Sun Studio 12, nuovo ponte tra Solaris e Linux

La suite gratuita di compilatori e altri tool di sviluppo č in grado di supportare le architetture multicore UltraSPARC e x86 e di girare sia su Solaris che su Linux

San Francisco (USA) - Con una nuova mossa tesa ad attrarre gli sviluppatori di Linux verso la propria piattaforma Unix, Sun ha rilasciato una suite gratuita di strumenti per lo sviluppo, Studio 12, in grado di girare indifferentemente su Solaris e Linux.

Il supporto di Studio 12 a Linux si traduce anche nella possibilità, per gli sviluppatori, di portare il codice da una piattaforma all'altra semplicemente ricompilandolo, dunque senza la necessità di apportarvi modifiche.

L'altra caratteristica di rilievo è data dal pieno supporto di Studio 12 alle architetture multicore, comprese quelle di Intel e AMD. Sun afferma che ciò consente agli sviluppatori di scrivere con più rapidità applicazioni multithreaded in grado di sfruttare a fondo gli 8 core di Niagara o i 2-4 core dei chip x86.
Va detto che oggi tutti i principali e più aggiornati compilatori supportano le architetture multicore, e la stessa Sun ha introdotto questa funzionalità già da alcuni anni. In Studio 12 l'azienda afferma però di aver ulteriormente affinato gli algoritmi di generazione del codice multithreaded, aggiornandoli ai processori di nuova generazione, e di aver ampliato il numero di tool dedicati al debugging, all'ottimizzazione e all'analisi delle performance delle applicazioni multithreaded.

Secondo Sun, semplicemente ricompilando in Studio 12 il codice scritto con Studio 11 è possibile incrementare le performance delle proprie applicazioni di un fattore compreso fra il 10 e il 35%.

Il compilatore incluso nel software si basa su quello integrato in NetBeans 5.5, e supporta i linguaggi C/C++, Fortran, Java, JavaScript, SQL e Ruby. Studio 12 include anche un IDE grafico, un debugger, un thread e performance analyzer, e una libreria di componenti per l'high performance computing.

Sun Studio 12 può essere scaricato gratuitamente qui dagli iscritti al Sun Developer Network.