello!

    bhe' su questo qualche dubbio viene
    non+autenticato
  • Via con il precariato in stile Microsoft, ma all'itagliana! E tutto a spese dei piemontesiSorride
    non+autenticato
  • Scusa cosa centra MS con il precariato?
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Scusa cosa centra MS con il precariato?

    Forse niente, ma e' certo che i comunisti della regione Piemonte (esattamente come quelli di Roma) dopo aver fatto campagna elettorale schiamazzando la vecchia retorica contro i padroni, adesso pensano bene di riempirsi le tasche facendo comunella con MS! Non e' mai stato cosi' chiaro che dei problemi della gente (in primis il precariato) se ne fottono!

  • Allora paghi, nè, è un brevetto MS!
    non+autenticato
  • ...i mercati di riferimento di quanto prodotto in piemonte a naso saranno:

    Sistemi di controllo per automobili e robot industriali
    non+autenticato
  • ... e visto che la fiat già collabora con m$....
    1+1=?
    non+autenticato
  • 1+1= Soldi soldi soldi, chi ha tanti soldi vive come un...
    non+autenticato
  • Qunidi un bel finanziamento statale alla ricerca Fiat tramite la microsoft i nostri governanti calcolano tutto nel loro assistenzialismo alle aziende protette...

    Che schifo...
    non+autenticato
  • Con tutti gli aumenti del caso...

    Ma certo direbbero i sostenitori del brevetto..."sono le geniali menti e cervelli m$ che hanno permesso tutto questo, vanno pagati. Perchè solo se paghi salato sei nel giusto, e solo se mi svuoti il portafogli sono soddisfatto. Vorrei essere proprio come mi vuole microsoft"
    non+autenticato
  • Microsoft prepara anche l'uscita definitiva di robotic studio, che e' stata definita da persone ben piu colte di me, durante il convegno che c'e' stato a roma a meta aprile slla robotica, una cagata pazzesca... ma sto embebbed e' real time?, perche' senno per cose cosi "critical" non credo che sia adatto!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)