Il mercato delle DRAM? Un pazzo!

Lo sostiene un analista asiatico che prevede che il prezzo delle DRAM toccherà presto il fondo trascinando con sé molti chipmaker. La tendenza non sembra destinata a fermarsi tanto presto, almeno non prima dell'autunno

Singapore - "E' un mercato davvero pazzo", ha esclamato Steve Tan, un analista dell'ICIS-LOR, riferendosi a quello delle memorie DRAM. Nonostante ormai siano quasi 6 mesi che il prezzo di un modulo di memoria DRAM scende in picchiata, questa tendenza non sembra minimamente arrestarsi.

Il prezzo di listino di un chip DRAM da 64 Mbit è infatti sceso dai 9$ della metà del 2000 agli attuali 2$. "Una leggera ripresa dei prezzi durante la metà della scorsa settimana ha fatto credere in un cambio di tendenza, ma si è trattato solo di una piccola correzione di rotta" ha raccontato Tan.

Tan spiega che tre fra i maggiori produttori di memorie, LG, Hyunday e Micron, hanno ingenti scorte di magazzino e stanno cercando di sbarazzarsene. La tendenza al ribasso dunque non sembra destinata a finire, ma anzi si protrarrà ancora per diversi mesi, fino a quando le scorte non verranno azzerate e la domanda sul mercato dei PC riprenderà a salire (e per questo i chipmaker sperano soprattutto nel rilascio di Windows XP).
Sempre secondo Ten il prezzo di un chip da 64 Mbit potrebbe presto finire sotto i 2$, arrivando a 1,60$: questo causerà nuovamente ingenti danni economici ad settore industriale che, in questi ultimi mesi, è già stato martoriato dalla debolezza del mercato dei PC.
TAG: hw