L'occhio del Fisco su eBay. PayPal più sicuro?

Gli eBayer godranno di maggiori sicurezze nelle transazioni, ma secondo la community i vantaggi andrebbero solo a chi compra molto. Intanto il Fisco americano si focalizza su chi vende via eBay

Roma - eBay ha promesso per il prossimo giugno l'aggiornamento del suo Programma di Protezione, che permetterà agli acquirenti via PayPal di godere di ulteriori condizioni di salvaguardia per le transazioni. Nello specifico, è prevista una copertura fino a 1000 euro per "gli acquisti di oggetti messi in vendita da venditori con più di 50 punti di feedback, di cui almeno 98% positivi e che siano stati pagati con PayPal".

Allo stesso tempo è previsto - per gli acquisti PayPal di oggetti non protetti dal Programma di Protezione - un rimborso massimo di 200 euro senza costi di elaborazione, nei casi di non ricezione o non conformità alla descrizione. Rimborso che scenderà a 100 euro, senza costi di elaborazione, nel caso sia stato utilizzato un altro sistema di pagamento.

Evidenzia però International Traders che le novità del servizio hanno già posto la comunità di eBay sul piede di guerra.
L'attuale "Programma di protezione acquirente di eBay" copre fino a 230 euro e una detrazione di 28 euro per la non ricezione o la difformità dell'oggetto. Il Programma di protezione acquirenti PayPal, invece, copre fino a 500 euro senza detrazioni, a patto che il venditore risponda ai requisiti richiesti dalla società.

Secondo International Traders, quindi, è "facile immaginare come il target di utenza a cui giovano le attuali regole sia costituito in particolare da coloro che spendono cifre non esigue su eBay; ad un utente che acquista articoli per un valore pari o inferiore a 28 euro e che desidera avvalersi della Protezione acquirente di eBay, non resta che rassegnarsi e perdere il proprio denaro".

Escluso inoltre l'eventuale percorso legale, per International Traders la migliore strategia "per chi ha associato il conto PayPal ad una carta di credito, resta a questo punto la richiesta di storno (chargeback) da avanzare alla società emittente della carta, contestando l'addebito".

Per quanto riguarda invece la questione tasse sugli eBayer, che più volte è stata sollevata dal Fisco statunitense e da alcuni commercianti, sono in arrivo alcune novità, almeno per gli eBayer statunitensi. Nella Finanziaria 2008 dell'Amministrazione Bush è stata infatti inserita una definizione più ampia della cosiddetta attività di brokeraggio. Se la normativa passerà così com'è gli eBayer, e non solo loro, sarebbero obbligati a denunciare all'IRS (Internal Revenue Service) ogni transazione effettuata. Con tanto di nomi, indirizzi e cifre riguardanti le operazioni.

Come riporta ArsTechnica "i siti Internet di aste dovranno comunicare il fatturato solo se il venditore effettua più di 100 transazioni separate in un anno fiscale e fattura complessivamente più di 5 mila dollari"

IRS si dice certa che se la norma dovesse entrare in vigore, nel 2008 potrebbero essere raccolti circa 20 milioni di dollari in più; con una previsione 2012 di circa 220 milioni di dollari.

Dario d'Elia
27 Commenti alla Notizia L'occhio del Fisco su eBay. PayPal più sicuro?
Ordina
  • paypal conviene solo agli acquirenti, quando obbligheranno i venditori a ricevere pagamenti con paypal (ho letto che lo faranno) smetterò di vendere.

    paypal=*****
    non+autenticato
  • Dato che Ebay e PayPal sono due facce della stessa medaglia (ovvero sono dello stesso proprietario) è ovvio che Ebay ha interesse a decantarne le doti.
    Così ci guadagna due volte.

  • - Scritto da: Pejone
    > Dato che Ebay e PayPal sono due facce della
    > stessa medaglia (ovvero sono dello stesso
    > proprietario) è ovvio che Ebay ha interesse a
    > decantarne le
    > doti.
    > Così ci guadagna due volte.

    Infatti.
    Tu vendi qualcosa e automaticamente Ebay ci mangia sopra.
    Usi con Paypal??
    Bene anche loro mangiano la sua parte.
    Pochi centesimi dirà qualcuno ma con il volume di soldi mosso ogni giorno intorno a Ebay, vorrei vedere alla fine dell'anno quanto si ritrovano in tasca.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    >
    > - Scritto da: Pejone
    > > Dato che Ebay e PayPal sono due facce della
    > > stessa medaglia (ovvero sono dello stesso
    > > proprietario) è ovvio che Ebay ha interesse a
    > > decantarne le
    > > doti.
    > > Così ci guadagna due volte.
    >
    > Infatti.
    > Tu vendi qualcosa e automaticamente Ebay ci
    > mangia
    > sopra.
    > Usi con Paypal??
    > Bene anche loro mangiano la sua parte.
    > Pochi centesimi dirà qualcuno ma con il volume di
    > soldi mosso ogni giorno intorno a Ebay, vorrei
    > vedere alla fine dell'anno quanto si ritrovano in
    > tasca.

    a me paypal (da acquirente) piace, un paio di volte ho avuto problemi con dei venditori, ho speso un sacco di soldi in telefonate, raccomandate, fax poi ho aperto una contestazione e in entrambi i casi ho risolto in 24h gratis

    well done

    non+autenticato
  • Gratis lo di dici tu. Quando hai pagato l'oggetto con PayPal hai pagato di più di quello che ti sarebbe costato senza PayPal. Infatti tutti i venditori che accettano questo metodo di pagamento ricaricano il prezzo dell'oggetto (non in maniera esplicita) di una percentuale che arriva fino al 7%.
    La tua contestazione l'hai risolta "a gratis", ma quando cominci a comperare con PayPal 10 oggetti o più, stai sicuro che (implicitamente) paghi ben più di qualche telefonata.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Gratis lo di dici tu. Quando hai pagato l'oggetto
    > con PayPal hai pagato di più di quello che ti
    > sarebbe costato senza PayPal. Infatti tutti i
    > venditori che accettano questo metodo di
    > pagamento ricaricano il prezzo dell'oggetto (non
    > in maniera esplicita)

    Ho comprato solo una volta e quando l'asta era terminata mi ha chiesto tramite mail se volevo usare postepay, però anche scegliendo paypal il prezzo è rimasto lo stesso.

    Se mi avesse aumentato il prezzo perché usavo paypal scrivevo a ebay e gli segavano l'account.
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Gratis lo di dici tu. Quando hai pagato l'oggetto
    > con PayPal hai pagato di più di quello che ti
    > sarebbe costato senza PayPal. Infatti tutti i
    > venditori che accettano questo metodo di
    > pagamento ricaricano il prezzo dell'oggetto (non
    > in maniera esplicita) di una percentuale che
    > arriva fino al
    > 7%.
    > La tua contestazione l'hai risolta "a gratis", ma
    > quando cominci a comperare con PayPal 10 oggetti
    > o più, stai sicuro che (implicitamente) paghi ben
    > più di qualche
    > telefonata.

    Tutti i venditori ricaricano il prezzo dell'oggetto se paghi con PayPal non è vero, anche perchè se lo fanno li puoi denunciare ad eBay/PayPal, non possono farlo per contratto di vendita su eBay.
    non+autenticato
  • Quando ti trovi un oggetto del tipo "compralo subito" e ti trovi un prezzo, questo viene fissato dal venditore anche in base alle spese che deve sostenere (spese di spedizione conteggiate a parte). E' chiaro che se il venditore accetta anche il pagamento con PayPal, deve riprendere i soldi che tale tipo di pagamento gli costa, quindi se il tale oggetto lo poteva vendere a x, per rientrare anche dei costi che sosterrà con PayPal lo venderà a x+qualchecosa. Così come dovrà rientrare del costo dell'inserzione su eBay. Questo è logico, è normale, è la base del commercio, il tutto sta a vedere quant'è quel "qualchecosa" in più.
    Per il venditore non è necessario farlo esplicitamente richiedendo un prezzo diverso per un pagamento con PayPal (come per altro mi è successo), ma fissando un prezzo comprensivo di tutto.
    D'altra parte basta leggere qualche forum anche sulla stessa eBay per capirlo. Qualche venditore lo dice anche chiaramente.
    Inoltre non sarà solo per PayPal, ma anche per la stessa eBay (o forse perchè i venditori non sono troppo onesti) ma a me capita molto frequentemente di vedere oggetti del reparto informatica/elettronica che costano più di quello che si trova in molti negozi.
    non+autenticato
  • > Inoltre non sarà solo per PayPal, ma anche per la
    > stessa eBay (o forse perchè i venditori non sono
    > troppo onesti) ma a me capita molto
    > frequentemente di vedere oggetti del reparto
    > informatica/elettronica che costano più di quello
    > che si trova in molti
    > negozi.

    E' vero. E credo proprio che la malintesa onestà di taluni venditori sia la causa predominante di questo fenomeno.

  • > Tutti i venditori ricaricano il prezzo
    > dell'oggetto se paghi con PayPal non è vero,
    > anche perchè se lo fanno li puoi denunciare ad
    > eBay/PayPal, non possono farlo per contratto di
    > vendita su
    > eBay.

    Il ricarico non è fatto in maniera esplicita (qualche volta anche) come ha sottolineato il tipo a cui hai risposto, ma IMPLICITAMENTE. Il prezzo "compralo subito" o il prezzo di riserva per forza tiene conto dei costi che eBay e PayPal ti fa sostenere. Non vedere le cose dal punto di vista del compratore, ma guardale da quello del venditore. Se tu vuoi ricavare da un oggetto 100 euro, dovrai venderlo a 100 + costo_eBaY + costo_PayPal (= 110 ??). Prova a vendere qualche cosa oltre che a comperare poi ne riparliamo.
    non+autenticato
  • già... potrebbero offrirti il servizio gratis no?
    MeX
    16902

  • - Scritto da: MeX
    > già... potrebbero offrirti il servizio gratis no?


    di quale servizio parli?
    se io metto in vendita un telefonino per esempio è ovvio che quel telefonino è MIO e se lo vendo a 100 euri devo ricevere 100 euri.
    spese postali a parte ovviamente
    non+autenticato
  • a parole copre.... ma all'atto pratico ti chiedono cse che ti è impossibile fornire per cui è solo una presa per i fondelli... chi ha avuto la sfortuna di capitarci lo sa bene ....
  • ASSOLUTAMENTE NON VERO!

    Ho preso un 'pacco' da un venditore straniero, oltretutto pagando con bonifico e non con PayPal.

    Mi è stata richiesto solo di faxare un pdf con il codice dell'inserzione, i miei dati e la documentazione del pagamento (la contabile della banca ricevuta all'atto del bonifico).

    I tempi sono stati abbastanza lunghi (circa 4 mesi dal pagamento al ricevimento dei soldi) ma ho ricevuto il pieno ammontare del programma protezione.

    Alla fine dei conti il 'pacco' mi è costato 30 euro invece che i 230 che avevo pagato.
    non+autenticato

  • - Scritto da: alte
    > a parole copre.... ma all'atto pratico ti
    > chiedono cse che ti è impossibile fornire per cui
    > è solo una presa per i fondelli... chi ha avuto
    > la sfortuna di capitarci lo sa bene
    > ....

    Veramente a me hanno rimborsato 8 volte acquisti di prodotti da venditori eBay che non hanno spedito. Ho ripreso i miei soldi, se non avessi pagato con PayPal li avrei persi.
    non+autenticato