LiveJournal contro i suoi utenti?

Prima centinaia di account spariscono, poi arrivano le scuse del CEO e la retromarcia. Una delle maggiori comunitÓ online si divide tra le pressioni degli utenti e quelle dei gruppi a caccia di pedofili violenti

Roma - Davvero una vicenda molto complessa quella che coinvolge la nota community LiveJournal, migliaia di utenti molto arrabbiati e sedicenti gruppi di controllo a caccia di pedofili in rete. Da alcuni giorni è in corso una sorta di pulizia degli account per eliminare tutti i contenuti in odore di pedofilia o comunque ritenuti in contrasto con il regolamento del sito.

Secondo alcune ricostruzioni, la vicenda avrebbe avuto inizio a metà maggio, il 18, quando un gruppo di cacciatori di pedofili online, dal suggestivo nome "Warriors For Innocence", aveva pubblicato sul proprio sito una lettera aperta a LiveJournal e Six Apart (proprietaria del sito), per segnalare la presenza di materiale giudicato "inappropriato" sulle loro pagine.

Secondo i Warriors - accusati da più parti di seguire perniciose ideologie - le precedenti segnalazioni inviate all'abuse di LiveJournal sarebbero cadute nel vuoto: da qui la decisione di ricorrere ad una lettera aperta, con la compilazione di una lista di pagine ritenute pericolose poi fornita anche allo staff di LJ.
A partire dal 28 maggio, dunque, circa 500 tra account, community e blog risultavano sospesi: ad essere colpiti dalla "purga" (come la definisce qualcuno) erano tutti i contenuti giudicati da Six Apart come non aderenti alle policy della community o addirittura in contrasto con le normative di legge.

La rabbia degli utenti, che ha portato lo stesso CEO di Six Apart Barak Berkowitz a scusarsi e promettere di risolvere la questione in altro modo, sarebbe dovuta alla scelta di LiveJournal di credere ciecamente alle parole dei Warriors senza portare avanti una propria indagine accurata: ad essere sospesi sarebbero stati solo coloro che risultavano nelle liste dell'organizzazione, per altro senza ricevere alcun preavviso e causando qualche preoccupazione per la libertà di espressione nella community.

Su LiveJournal sono molto popolari le cosiddette fan fiction, vale a dire ricostruzioni di fantasia di possibili sviluppi di celebri storie come Harry Potter, Star Trek e persino serie TV celeberrime come Gilmore Girls (Una Mamma per Amica). Abbonderebbero inoltre gli account registrati da partecipanti a giochi di ruolo online, i cui interventi sarebbero dunque il risultato di una recita per interpretare un personaggio. Molto spesso in queste fan fiction si parla di intrecci amorosi tra adolescenti (che ad esempio nel caso di Harry Potter sono i protagonisti della storia), che alcune volte sfociano anche in rapporti sessuali descritti in modo più o meno velato. In alcuni post dei giocatori di ruolo si ammettevano invece atti osceni con minori perché parte dello sviluppo del gioco.

Dallo scorso giovedì, molti account tra quelli sospesi sono stati riammessi: a restare fuori sono quelli che appaiono come realmente colpevoli di presentare materiale sconveniente o di appartenere a personaggi già coinvolti in procedimenti legali per pedofilia. Ai riammessi sono stati chiesti chiarimenti sul materiale da loro inserito prima di permettergli di tornare online.

Non ancora del tutto chiarite le motivazioni dietro la scelta di LiveJournal e Six Apart di procedere così duramente contro la pedofilia (o presunta tale) online: lo stesso CEO Berkowitz ribadisce di aver preso decisioni basandosi più sulla visione della community che vorrebbe costruire che sul peso di eventuali azioni legali.

Qualcun altro invece sospetta che dietro tutto questo ci sia semplicemente la preoccupazione che una eventuale quotazione in borsa di Six Apart possa venire intralciata da uno scandalo simile a quello che ha investito MySpace.

Luca Annunziata
17 Commenti alla Notizia LiveJournal contro i suoi utenti?
Ordina
  • anche i racconti sono stati messi alla berlina?parole scritte?nulla di reale?meno di uno schizzo di matita?
    assurdo....
  • Infatti o per fobia oppure per motivi d'immagine hanno fatto tabula rasa senza guardare in faccia nessuno
    Sgabbio
    26178
  • quote/Godrai Mai
    Una persona sana di mente vuole una società che punisce chi sbaglia. Il moralista vuole punire anche i comportamenti a rischio. La forza della sua armatura è pari solo alla mollezza della sua spina dorsale. /quote/Godrai Mai


    Se per "comportamento a rischio" intendiamo un qualcosa che favorisce l'adescamento a fini abusanti di bambini e ragazzini, beh quello è già un reato penalmente rilevante.. Perchè se parliamo delle morbose voglie di pedofili e affini la morale non c'entra un beneamato piffero.. Spero che questa "distinzione" sia chiara a TUTTI...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 giugno 2007 14.33
    -----------------------------------------------------------
  • Oddio, non mettere in evidenza cose per cambiare il loro significato, Fobico godai....

    Da quando delle fan fic sono fuori legge?Con la lingua fuori
    Sgabbio
    26178
  • cosa vorresti dire?
    Sgabbio
    26178
  • Mr Armatura ha detto: Se per "comportamento a rischio" intendiamo un qualcosa che favorisce l'adescamento a fini abusanti di bambini e ragazzini, beh quello è già un reato penalmente rilevante.. Perchè se parliamo delle morbose voglie di pedofili e affini la morale non c'entra un beneamato piffero.. Spero che questa "distinzione" sia chiara a TUTTI...

    Vedo che non ti è chiara la distinzione tra comportamento penalmente rilevante e comportamento a rischio nel momento che i due coincidano. Per te un comportamento penalmente rilevante è per ciò stesso un comportamento a rischio! Ma sopra è stato detto che il rischio, per un moralista fobico, è qualunque cosa concepisca la sua mente fobica, sia essa penalmente rilevante o meno.
    non+autenticato
  • Piccoli mostri crescono nell'orto del prete.

    http://canali.libero.it/affaritaliani/dinoto0406.h...
    "A Di Noto interessa soltanto proteggere l'attività di stupro di minori, proteggere la devastazione sociale e il delirio di dominio dei cristiani". "Don Di Noto è un maiale, un pedofilo terrorista. Che copre la mafia cattolica". Sono di questo tono le incredibili calunnie, ingiurie e minacce lanciate su alcuni portali molto frequentati del web contro don Fortunato Di Noto, il sacerdote fondatore dell'associazione antipedofilia Meter (www.associazionemeter.it), dopo la partecipazione alla trasmissione "Annozero" di Santoro.

    -------------------------

    Un giorno Frankenstein-Modern Prometheus ci sarà qualche puro più puro di te che ti epurerà. La più mostruosa delle tue creature, cresciuta bevendo le tue cazzate, quella che vivrà di tutte le tue paure, si rivolterà contro di te, pensando che l'hai tradita.
    non+autenticato
  • Guardate che hanno sospesso tantissimi accunt a caso.... altro che penale...
    Sgabbio
    26178
  • Il loro motto è: sicurezza (leggi:mummificare) Credono che mummificando il corpo sociale questo possa diventare armonioso e vitale. Avete mai visto qualcuno guidare una macchina mettendo paletti a destra e a manca? Male, è quello che avviene quotidianamente fuor di metafora anche nel nostro parlamento.

    La società dei minorati mentali. Tale l'utopia moralista.
    L'ipocrisia consiste nel credersi migliori di chi si vuole correggere. La realtà è che il moralista è costitutivamente più incapace di dominare i suoi istinti e quindi peggiore. Non ha il controllo di sé stesso e vuole controllare gli altri. E' un incontinente che vuole prevenire la sua malattia mettendo a tutti il pannolino.

    Una persona sana di mente vuole una società che punisce chi sbaglia. Il moralista vuole punire anche i comportamenti a rischio. La forza della sua armatura è pari solo alla mollezza della sua spina dorsale. A rischio sono quelli come lui. Chi sono coloro che perdono ogni freno morale se non i moralisti e i loro educandi? Questo li rende insicuri e intolleranti. La rigidità morale di queste persone è quella propria a un cadavere in disfacimento, niente che possa restaurare un passato o costruire un futuro solo fantasticato, che mai è esistito e mai esistiterà fuori delle loro teste di legno.
    non+autenticato
  • A partire dal 28 maggio, dunque, circa 500 tra account, community e blog risultavano sospesi: ad essere colpiti dalla "purga" (come la definisce qualcuno) erano tutti i contenuti giudicati da Six Apart come non aderenti alle policy della community o addirittura in contrasto con le normative di legge.

    Faccio gentilmente notare questo passo..
  • ma perfavore Godai, non rivoltare la frittata come il tuo solito, hanno semplicemente fatto un'azione dimostrativa per far contenti i bigotti, in quanto hanno segato accunt di persone che con il pedoporno non c'entravano un niente.

    E non mi dire che un Fan fic che da spazio a temi sentimentali su certi personaggi, sia da considerare robe pedofila, se no ti rido in faccia.


    PS: mi raccomando, trarocca pure il quote cosi per girare la tua frittata ormai bruciata
    Sgabbio
    26178
  • se ne parla ogni giorno di piu di pedofilia et affini,sembra una litania...(basta!)
    ma e' davvero cosi grave la situazione...?
    non voglio cadere nella dietrologia da baraccone ma mi pare impossibile che esista tutta sta emergenza,apparte naturalmente i tanti casi di pedopornofili(che parolone)beccati con delle foto e divx vari e stop...

    ma qualcuno si domanda di che natura sono le immagini all interno del sito?coinvolge direttamente chi le ha postate?
    se si allora si facciano le indagini del caso se no che centra sputtanare qualcuno per delle immagini che non lo riguardano?
    si vabbè le togli dal sito,avverti che la prossima volta si e bannati magari per un mese...alla prossima per sempre..
    ma poi basta...
    invece si creano indagini che costano milioni e che non portano da nessuna parte...
    apparte soldi ad avvocati,logico...
  • Sono gli effetti della caccia alle streghe in corso imho. Molto ma molto deprimente.
  • Infatti è un grande ECO MEDIADICO per creare una spiscosi collettiva per dare il consenso a certe vaccate. E un pò di dietrologia, lo so ma se vogliamo ben vedere sui fatti, sono state proposte delle leggi vaccate sulla questione orientate molto sulla censura di internet che sulla tutela delle vittime.
    Sgabbio
    26178
  • Quello che a me ha dato da pensare è che sono stati perseguiti anche i contenuti meramente testuali.
    Vorrei sapere che danni può fare, a parte i soliti legati al diritto d'autore, la descrizione di un orgia nei dormitori di della scuola di harry, o un gioco a tre fra cloud, tifa e aeris.
    Più che prevenzione del pedoporno mi sembra tanto moralismo prurignoso della peggior specie.


    Troll
    comunque qual'è l'AOC per un elfa? un rapporto con un elfa di 30 anni sarebbe pedofilo ?A bocca aperta
  • Caro Saint dell'ariete, mi hai messo la pulce dell'orecchil... ma un'elfa ha uno sviluppo sessuale più lento di un umano... ?
    Sgabbio
    26178
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)