Vendi un videogame sbagliato? Ergastolo

Monta lo scandalo per una nuova legge approvata nello Stato di New York

New York - Sta girando da alcuni giorni il post di un giurista e blogger americano che se la prende con la normativa dello stato di New York sulla vendita dei videogiochi, una norma che può portare chi li vende all'ergastolo.

Al contrario di quanto accade per chi aggredisce bambini e anziani, che se la cava con qualche anno di reclusione, chi dovesse vendere ad un minorenne un videogiochi contrassegnato come titolo "per adulti" potrebbe incorrere nella pena massima del carcere a vita.

"Sebbene la legge dia al giudice un certo livello di discrezione - spiega il blogger - in teoria consente ad un magistrato di ordinare l'ergastolo per aver venduto, per dire, Gears of War ad un 16enne che sembrava un 18enne".
5 Commenti alla Notizia Vendi un videogame sbagliato? Ergastolo
Ordina