Microsoft verso i 64 bit di AMD

Il big di Redmond non ha mai fornito una risposta chiara a questo quesito, e qualcuno già parlava di complotto Wintel contro AMD. Ora sembra però che la futura generazione di Windows supporterà anche Sledgehammer

Redmond (USA) - A quasi una settimana dalla presentazione di Windows XP, la versione client di Whistler, ancora nessuno sembra conoscere con sicurezza se Microsoft supporterà, nella sua prossima piattaforma, Sledgehammer, il primo processore a 64 bit di AMD.

Le versioni riportate da alcuni portavoce di Microsoft suonano contrastanti: si va da un "no" secco, ad un "forse più in là". Gli analisti sembrano però concordi nel dire che Microsoft non potrà ignorare il secondo colosso nel settore delle CPU per PC.

Nonostante la sigla "Wintel" abbia riacquistato un significato forte nell'ultimo periodo, c'è da credere che anche i 64 bit di AMD verranno prima o poi assimilati in Windows. A confermarlo vi sarebbero delle direttive di compilazione che un lettore di The Register avrebbe trovato all'interno dell'SDK (Software Development Kit) e del DDK (Driver Development Kit) di Whistler: in particolare vi si troverebbe una variabile di compilazione chiamata _AMD64_ ed un richiamo ad una libreria denominata amd64.h.
Nonostante questo non significhi affatto che il supporto a Sledgehammer sia dietro l'angolo, sicuramente è un segno di come Microsoft si prepari a muoversi anche in quella direzione. Del resto, non c'è particolare fretta visto che la CPU a 64 bit di AMD arriverà sul mercato durante i primi mesi del 2002.
TAG: hw