I Nokia rileveranno anche i fulmini

L'azienda finlandese ha brevettato un sistema di rilevazione dei fulmini, da integrare nei telefonini, quei noti dispositivi attira-saette che quasi tutti portano sempre con sé

Roma - Presto il telefonino sarà in grado di proteggere gli utenti da colpi di fulmine indesiderati. Sarà infatti possibile sapere in anticipo dove cadrà un fulmine e sarà il telefonino a dirlo, se l'idea che è venuta a Nokia entrerà nella produzione di serie dei suoi telefoni cellulari.

InfoWorld e New Scientist Tech riferiscono infatti che l'azienda finlandese ha fatto registrare negli USA il brevetto di un sistema di rilevazione di fulmini da integrare nei telefoni cellulari. Un portavoce aziendale non ha fornito commenti in merito, ma a conferma della notizia c'è la documentazione relativa al brevetto medesimo.

Secondo alcune ricerche, il telefonino attira i fulmini per via dei metalli in esso presenti. Di conseguenza, un'applicazione in grado di prevederne l'arrivo e integrata al cellulare stesso potrebbe avere un qualche senso.
Alla base dell'invenzione c'è il ricevitore di onde radio presente nei telefonini (utilizzato da Bluetooth, FM, WiFi eccetera), che può essere aggiornato per rilevare le onde emesse da un fulmine (tra i 10 Hz e i 5 GHz). Compito del software ideato da Nokia, collegato a tale ricevitore, è dunque analizzarne i segnali, calcolarne la distanza di partenza e informare tempestivamente l'utente del pericolo imminente.

Non è ancora possibile sapere se e quando l'azienda finlandese lancerà in produzione il nuovo dispositivo, Nokia dovrà certamente prima capire se e quanti sono gli utenti che potrebbero apprezzare la novità.

D.B.