Sun protegge Java con le certificazioni

Per ridurre il rischio frammentazione che attanaglia il mercato delle applicazioni Java enterprise, Sun ha varato un programma di certificazione per la piattaforma J2EE

Palo Alto (USA) - Sun ha dato vita ad un programma di certificazione, chiamato Java Verification Program (JVP), con l'intento di garantire la compatibilità fra le applicazioni Java di fascia enterprise e gli application server basati sulla piattaforma standard J2EE (Java 2 Enterprise Edition).

Sun teme infatti che le estensioni proprietarie che vari vendor hanno già incluso nei loro application server per differenziarli dalla concorrenza finiscano per frammentare il mercato e danneggiare l'immagine dello standard Java. Come risultato si avrebbe infatti che un'applicazione scritta - ad esempio - per l'application server di BEA non giri sul server WebSphere di IBM.

Con il JVP Sun conta di rilasciare anche una suite di test, chiamata Java Application Verification Kit for the Enterprise, e altro materiale di riferimento che possa consentire ai vendor e agli sviluppatori di software di creare software compatibile con qualsiasi application server certificato per la piattaforma J2EE.
Sun sostiene che solo le applicazioni scritte per girare su ogni piattaforma J2EE generica passeranno il JVP e potranno dunque ottenere la certificazione.

"I vendor indipendenti di software che creano applicazioni J2EE possono ora sviluppare prodotti che la gente sa capaci di girare su tutte le implementazioni della J2EE", ha affermato David Harrah, Java marketing manager di Sun. "Vogliamo assicurarvi che queste applicazioni sono portabili attraverso i vari application server".

Le applicazioni che passeranno la certificazione riporteranno il logo "Java Verified" e potranno avvantaggiarsi di alcune opportunità di co-marketing sponsorizzate da Sun.

Sun ha fatto sapere che a breve intende lanciare un programma di certificazione simile anche per J2ME (Java 2 Micro Edition), la piattaforma Java dedicata ai dispositivi mobili e alle piccole info appliance.
TAG: mercato
11 Commenti alla Notizia Sun protegge Java con le certificazioni
Ordina
  • come è giusto che sia (Java è una tecnologia _proprietaria_), Sun difende il suo prodotto e decide lo "standard".
    Vogliamo una alternativa _realmente_ aperta? ECMA-335... Ops! .NET
    senza rancore
    non+autenticato
  • uffa... adesso che MS fa il suo primo standard aperto, tutti a tirarsela e a dire che Java non è né standard né aperto... sembra di vedere gli utenti Apple che hanno scoperto Unix...


    Un utente Apple e Linux estimatore di .Net
    non+autenticato

  • - Scritto da: A.C.
    > uffa... adesso che MS fa il suo primo
    > standard aperto, tutti a tirarsela e a dire
    > che Java non è né standard né aperto...
    Infatti, java non è nè standard, nè aperto... la "portabilità" è una pia illusione, specialmente se c'è della grafica (cioè, quasi sempre). Senza contare che è leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeento come una capra al merizzo... .NET si può (anche) compilare regolarmente, tra le tante.


    Uno dei pochi che non hanno MAI sopportato java.
    non+autenticato
  • - Scritto da: .NET
    > Infatti, java non è nè standard, nè
    > aperto... la "portabilità" è una pia
    > illusione, specialmente se c'è della grafica
    > (cioè, quasi sempre). Senza contare che è
    > leeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeento come una capra al
    > merizzo... .NET si può (anche) compilare
    > regolarmente, tra le tante.

    Queste sono tutte cose che so già, il mio problema è solo l'atteggiamento: "hey, Java fa schifo, non è nemmeno standard, invece .Net è una figata perché è ECMA", d'accordo lo so, ma per favore finitela di tirarvela che fino all'anno scorso in ambiente Win32 di standard c'erano solo quelli MS... esattamente come fanno gli utenti Mac che adesso che hanno scoperto le meraviglie di un SO moderno, credono di essere gli unici ad averlo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: A.C.
    > Queste sono tutte cose che so già, il mio
    > problema è solo l'atteggiamento: "hey, Java
    > fa schifo, non è nemmeno standard, invece
    > .Net è una figata perché è ECMA",
    Io mi limito alla prima parte: java fa skifo.
    Di .net apprezzo C# e l'integrazione con WSH - che FINALMENTE consente ai sistemi MS un'automazione con little languages a livello di un SO vero.

    > esattamente come fanno gli utenti Mac che
    > adesso che hanno scoperto le meraviglie di
    > un SO moderno, credono di essere gli unici
    > ad averlo.
    Onestamente ci penserei su un paio di volte a definire "moderno" uno unix qualsiasi.
    Le uniche botte di modernità che ho visto negli ultimi 15 anni sono proprietarie di HP, Compaq Tru64 e SGI-Irix, fanno tutte a cazzotti tra loro. Minix, BeOS, EROSos, ma perfino Plan9 e Inferno sono "moderni"... non certo il ceppo SVR8 e derivati Posix 1003.x "native".
    non+autenticato
  • - Scritto da: .NET
    > Io mi limito alla prima parte: java fa skifo.

    questo l'ho capito e non c'entra niente col mio messaggio: mi basta che tu abbia motivazioni valide e che non si riferiscano al fatto che .Net è ECMA

    > Onestamente ci penserei su un paio di volte
    > a definire "moderno" uno unix qualsiasi.

    non ho parlato di Unix, per me un SO moderno è uno che ha caratteristiche banali come la protezione della memoria, il multitasking e una gestione di rete seria, cose che non si possono dire per qualsiasi Mac OS diverso da X, solo che gli utenti Mac non si rendono conto di essere gli ultimi arrivati (con un ottimo prodotto, ma sempre ultimi, quindi non è il caso di tirarsela tanto perché possono usare la tcsh...)

    > Le uniche botte di modernità che ho visto
    > negli ultimi 15 anni sono proprietarie di
    > HP, Compaq Tru64 e SGI-Irix, fanno tutte a
    > cazzotti tra loro. Minix, BeOS, EROSos, ma
    > perfino Plan9 e Inferno sono "moderni"...
    > non certo il ceppo SVR8 e derivati Posix
    > 1003.x "native".

    aggiungerei solo NeXTStep e BeOS non lo considero molto Unix, visto che non ha nemmeno la multiutenza...
    non+autenticato
  • Non faà skifo giava poi non dire cosi .net è appena uscito.. pensi che in un futuro non verrà a galla qualche brutto bug?
    non+autenticato
  • uhm... va bene che manco dai forum da un po', ma se tu andassi a rileggere i miei post precedenti ti accorgeresti che io non sono propriamente "MS addicted". Al +, si può affermare che non sono propriamente "innamorato" di Sun, e qsto per tutta una serie di motivi... Tecnici e non.
    senza rancore
    non+autenticato
  • non mi pare di averti accusato di dipendenza da chissachi... sono solo stufo di sentire questi discorsi...
    Ok, Java non è aperto, ma voglio vedere quanto MS manterrà questa apertura della propria piattaforma... finora è molto famosa per le sue pratiche di "embrace and extend" di qualsiasi standard, perché non dovrebbe farlo con .Net?
    ... e te lo dice uno che ha molta fiducia in Mono...
    non+autenticato


  • - Scritto da: pecos
    > come è giusto che sia (Java è una tecnologia
    > _proprietaria_), Sun difende il suo prodotto
    > e decide lo "standard".
    > Vogliamo una alternativa _realmente_ aperta?
    > ECMA-335... Ops! .NET
    > senza rancoreù

    Eretico!!!! Finirai arrostolito sul rogo.

    non+autenticato
  • Ho paura che sarà una specie di svolta all'indietro per i J2EE application server gratis o a costo molto basso, come JBoss.

    Speriamo di no...

    Ripley
    non+autenticato