Tre giganti spingono le flash sui PC

Intel, Microsoft e Dell insieme per sviluppare un'interfaccia di programmazione standard per le memorie NAND flash, anche quelle degli hard disk ibridi e dei dischi a stato solido

Redmond (USA) - Promuovere l'utilizzo delle memorie flash all'interno di PC desktop e notebook. È questo l'obiettivo del Non-Volatile Memory Host Controller Interface (NVMHCI) Working Group, un consorzio fondato da Intel, Microsoft e Dell il cui primo compito sarà sviluppare un'interfaccia di programmazione standard per le memorie non volatili.

Le tre partner sostengono che la realizzazione di un'interfaccia software standard, utilizzabile dai driver del sistema operativo per accedere alle memorie NAND flash, favorirà la diffusione sul mercato degli hard disk ibridi e dei dischi a stato solido (SSD).

Microsoft e Intel sono direttamente interessate a promuovere le memorie flash: la prima per incoraggiare i produttori a creare dispositivi che sfruttino le tecnologie ReadyBoost e ReadyDrive di Windows Vista, la seconda per spianare la strada alla propria tecnologia hardware Turbo Memory.
Entrambe le tecnologie utilizzano una memoria NAND flash, esterna nel caso di ReadyBoost e connessa alla scheda madre nel caso di Turbo Memory, per fare il caching dei dati di più frequente accesso rendendo così il PC più veloce e reattivo. Le memorie non volatili possono anche essere utilizzate per accelerare il caricamento del sistema operativo e, specie negli hard disk ibridi, per ridurre i consumi energetici.

Microsoft afferma che il lavoro di NVMHCI farà da complemento a quello dell'Open NAND Flash Interface (ONFI) Working Group, che si occupa invece di definire un'interfaccia standard hardware per la connessione delle memorie NAND flash ai chip di controllo.

NVMHCI prevede di pubblicare la prima versione della propria specifica nella seconda metà dell'anno. Il gruppo si è inoltre detto interessato ad accogliere nell'alleanza altri soggetti dell'industria.
5 Commenti alla Notizia Tre giganti spingono le flash sui PC
Ordina