Il Governo vara la riforma Gentiloni sulla RAI

Ora passerà alle Camere

Roma - Il Consiglio dei Ministri che si è tenuto oggi ha dato il via libera al disegno di legge del ministro delle Comunicazioni Paolo Gentiloni sulla riforma RAI.

"Il Consiglio dei ministri - ha fatto sapere il ministro delle Pari opportunità Barbara Pollastrini - ha approvato il disegno di legge di riforma sulla RAI. Qualcuno ha proposto delle modifiche, ma il testo è stato votato da tutti".

Il disegno di legge sarà a breve presentato alla Camera, dove inizierà il suo iter parlamentare. Esponenti dell'opposizione hanno già fatto sapere che chiederanno profonde modifiche al provvedimento.
Le linee guida del DDL sono pubblicate dal ministero delle Comunicazioni a questo indirizzo
7 Commenti alla Notizia Il Governo vara la riforma Gentiloni sulla RAI
Ordina
  • scusate una domanda non troppo inerente: ma ora che la Endemol è passata sotto Mediaset (o Fininvest o altro),
    trasmissioni tipo "che tempo che fa" (di loro produzione), che fine faranno?

    ???
    non+autenticato
  • la riforma a mio avviso è una delle tante a sfondo inutile, sappiamo benissimo che tutti gli amici solitici sono impiegati in Rai sia da destra a sinistra, che poi al punto
    >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
    9.2. In questo quadro l’ammontare del canone verrà fissato dal Governo ogni tre anni, sulla base delle valutazioni della Fondazione sul rispetto della missione affidata a Rai dal Contratto di servizio.

    Lo Stato potrebbe assicurare, al compimento della fase di transizione, il pieno recupero della quota mancante per evasione fiscale e l’esenzione del pagamento per alcune fasce di cittadini anziani non autosufficienti.>>>>>>>>>>>>>>

    questo vuol dire soltanto che il canone subirà un aumento non precisato ogni 3 anni, e se come dice la riforma il fabbisogno della rai è coperto al 50 % fra pubblicità e canone, vuol dire che se con il canone non arriva al 50 % è perchèvi sono gli evasori o persone non autosufficienti.

    non vi rendete conto che il cosiddetto Canone è una tassa sul possesso di Apparecchi atti a ricevere etc etc.. e non un canone vero e proprio come può essere quello della telecom di infostrada, di tiscali, canone vuol dire che se io vosglio smettere di pagare non devo far altro che inviare la disdetta ai gestori, e non un imposizione vera e propria come quella che stanno tentando di agganciare il canone televisivo alle bollete enel, oppure spedire un bollettino appena si cambia residenza, ed anche visitando il sito della Rai vi sono portati centinaia di esempi di come pagare l'abbonamento, ma solo un piccolo trafiletto per chi non è tenuto a pagare, e cioè non possedere un apparecchio atto a ricevere etc etc., ma non le vere modalità di disdetta.

    io voglio essere libero di NON guardare solo la Rai ma libero di non Guardare nessuna TV e non essere tartassato centinaia di volte di pagare un canone per un servizio di cui non usufruisco, non vedo e che mi fa talmente schifo solo a parlarne.
    voglio essere libero di NON possedere una TV e non essere per questo obbligato a pagare anche se non la posseggo.

    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Avanti così!

    Verissimo.

    Il NANO è solo invidioso e sa che ha fallito su tutti i fronti e non gli rimane che ritirarsi con la coda tra le gambe ma non lo farà perchè sà che finirà in galera.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Avanti così!

    Certo fare è già qualcosa, però bisognerebbe farle giuste le cose...
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da:
    > > Avanti così!
    >
    > Certo fare è già qualcosa, però bisognerebbe
    > farle giuste le
    > cose...

    Vota Berlusconi e poi vedi che belle riforme RAI Che ti fa, ovviamente il tutto senza essere condizionato dal fatto che la RAI è la sua diretta concorrente.

    Anche per lo scandalo calcio con un Berlusconi al governo sicuramente avrebbe fatto di tutto per dare una stangata al suo Milan.

    Gli esempi potrebbero continuare a lungo visto che ha aziende in ogni settore. Poi qualche genio voleva pure che comprasse la telecom, così eravamo a posto in tutti i sensi. Si cambiava il nome Italia in Mediolanum e l'inno lo si faceva fare ad Augusto Martelli.
    non+autenticato
  • per esempio?

    sig.
    non+autenticato