Amiga sta per risorgere?

La società che detiene i diritti sul celebre marchio ha svelato la configurazione hardware di due sistemi, che potrebbero rappresentare una nuova eredità del celebre home computer Commodore. Che sia la volta buona?

Issaquah (USA) - Amiga tenta per l'ennesima volta di rinascere dalle proprie ceneri, lasciandosi alle spalle fallimenti, passaggi di mano, scissioni, battaglie legali e tutti gli eventi negativi che hanno funestato gli ultimi 15 anni di storia della celebre macchina Commodore. A sfidare di nuovo la sorte è Amiga Inc., che insieme alla società canadese ACK Software Controls, specializzata in sistemi embedded, ha di recente rivelato le specifiche tecniche di due nuovi computer chiamati Power System.

Come già si era appreso lo scorso mese, i due sistemi sono indirizzati a fasce di mercato completamente differenti: il più economico, dal prezzo di 489 dollari (monitor escluso), sembra disporre di una potenza di calcolo paragonabile a quella di un computer handheld; il più costoso, dal prezzo di 1.498 dollari, vanta invece una CPU dual-core da 2 GHz. Entrambi i processori sono basati sull'architettura PowerPC, ma mentre nel primo caso si tratta di un system on chip (SoC) MPC8349E di Freescale (ex divisione di Motorola), con clock compreso fra 400 e 667 MHz, nel secondo caso si tratta di un PWRficient PA6T-1682M da 2 GHz di P.A. Semi.

Il PA6T-1682M è stato presentato da P.A. Semi lo scorso febbraio, e viene promosso da quest'ultima come uno dei processori a 64 bit più efficienti al mondo. Operante ad una frequenza di 2 GHz, il chip ha un consumo tipico compreso fra 5 e 13 watt e fornisce accelerazioni hardware per l'elaborazione dei pacchetti TCP/IP e le funzionalità di sicurezza. P.A. Semi ha fornito i risultati di alcuni benchamrk SPEC, riportati qui da RealWorldTech.com, ma in assenza di test eseguiti su applicazioni reali è difficile comparare le performance di questo chip con quelli di IBM, Intel o AMD. Va comunque considerato che il target tipico dei processori PWRficient sono i dispositivi embedded, e non quelli desktop.
Il mitico e mai dimenticato Commodore Amiga 500I due Power System si differenziano anche per la restante dotazione hardware e gli slot di espansione: per meglio comparare le specifiche si veda questa immagine.

Il dato più interessante è il formato della scheda madre: Flex-ATX (23 x 19 cm) per quello "motorizzato" Freescale, ATX (30,5 x 24,5 cm) per il fratello maggiore. Sebbene il formato del primo non sia particolarmente contenuto (si parla pur sempre di una scheda madre poco più piccola di un foglio A4), è ipotizzabile che avrà un design simile ad una set-top box da salotto: la didascalia relativa al processore lascia poi supporre che il device non verrà venduto direttamente agli utenti finali, ma fornito agli OEM e personalizzato sulle esigenze di ciascun cliente.

L'altro sistema, a giudicare anche dalla dotazione hardware, potrebbe invece avere caratteristiche più vicine ad un PC desktop o, vista la maggiore affinità con Amiga, ad un Mac: similmente a questi, il Power System da 1.500 dollari fornisce infatti 4 slot DIMM DDR2, uno slot PCI Express x16 per le schede grafiche, due slot PCIe per schede di I/O, uno slot PCI, 6 porte USB, 2 porte Gigabit Ethernet, e 4 porte SATA II.

"Questo nuovo design offre all'utente Amiga una nuova scelta nell'hardware", ha dichiarato Bill McEwen di Amiga Inc. "Amiga ritiene che questo nuovo sistema possa soddisfare le esigenze dell'utente Amiga di oggi e quelle del vicino futuro".

L'azienda americana non ha specificato quale sistema operativo girerà sui nuovi eredi di Amiga: potrebbe essere AmigaOS 4.0, ma anche Linux o altro ancora. AmigaOS sarebbe la scelta più logica e coerente, ma non è ben chiaro quali effetti avrà la causa appena intentata da Amiga Inc. a Hyperion, madre dell'ultima reincarnazione di AmigaOS. Viste le grandi differenze a livello hardware, non è neppure escluso che i due Power System adottino sistemi operativi differenti.

Per saperne di più non resta che attendere nuove informazioni da Amiga Inc.
112 Commenti alla Notizia Amiga sta per risorgere?
Ordina
  • Mando i miei sinceri auguri.
    non+autenticato
  • Spero che riescano a far risorgere la piattaforma con un valido Os che non sia Linux. Comprare un computer su cui gira solo Linux non ha senso, per questo c'è già la Play3.
    Spero anche che riescano a creare dei validi giochi e dei validi programmi.

    In bocca a lupo Amiga
    non+autenticato
  • sognare non costa nulla...
    produrre e vendere un computer senza nessun supporto software...
    milioni...
  • Non ho detto che sia facile. La sfida è difficile ma non impossibile. Se partissero con A.Os4 sarebbe molto più realistico il progetto di rilancio della piattaforma.
    non+autenticato
  • Salve a tutti,
    posso solo dire ciò che vidi fare più di 12 anni fa da un Amiga 1200 con un Motorola 060 a 50Mhz. Già all'epoca poteva effettuare transazioni con programmi leggeri. Per ottenere tale versatilità il mio processore a 2600 Mhz arranca e non poco. Non sono un programmatore ma credo che molto dipendesse da come fosse stato programmato sia l'Os che il software stesso assieme ad un'architettura davvero futuristica. Spero vivamente che possa risorgere come è giusto che sia un'ottima macchina che aveva dato anche una filosofia di utilizzo che ora non vedo più
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Salve a tutti,
    > posso solo dire ciò che vidi fare più di
    > 12 anni fa da un Amiga 1200 con un Motorola
    > 060 a 50Mhz. Già all'epoca poteva effettuare
    > transazioni con programmi leggeri. Per
    > ottenere tale versatilità il mio processore
    > a 2600 Mhz arranca e non poco.

    Direi che hai scelto i programmi sbagliati.

    Pero'.... Su che tipo di filmato stai applicando queste transizioni.

    Che programma usi?


    > un'architettura davvero futuristica. Spero
    > vivamente che possa risorgere come è
    > giusto che sia un'ottima macchina che
    > aveva dato anche una filosofia di utilizzo
    > che ora non vedo più

    Non ricordo questa filosofia.

    ciao
  • In tendeva dire, che si riusciva a fare degli ottimi lavori, che sembravano impossibili con HW a disposizione
    non+autenticato
  • Ho scelto il videoediting perchè per me è una delle applicazioni più estreme. Il programma che vidi ed usai era l'X-dve. Cito anche Scala che tra l'altro è stato usato da molte tv locali. Usai questi software per creare le mie titolazioni e tutt'oggi non hanno nulla da invidiare a molti effetti presenti nei software odierni. Ho provato Vegas di Sony, Premiere e anche quelli di Pynnacle. Ognuno ha delle caratteristiche ottime ma è assurdo che debba utilizzare circa 2 gigabyte e processori a frequenze altissime per utilizzare al meglio questi applicativi. Non dimentichiamo che l'Amiga usava l'assembler(e anche il C) e aveva processori dedicati come il Blitter a 28MHz (per l'epoca niente che io ricordi arrivava a tale velocità) che permettevano usi davvero interessanti, senza contare i vari chipset deicati. La filosofia a cui mi riferivo era dettata alla "personalizzazione" di un computer davvero interessante.
    non+autenticato
  • Bello o brutto che sia e' cosi'..

    E' passato troppo tempo per fare in modo che quello che c'era possa essere ancora utile.

    Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si vende un computer veramente ottimizzato, ma al tempo non e' che fossi poi effettivamente cosi'.

    Vero era Multitask, con audio di qualita', con grafica avanzata.
    Ma il mondo e' andato avanti.

    Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile con i vecchi programmi?
    Perche' usa il W.B.?
    Perche' ha lo stesso nome?

    Si poteva partire da UAE e continuare.

    L'Amiga al tempo era un buon computer perche' partiva da un taglio con il passato, oggi non e' cosi', parte dal passato.

    Cosa propone che gli altri non hanno?

    Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.
    Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due porte di collegamento e per il resto Wireless, senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF ).
    Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato il SO.

    Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare dual-boot con linux.
    Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada bene quindi vi forniamo la ruota di scorta ( secondo me) .


    vabbe', per il momento interrompo.

    ciao

  • - Scritto da: pippo75
    > Bello o brutto che sia e' cosi'..
    >
    > E' passato troppo tempo per fare in modo che
    > quello che c'era possa essere ancora
    > utile.
    >
    > Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si
    > vende un computer veramente ottimizzato, ma al
    > tempo non e' che fossi poi effettivamente
    > cosi'.
    >
    > Vero era Multitask, con audio di qualita', con
    > grafica
    > avanzata.
    > Ma il mondo e' andato avanti.

    Beh chiaramente creare una nuova piattaforma da zero veramente rivoluzionaria costa cifre assurde e basterebbe veramente poco per farla apparire nella maniera sbagliata agli investitori che tutto il progetto fallirebbe dall'oggi all'indomani


    >
    > Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile
    > con i vecchi
    > programmi?
    > Perche' usa il W.B.?
    > Perche' ha lo stesso nome?

    Delle tre un po' tutte ma forse l'unica che pesa è solo l'ultima almeno dal punto di vista di Amiga Inc.


    >
    > Si poteva partire da UAE e continuare.

    Ma infatti non mi stupirei se nell'emulatore Amiga del OS4 fossero presenti parti dello UAE

    >
    > L'Amiga al tempo era un buon computer perche'
    > partiva da un taglio con il passato, oggi non e'
    > cosi', parte dal
    > passato.
    >
    > Cosa propone che gli altri non hanno?

    Purtroppo niente però c'è una cosa che non mi torna anche se è OT. Apple ha abbandonato i PPC perchè non vedeva in questi alcun futuro poi spuntano fuori dal nulla due piccole aziende che invece la pensano al contrario. Apple quindi a suo tempo ha fatto solo una commercialata =


    >
    > Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.
    > Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due
    > porte di collegamento e per il resto Wireless,
    > senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF
    > ).
    > Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato
    > il
    > SO.
    >

    Naaa... Amiga è stato il computer multimediale per definizione e così dovrebbe essere con quello nuovo.


    > Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare
    > dual-boot con
    > linux.
    > Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi
    > diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada
    > bene quindi vi forniamo la ruota di scorta (
    > secondo me)
    > .


    Chi pensa a linux come panacea di tutti i mali non ha mai capito niente. Inutile dargli più spazio di quello che merita

    non+autenticato
  • Arrabbiato voi che dite che l'amiga è morta....

    non sapete nemmeno cosa significa per chi lo avuto nelle mani...

    i pc di oggi mi fanno soltanto "piangere".

    Altro che morta.... e viva e vegeta.

    spero sia la volta buona. piuttosto.

    I THINK DIFFERENT (e non solo io)

    non+autenticato
  • Amiga è viva e vegeta.
    Viva Amiga
    non+autenticato
  • - Scritto da:
    > Arrabbiato voi che dite che l'amiga è morta....
    >
    > non sapete nemmeno cosa significa per chi lo
    > avuto nelle
    > mani...
    >
    > i pc di oggi mi fanno soltanto "piangere".
    >
    > Altro che morta.... e viva e vegeta.
    >
    > spero sia la volta buona. piuttosto.
    >
    > I THINK DIFFERENT (e non solo io)
    >

    Io lo so, perchè l'ho avuto e ancora ce l'ho!
    Se fosse andata diversamente non ci sarebbe stato confronto!

    AMIGA FOREVER
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo75
    > Bello o brutto che sia e' cosi'..
    >
    > E' passato troppo tempo per fare in modo che
    > quello che c'era possa essere ancora
    > utile.

    Non credo. Ogni anno che passa, la gente che ormai usa windows da anni è sempre più stanca dei suoi difetti, diventa più esperta e prova altri sistemi operativi, notando come tutti funzionino meglio.
    L'ultima incarnazione di windows, Vista, lo dimostra ancora una volta: microsoft non è in grado di scrivere un sistema operativo.
    Inoltre l'hardware dei pc è architetturalmente morto da diverso tempo (molti anni), e la guerra a base di soli megahertz e nessuna sostanziale innovazione tecnica avrà una fine, e a quel punto non ci sarà altro da fare che passare ad un sistema diverso.

    > Sicuramente messo a confronto con i Pc di oggi si
    > vende un computer veramente ottimizzato, ma al
    > tempo non e' che fossi poi effettivamente
    > cosi'.
    >
    > Vero era Multitask, con audio di qualita', con
    > grafica
    > avanzata.
    > Ma il mondo e' andato avanti.

    Non così tanto come pensi, in realtà.

    > Lo vogliamo chiamare Amiga perche' e' compatibile
    > con i vecchi
    > programmi?
    > Perche' usa il W.B.?
    > Perche' ha lo stesso nome?
    >
    > Si poteva partire da UAE e continuare.

    Eh? UAE è un emulatore, non un sistema operativo o un computer. Inoltre usa un'altro sistema operativo per poter accedere alle risorse del sistema, come cavolo pensi che si possa ricreare un sistema con queste basi?
    E poi si chiama Amiga perchè il sistema operativo è lo stesso. Al giorno d'oggi non è obiettivamente possible creare un computer con hardware custom, per i costi ma anche per la costante, e spesso estenuante, innovazione tecnologica che corre più velocemente di quanto dovrebbe.
    Avere un sistema operativo stabile e veloce è possibile anche oggi, ma certo è più facile dire "ho Windows" che spiegare il perchè si usa un sistema diverso a persone che di computer non ne sanno niente.
    Di solito, infatti, non dico niente a quelli che si avvicinano per la prima volta al mondo dei PC pensando che sia l'unica realtà disponibile, e nel 100% dei casi alla fine si lamentano e si accorgono di quanto mal fatto questo sistema sia.

    > L'Amiga al tempo era un buon computer perche'
    > partiva da un taglio con il passato, oggi non e'
    > cosi', parte dal
    > passato.
    >
    > Cosa propone che gli altri non hanno?

    Stabilità, velocità, sicurezza, semplicità. L'unica cosa che non offre sono i mal di testa che ti fa venire windowsOcchiolino

    > Mi sarei aspettato qualcosa di nuovo.
    > Qualcosa del tipo un TabletPC con al massimo due
    > porte di collegamento e per il resto Wireless,
    > senza HD e con Schede di memoria ( tipo CF
    > ).

    Questo sistema, al giorno d'oggi, sarebbe un completo fallimento, e forse lo compreresti solo tu. La maggior parte della gente cerca un sistema "generico" dal quale partire per poi modificarlo a seconda delle esigenze incontrate per la strada. Un sistema troppo custom sarebbe come tornare al passato, e questo non è più possibile, come anche tu hai detto.

    > Poi non sarebbe male se fosse anche ottimizzato
    > il
    > SO.

    Ma cosa intendi con questi continue richieste di "ottimizzazione"? Sei troppo abituato agli spot di microsoft che scrive "ottimizzato" su tutti i suoi prodotti senza nemmeno sapere il perchè.Occhiolino

    > Ho letto alcuni commenti che dicevano di usare
    > dual-boot con
    > linux.
    > Spero che non lo facciano, sarebbe come dire, vi
    > diamo AmigaOS, pero' non siamo sicuri che vada
    > bene quindi vi forniamo la ruota di scorta (
    > secondo me)
    > .

    Il primo AmigaOne non aveva ancora l' AmigaOS4 disponibile, pertanto, per poterlo utilizzare, era necessario installare linux su di esso. Adesso AmigaOS4 è uscito e linux "non serve più", anche se puoi comunque fare un dual-boot per utilizzarne le applicazioni. Proprio come ora si fa un dual-boot per poter usare il proprio pc, considerato che Vista non funziona.
    non+autenticato
  • > Proprio come ora si
    > fa un dual-boot per poter usare il proprio pc,
    > considerato che Vista non
    > funziona.


    Cosa intendi per non funziona ? a me va benissimo
    non+autenticato
  • Peccato che si ostinino a restare sul PPC, Se Amiga os4 venisse reso disponibile su un pc, ad un prezzo decente, lo prenderei anche solo per curiosità e ci farei su un multiboot... ma che senso ha spendere tanti soldi per una macchina che poi non sai a cosa ti servirà?
    Molto ma molto più interessante mi pre invece l'intaresse di Amiga inc. nel cercare di portare il "suo" ultimo OS si sistemi mobile, lì potrebbe esserci un po' più spazio di mercato.
    non+autenticato
  • Morta ?!? direi piu' che altro in coma farmacologico, Amiga ha segnato il periodo della innovazione tecnologica e seconda solo al Mac in termini di architettura.
    Amiga un nome molti ricordi e tante speranze..speranze per il futuro.
    Ma lo sapevate che al uscita di Amiga il governo americano fece preparare dei computer con l'architettura praticamente identica ad un A4000 per controllare i sistemi di volo durante le missioni spaziali e il motovo? semplice Amiga non va in crash ed è multitasking.
    Vi piaceva il Fil Jurassic park? ebbene lo hanno creato Solamente con Amiga4000. ecc...ec.....
    Che si chiami Amiga,Samantha o Moana questo non importa.... importa solo la su filosofia che continui a vivere...perchè? semplice Amiga è umana e possiede un anima propia,cosa che i normali pc di casa non potranno mai avere.
    non+autenticato
  • Aiuto,
    mi hanno imbarzamato vivo!
    Hanno strappato le mie varie interiora
    mettendo strani unguenti.
    Ma io sono vivo.
    Hanno cavato il mio cervello dar narice
    tramite uncinetto,
    in grigi e bianchi grammoli di memoria e di sangue,
    mettendo strani unguenti.
    Ma io sono vivo.
    Hanno cosparzo il mio corpo de zorfo
    e disseccato la mia pella cor muriatico,
    hanno disciolto i genitali cor muriatico,
    hanno sbiancato le pupilla cor muriatico,
    mettendo strani unguenti tra cui er muriatico.
    Ma io sono vivo.
    Oggi so' un Amiga residente il museo,
    i bambini se impressiona: ma che è? un Amiga?
    io sempre zitto dentro alla scatola,
    ma sono vivo!
    Lo stesso nun se pò di' der custode TADsince1995!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)