Quanti consumi inutili per ricaricare il cellulare

Nokia pensa ad una soluzione per fermare uno spreco quotidiano su scala mondiale, quello di chi lascia il telefonino in ricarica anche quando la batteria è già carica

Helsinki - Batteria scarica? Agganciare il cellulare al suo caricabatterie è un'operazione quasi quotidiana per centinaia di milioni di persone in tutto il Mondo. Se a questo si aggiunge che molti non staccano il caricabatterie dalla presa neanche a ricarica effettuata, si ha la percezione di quanta corrente elettrica viene consumata inutilmente. Una situazione che Nokia ha deciso di prendere di petto.

Riportano le cronache, infatti, che il più importante costruttore di telefoni mobili sta pensando di introdurre una piccola ma decisiva novità in tutta la gamma di propri prodotti, un più evidente allarme che possa segnalare senza indecisioni al proprietario di un telefonino che la ricarica è stata eseguita, e che è ora di staccare il caricabatterie.

Sebbene molti telefonini già oggi emettano un flebile e rapido bip quando la batteria è stata ricaricata, i nuovi modelli potrebbero non solo segnalare la cosa con un suono più distinto, ma anche visualizzare a display un messaggio ("La batteria è carica, staccare il caricabatterie") che spinga l'utente a fare la sua parte nel risparmio energetico.
Secondo Nokia, se si evitasse questo continuo dispendio di energia, già oggi si potrebbe dare corrente elettrica a 85mila case per un anno, una misurazione naturalmente piuttosto vaga, che dà però l'idea di cosa ci sia in gioco.

Il costruttore ha anche confermato che i nuovi alert saranno integrati a partire dai suoi modelli 1200, 1208 e 1650.
72 Commenti alla Notizia Quanti consumi inutili per ricaricare il cellulare
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)