Children's Day, l'open day familiare di Vodafone

E' giunta alla settima edizione la giornata porte-aperte dell'azienda, dedicata ai figli dei dipendenti

Milano - Ha certamente riscosso meno consensi e polemiche del Family day e non ha suscitato polemiche o contro-manifestazioni: è l'iniziativa battezzata da Vodafone come Children's Day, ossia l'evento che apre le porte delle sedi Vodafone ai figli dei dipendenti, giunta alla sua sesta edizione.

Attrazioni dell'iniziativa, BaBaffus, l'esploratore alle prese con gli Stranianimali (Punkleo, Piragnapino, Cammello a pois, Armadillo, Pinguinotorero, Pulcino Pattino, Farfantina, Lumilla, Gatto Optical, Don Giaguaro) che popolano l'isola misteriosa. Filo conduttore dell'edizione 2007 era infatti l'amore per gli animali. Dodici le sedi coinvolte quest'anno: Milano HQ, Milano Regione, Ivrea, San Mauro Torinese, Genova, Padova, Bologna, Pisa, Roma Boccabelli, Roma Grande Muraglia, Napoli, Catania.

"Il progetto Children's Day - riporta una nota aziendale - nasce sulla scia di una serie di iniziative che Vodafone fin dal 1995 ha attuato per favorire lo sviluppo professionale delle mamme, come il riconoscimento alle lavoratrici mamme di assentarsi dal lavoro oltre i tempi previsti dalle disposizioni di legge, percependo comunque l'intera retribuzione oltre al rimborso delle spese mediche (fino al 18 anno di età e incluso il latte artificiale). Infatti, dopo i cinque mesi di astensione obbligatoria al 100% della retribuzione, Vodafone offre alle lavoratrici (o lavoratori) la possibilità di stare a casa altri 4 mesi e mezzo integrando il periodo di astensione volontaria che lo Stato copre con circa un terzo del salario con il rimanente 70%".
TAG: vodafone
2 Commenti alla Notizia Children's Day, l'open day familiare di Vodafone
Ordina