Premio Impresa e Cultura per Vodafone

Vodafone Italia ha vinto il Premio Rappresentanza Italiana Commissione Europea per il progetto di recupero delle Industrie Olivetti

Venezia - È andato a Vodafone Italia il Premio Rappresentanza Italiana Commissione Europea del Premio Impresa e Cultura, per il progetto di recupero delle ex Industrie Olivetti di Ivrea. Un'iniziativa che ha fatto scegliere l'azienda in una rosa di 138 candidati, e che la qualifica come "l'azienda europea che ha meglio investito in cultura nel Paese".

"Siamo molto orgogliosi nel vedere riconosciuto il valore di questo progetto - ha dichiarato durante la cerimonia di premiazione l'Amministratore Delegato di Vodafone Italia, Pietro Guindani - Due anni fa ci trovammo di fronte all'alternativa se abbandonare o ristrutturare le sedi ex Olivetti. Abbiamo scelto la seconda ipotesi per ragioni funzionali ed economiche e in ossequio alla nostra storia".

Il progetto è stato curato dagli architetti Dante Benini e Enrico Giacopelli. I lavori sono iniziati il 6 luglio 2005 con l'apertura del cantiere ICO Centrale per il quale l'investimento è stato di 17 milioni di euro e l'inaugurazione si e tenuta il 23 novembre dello scorso anno. L'intervento voluto da Vodafone Italia ha comportato il recupero produttivo della ICO Centrale di Ivrea, una delle testimonianze più importanti dell'architettura industriale del novecento in Europa, opera degli architetti Luigi Figini e Gino Pollini.
"Prima di essere Vodafone - ha ricordato Guindani - eravamo Omnitel, un'azienda in cui si sono riversati spirito e idee della cultura olivettiana. Con quella esperienza storica unica condividiamo il senso della sfida, il gusto dell'innovazione, la sensazione che si conquista uno spazio di mercato solo se si è di qualità, ma anche la responsabilità sociale, l'attenzione alle persone e al territorio".